La giuria (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La giuria
La giuria.jpg
Una scena del film
Titolo originaleRunaway Jury
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2003
Durata127 min
Rapporto2,35:1
Generethriller, drammatico
RegiaGary Fleder
Soggettodall'omonimo romanzo di John Grisham
SceneggiaturaBrian Koppelman, David Levien, Rick Cleveland, Matthew Chapman
ProduttoreGary Fleder, Arnon Milchan, Christopher Mankiewicz
Produttore esecutivoJeffrey Downer
Casa di produzioneTwentieth Century Fox
FotografiaRobert Elswit
MontaggioWilliam Steinkamp
MusicheChristopher Young
ScenografiaNelson Coates
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

La giuria (Runaway Jury) è un film del 2003 diretto da Gary Fleder, adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di John Grisham.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

New Orleans. Un impiegato appena licenziato entra nel suo vecchio ufficio, sparando all'impazzata contro i presenti. Due anni dopo, la vedova di una vittima fa causa alla società produttrice dell'arma usata per l'omicidio del marito. Il processo vede in ballo svariati milioni di dollari; tutto sta nel verdetto finale dei dodici giurati. A sostenere l'accusa vi è l'avvocato vecchio stile Wendell Rohr, che si scontra con Durwood Cable; la difesa è però coordinata da Rankin Fitch, noto consulente per la composizione delle giurie nei processi, che non si fa scrupoli a corrompere o minacciare la giuria per vincere.

Tra i giurati viene scelto anche Nicholas Easter, commesso che fa di tutto per farsi escludere, ma il giudice gli impone di far parte della giuria. Sebbene l'ex marine Frank Herrera sembri l'ideale capo dei giurati, i persuasivi modi di Easter portano gli altri giurati a scegliere invece il non vedente Herman Grimes. Fin dall'inizio Fitch ha diffidato di Easter, e i suoi sospetti vengono confermati quando Marlee, ragazza di Easter, lo contatta per offrirgli il verdetto in cambio di denaro. L'uomo chiede una conferma delle loro promesse, e quando la ottiene fa perquisire il loro appartamento, ma come risposta il prezzo sale da 10 milioni di dollari a 15.

Fitch paga il riscatto, ma contemporaneamente scopre cosa si cela dietro tutto: Easter e Marlee, i cui veri nomi sono Jeffrey Kerr e Gabrielle Brant, sono rispettivamente compagno di scuola e sorella di una ragazza uccisa insieme ad altri in una sparatoria in una scuola, il cui processo intentato contro la casa produttrice delle armi fu perso poiché Fitch lo aveva truccato anche allora.

Dopo il processo, che vede la società produttrice dell'arma perdente e condannata ad un ingente risarcimento, Kerr e Brant persuadono l'avvocato Fitch a ritirarsi definitivamente, pena la pubblicazione della ricevuta bancaria che comprova il suo tentativo di corruzione della giuria.

Differenze tra libro e film[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è molto fedele al soggetto originale, ma viene cambiata la causa iniziale che porta al processo: nel film è un'arma da fuoco usata da un uomo disperato per compiere una strage, e la sua vedova fa causa all'azienda costruttrice; nel libro è un uomo morto di cancro ai polmoni, contratto fumando sigarette e assumendone le sostanze tossiche e cancerogene. Cambia anche la motivazione di Marlee; nel film è sorella di una ragazza vittima di una sparatoria, nel libro è figlia di genitori ammalatisi in circostanze analoghe al marito della vedova che intenta causa, e il giurato è il suo ragazzo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema