Le cronache di Narnia - Il principe Caspian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il romanzo da cui è tratto il film, vedi Il principe Caspian.
Le cronache di Narnia - Il principe Caspian
Caspian - Trailer.png
Caspian (Ben Barnes)
Titolo originale The Chronicles of Narnia: Prince Caspian
Paese di produzione Regno Unito, Stati Uniti
Anno 2008
Durata 149 min
Rapporto 2,35:1
Genere avventura, fantastico, azione
Regia Andrew Adamson
Soggetto C. S. Lewis (romanzo)
Sceneggiatura Andrew Adamson, Christopher Markus, Stephen McFeely
Produttore Mark Johnson, Philip Steuer, Andrew Adamson, Perry Moore, Douglas Gresham
Casa di produzione Walt Disney Pictures, Walden Media
Fotografia Karl Walter Lindenlaub
Montaggio Sim Evan-Jones
Effetti speciali Rhythm & Hues, Sony Pictures Imageworks, Weta Workshop ltd. Smirnova
Musiche Harry Gregson-Williams
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Le cronache di Narnia - Il principe Caspian (The Chronicles of Narnia: Prince Caspian) è un film del 2008 diretto da Andrew Adamson e prodotto da Walt Disney Pictures e da Walden Media. La pellicola è basata sul romanzo Il principe Caspian, secondo libro del ciclo Le cronache di Narnia, scritto da C. S. Lewis.

Nelle sale statunitensi il film è uscito il 16 maggio 2008; in quelle italiane, inizialmente, la data prevista per l'uscita era il 22 agosto 2008[1], poi anticipata al 14 agosto[2].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il principe Caspian è un ragazzo che vive nell'immaginaria Narnia, 1300 anni dopo l'età d'oro dei fratelli Pevensie sovrani, scomparsi da tempo con l'immortale divinità leone Aslan. Narnia è stata invasa 1300 anni prima da Telmar, una nazione composta da soli esseri umani, che hanno schiacciato e sterminato le creature, definite ormai estinte, che abitavano quei luoghi, appartenenti adesso ai telmarini. Caspian, cresciuto orfano dal suo maestro e precettore, è nipote di Miraz, il Lord Protettore di Telmar, che dalla morte del fratello (padre di Caspian), avvenuta vent'anni prima, si comporta come se fosse il vero re sugli altri colleghi sottomessi, tranne lord Sopespian, e regna insieme a sua moglie Prunaprismia.
Essa era ritenuta sterile e perciò Miraz, in attesa che Caspian diventasse maggiorenne, si era imposto su Narnia, nominando il nipote suo erede, ma, arrivato il giorno della sua maggiore età, Prunaprismia partorisce un figlio maschio, così Miraz ordina di nascosto al generale Glozelle di uccidere Caspian. Ma il dottor Cornelius, precettore di Caspian, incita il principe a fuggire nella foresta. Caspian parte portando con sé anche il corno della regina Susan, salvato dagli antenati di Cornelius, che è in realtà un nano narniano e viene subito arrestato. Dopo essere caduto da cavallo nella foresta, Caspian viene ospitato nella casa del nano Nikabrik, che lo aiuta a ritrovare i Pevensie. Spaventato, Caspian suona il corno della regina Susan.

Cathedral Cove, in Nuova Zelanda, uno dei luoghi di ripresa del film.

Intanto nel mondo vero, in Inghilterra, dove è passato solo un anno dalla precedente avventura di Narnia, i fratelli Lucy, Susan, Peter ed Edmund Pevensie si trovano come studenti in una stazione ferroviaria al termine della seconda guerra mondiale, nel 1945, pronti per andare a scuola e iniziare il nuovo anno. Improvvisamente però i quattro ragazzi, richiamati dal corno di Susan che li fa uscire dal loro mondo, si trovano di nuovo a Narnia, su una spiaggia.

Esplorando il luogo, i ragazzi giungono presso delle antiche rovine e capiscono che sono quelle di Cair Paravel, il castello dove avevano regnato 1300 anni prima in quel mondo, distrutto da Telmar.

I ragazzi si recano in una stanza dove riprendono i doni regalati loro: la spada di Peter, la boccetta magica di Lucy, l'arco e le frecce di Susan. Inoltre liberano da due soldati telmarini un piccolo nano, Trumpkin, amico di Nikabrik, che, per difendere Caspian da Glozelle, era stato catturato e stava per essere ucciso. Trumpkin li condurrà dal principe Caspian e dal topo Ripicì. Mentre stanno per recarsi alla tavola di pietra, dove li aspetta Caspian, a Lucy sembra di vedere Aslan, ma gli altri ragazzi non le credono. Una notte, Lucy rivede Aslan che le dice di seguirlo, anche se gli altri non possono vederlo. Lucy convince i ragazzi e tutti arrivano da Caspian, che s'innamora di Susan.

Peter decide di aiutare Caspian a combattere contro Miraz. Aiutati da Ripicì, dai centauri e da altri animali parlanti, attaccano il castello del re, ma la battaglia si conclude con una disfatta totale.

Durante la battaglia, Caspian libera Cornelius e si reca nella stanza di Miraz per ucciderlo, ma viene circondato dalle guardie e salvato da Susan e Peter. Prima di fuggire, Miraz rivela a Caspian che suo padre non è morto di morte naturale: è stato lui ad ucciderlo insieme a lord Sopespian. Tornati alla Tavola di Pietra, il loro rifugio sotterraneo, Caspian decide allora di chiedere l'aiuto di Nikabrik e della defunta Strega Bianca, là imprigionata dentro un enorme tomba di ghiaccio, non sapendo che lei era crudele.

Proprio quando la strega è stata evocata e sta per uccidere Caspian portandolo nell'aldilà con il suo sangue, è Edmund a risolvere la situazione distruggendo la lastra di ghiaccio e la tomba, ed impedendo ogni possibilità di ritorno della strega, che non ha più nulla per riprendersi, neanche il perfido doppiogiochista Nikabrik, che viene ucciso in duello da Trumpkin. Intanto i soldati di Miraz lo incoronano re, mentre Sopespian finge di adorarlo, e arrivano alla Tavola di Pietra, attaccandola in forze massicce e con artiglieria pesante. Peter allora chiede a Lucy di cercare Aslan; e per prendere tempo scrive una lettera a Miraz, chiedendogli di fare un duello testa a testa. Miraz accetta. Il duello si conclude con la vittoria di Peter, che però si rifiuta di ucciderlo, dicendo che dovrebbe essere Caspian a farlo. Caspian prende la spada di Peter, ma poi risparmia la vita a Miraz, che viene invece ucciso a tradimento da Sopespian, il quale si autoproclama re e guida i telmarini ad uccidere i narniani. La battaglia è aperta tra l'esercito di Narnia e quello dominante.

Sopraffatti dall'esercito di Miraz, i narniani vengono però aiutati dagli alberi danzanti e l'esercito di Miraz si ritira verso il fiume. Ad aspettarli li attendono Lucy e Aslan (che aveva rievocato gli Alberi), contro i quali Sopespian si avventa. Ma il fiume, rievocato dal leone, travolge l'esercito telmarino, uccidendo Sopespian, ed è la vittoria per Caspian e per gli abitanti di Narnia.

Finiti i festeggiamenti, durante i quali Caspian viene incoronato re di Narnia e Telmar unite senza invasioni, Aslan traccia una porta in un albero e dice a tutti i sudditi telmarini di decidere se restare o andare in un paradiso terrestre per ricominciare la propria vita. Glozelle, Prunaprismia, suo figlio e un lord (che è il suo nuovo marito) accettano e vanno nella porta. I Pevensie salutano i loro amici e Susan e Caspian si dicono addio con un bacio. Peter e Susan inoltre, essendo cresciuti, rivelano che per loro sarà l'ultima volta che andranno a Narnia, diversamente dai fratelli minori Edmund e Lucy, che torneranno. I quattro ragazzi passano per la porta e, non appartenendo a quell'universo come Glozelle e gli altri, tornano così alla stazione, nel loro mondo.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Fratelli Pevensie: I quattro fratelli protagonisti del primo film, cresciuti dopo le avventure vissute. Sebbene Lucy ed Edmund sembrino identici a come erano, Susan è più matura e Peter più prepotente.
  • Aslan: È il saggio leone del primo film, divinità immortale di Narnia. In questo film, però, sarà particolarmente assente, apparendo solo nella battaglia finale e in alcuni sogni di Lucy.
  • Caspian X: È il nuovo protagonista del film (insieme ai Pevensie). È un principe coraggioso e altruista. All'inizio non credeva nell'esistenza delle creature di Narnia (animali parlanti, fauni ecc...), ma dopo averli incontrati deciderà di allearsi con loro per sconfiggere il malvagio Miraz.
  • Miraz: È il primo antagonista principale del film. È lo zio di Caspian, anche se sono molto diversi. È un uomo egoista, subdolo e crudele. Responsabile della morte del padre di Caspian, vero re telmarino, cercherà in ogni modo di diventare Re di Narnia e Telmar, la sua terra. Combatterà contro le creature di Narnia e cercherà di uccidere Caspian per questo motivo.
  • Lord Sopespian: È l'altro antagonista principale. È un uomo subdolo e crudele. Fingerà di essere alleato di Miraz per tutto il tempo, ma lo tradirà per prendere il suo posto come re.
  • Generale Glozelle: È l'oppositore del film, in quanto dipendente dei due antagonisti Miraz e Sopespian, infatti è il capitano delle guardie di Telmar. È un uomo misterioso e solitario. Per tutto il film sarà confuso su cosa sia giusto fare e chi servire. Nonostante questo, non dimostrerà mai doti di malvagità o crudeltà, quindi non si capirà mai a chi sarà fedele.
  • Ripicì: È uno dei tanti guerrieri dell'esercito che protegge Narnia. È un topo coraggioso e competitivo. Adora combattere e odia gli uomini di Telmar. Nonostante questo, sarà il primo a credere in Caspian e diventerà un suo fedele suddito. È uno dei pochi a credere ancora in Aslan e a sperare nel suo aiuto.
  • Trumpkin: È un nano che viene liberato dai Pevensie, ed è la prima creatura di Narnia che vede Caspian. Sebbene si dimostri spesso severo e duro, oltre che testardo, in realtà non è malvagio. Nonostante all'inizio sembrasse non gradire molto la presenza dei Pevensie, diventerà un grande amico di Lucy.
  • Trufflehunter : È un tasso, amico di Nikabreek. È coraggioso, saggio e altruista. Crede in Aslan e sarà lui a convincere gli abitanti di Narnia a credere in Caspian.
  • Nikabrik: Antagonista secondario, è un nano che vive con Trufflehunter. È un nano testardo, egoista e solitario, oltre che burbero. Fin dall'inizio mostra una spiccata antipatia per Caspian. Odia gli abitanti di Telmar. Si fingerà alleato dei narniani e amico del buon Trufflehunter, ma, temendo l'avanzata dei telmarini, li tradirà. Si viene a sapere che i suoi antenati molto lontani erano fedeli alla Strega Bianca.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate il 12 febbraio 2007 in Nuova Zelanda[3], mentre nel giugno 2007 alcuni set sono stati allestiti a Praga, a Londra e la scena finale, quando Aslan evoca il mostro marino è stata girata a Plezzo (Bovec), in Slovenia. Infatti al comune di Plezzo, situato nell'alta valle dell'Isonzo, si può trovare il manichino fatto per raffigurare Aslan.

Le riprese del film sono terminate il 7 agosto, ed è stato confermato il successivo film della saga, Le cronache di Narnia - Il viaggio del veliero che è stato diretto da Michael Apted ed è uscito nelle sale cinematografiche italiane il 17 dicembre 2010.

Il budget per la realizzazione del film è stato di circa 225.000.000 $[4].

Il 18 settembre 2007 è stata pubblicata in rete la prima locandina ufficiale del film[5].

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Il giovane Caspian è impersonato dall'attore inglese Ben Barnes, che è stato poi scritturato anche per il sequel, Il viaggio del veliero. Pierfrancesco Favino è stato scelto per interpretare il generale Glozelle, luogotenente del malvagio re Miraz (Sergio Castellitto). Alicia Borrachero interpreta Prunaprismia, moglie di Miraz. Il ruolo di Trumpkin il nano è stato assegnato a Peter Dinklage, mentre a Warwick Davis quello di Nikabrik.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Slogan promozionali

« Tutto quello che conoscete sta per cambiare. »

(Slogan promozionale del film)

Accoglienza e critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film non è stato particolarmente apprezzato dalla critica e dal pubblico. Con un voto di 5,9/10 (inferiore a quello del film precedente), il film è stato apprezzato per gli effetti speciali e per il personaggio protagonista (il principe Caspian X del titolo), ma è stato fortemente criticato per la trama, considerata troppo simile a quella del precedente film della saga, e per lo sviluppo dei personaggi che, secondo la critica, sono cambiati troppo.[senza fonte] In particolare Peter Pevensie che, da timido e insicuro, è diventato arrogante e autoritario.[senza fonte] Il film ha incassato 419.665.568 di dollari.[senza fonte] L'incasso è stato considerato più che buono, visto quanto poco il film è stato apprezzato dalla critica, ma è stato comunque inferiore del suo predecessore.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Le cronache di Narnia - Il viaggio del veliero è il seguito di questo film ed è uscito nel 2010.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora contiene il brano di Regina Spektor The Call (durante il bacio tra Susan e Caspian)

Opere derivate[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º agosto 2008 è stato distribuito il videogioco tratto dal film, Le cronache di Narnia - Il principe Caspian.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN179305775 · LCCN: (ENno2008085868