Do It Again (Put Ya Hands Up)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Do It Again (Put Ya Hands Up)
ArtistaJay-Z
FeaturingBeanie Sigel & Amil
Tipo albumSingolo
Pubblicazione14 dicembre 1999
Durata4:38
Album di provenienzaVol. 3... Life and Times of S. Carter
GenereEast Coast hip hop
EtichettaRoc-A-Fella Records, Def Jam Recordings
ProduttoreRockwilder
Registrazione1999
FormatiCD, vinile, 12 pollici
NoteAutori: Shawn Carter, Dwight Grant, Amil Whitehead, Dana Stinson
Jay-Z - cronologia
Singolo precedente
(1999)
Singolo successivo
(2000)
Beanie Sigel - cronologia
Singolo precedente
(1998)
Singolo successivo
(2000)
Amil - cronologia
Singolo successivo
(1999)

Do It Again (Put Ya Hands Up) è il secondo singolo del rapper statunitense Jay-Z, pubblicato il 14 dicembre 1999 ed estratto da Vol. 3... Life and Times of S. Carter. La canzone, distribuita da Def Jam e Roc-A-Fella, è prodotta da Rockwilder e vede la partecipazione di Beanie Sigel e Amil.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD[modifica | modifica wikitesto]

  1. Do It Again (Put Ya Hands Up) (LP Version)
  2. Do It Again (Put Ya Hands Up (Radio Edit)
  3. So Ghetto
  4. Jigga My Nigga

Vinile[modifica | modifica wikitesto]

Lato A
  1. Do It Again (Put Ya Hands Up) (Radio Edit)
  2. Do It Again (Put Ya Hands Up) (Instrumental)
  3. Do It Again (Put Ya Hands Up) (LP Version)
Lato B
  1. So Ghetto (Radio Edit)
  2. So Ghetto (LP Version)
  3. So Ghetto (Instrumental)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche settimanali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1999) Posizione
massima
Stati Uniti[1] 65
US Hot R&B/Hip-Hop Songs[2] 17
US Hot Rap Songs[3] 9
US Radio Songs[4] 55
US R&B/Hip-Hop Airplay[5] 15

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Billboard Hot 100, Billboard.com.
  2. ^ (EN) Billboard Hot R&B/Hip-Hop Songs, Billboard.com.
  3. ^ (EN) Billboard Hot Rap Songs, Billboard.com.
  4. ^ (EN) Billboard Radio Songs, Billboard.com.
  5. ^ (EN) Billboard R&B/Hip-Hop Airplay, Billboard.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]