Kingdom Come (Jay-Z)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kingdom Come
ArtistaJay-Z
Tipo albumStudio
Pubblicazione21 novembre 2006
Durata52:00
Dischi1
Tracce14
GenereHip hop
East Coast hip hop
EtichettaRoc-A-Fella/Island Def Jam
ProduttoreJay-Z (Exec.)
L.A. Reid (Co-exec.)
B-Money, Just Blaze, Dr. Dre, Kanye West, DJ Khalil, The Neptunes, Scyience, Swizz Beatz, Chris Martin
Certificazioni
Dischi d'oroRegno Unito Regno Unito[1]
(Vendite: 100.000+)
Dischi di platinoCanada Canada[2]
(Vendite: 80.000+)
Stati Uniti Stati Uniti[3]
(Vendite: 1.510.000+)
Jay-Z - cronologia
Album precedente
(2003)
Album successivo
(2007)

Kingdom Come è il disco che rilancia e riprende la carriera solista di Jay-Z.

Pubblicato nel 2006, a quattro anni distanza dal celebre predecessore, The Black Album, non segna un vero e proprio ritorno sulle scene, visto che il rapper di New York si era già dedicato con successo a collaborazioni importanti con la fidanzata e cantante r'n'b Beyoncé e il gruppo rapcore\rock dei Linkin Park.

Kingdom Come è un disco che rompe la tradizione degli mc di ospitare sui propri album principalmente artisti della stessa scena: in Beach Chair, brano molto delicato e introspettivo, Jay-Z duetta con Chris Martin, frontman dei Coldplay, Do U Wanna Ride ospita l'antico sodale John Legend, da sempre orientato su sonorità "old soul" mai esplorate dal rapper newyorchese.

Nella prima settimana di vendite, Kingdom Come ha raggiunto il primo posto della classifica statunitense degli album, muovendo circa 680mila copie, un record anche per la carriera di Jay-Z, la cui precedente uscita si era fermata a 436mila dischi piazzati.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. The Prelude
  2. Oh My God
  3. Kingdom Come
  4. Show Me What You Got
  5. Lost One (ft. Chrisette Michele)
  6. Do U Wanna Ride (ft. John Legend)
  7. 30 Something
  8. I Made It
  9. Anything (Usher, Pharrell Williams)
  10. Hollywood (ft. Beyoncé Knowles)
  11. Trouble
  12. Dig A Hole (ft. Sterling Simms)
  13. Minority Report (ft. Ne-Yo)
  14. Beach Chair (ft. Chris Martin)
  15. 44 Fours

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]