Karl König

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Karl König (Vienna, 25 settembre 1902Überlingen, 27 marzo 1966) è stato un pediatra austriaco.

Karl König è stato il fondatore del Movimento Camphill, un movimento internazionale di comunità terapeutiche per persone con necessità speciali o con disabilità.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

König nacque a Vienna, in Austria-Ungheria, il 25 settembre 1902, l'unico figlio di un calzolaio ebreo. Studiò medicina presso l'Università di Vienna e si laureò nel 1927 in embriologia. Dopo la laurea, incontrò Ita Wegman, un medico antroposofico che lo invitò a lavorare nel suo istituto per persone con bisogni educativi speciali ad Arlesheim, in Svizzera. Sposò Mathilde Maasberg nel 1929.

In seguito al suo lavoro ad Arlesheim, König fu nominato pediatra presso l'istituto Schloß Pilgrimshain di Rudzeg Steiner a Strzegom, dove lavorò fino al 1936 quando tornò a Vienna e fondò una pratica medica di successo. Fu costretto a fuggire da Vienna ad Aberdeen, in Scozia nel 1938 a causa dell'invasione di Hitler in Austria.

Fu per un breve periodo rinchiuso in una prigionia a causa dello scoppio della seconda guerra mondiale, ma alla sua uscita nel 1940, creò la prima comunità Camphill per bambini con bisogni educativi speciali a Camphill. Dalla metà degli anni '50, König creò più comunità, tra cui la prima a occuparsi di persone con bisogni educativi speciali nel North Yorkshire.

Nel 1964, König si trasferì a Brachenreuthe (attuale Überlingen), vicino a Überlingen sul Lago di Costanza, in Germania, dove fondò una comunità.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Berger, Manfred: Karl König - Sein Leben und Wirken, In: heilpaedagogik.de, 18 2003/H. 3, S. 21-24
  • Jackson, Robin: Holistic Special Education: Camphill Principles and Practice. Edinburgh : Floris Books. 2006. ISBN 0-86315-547-2.
  • Jackson, Robin: The Camphill Movement: the vision of Karl Konig. Encounter: Education for Meaning and Social Justice, 19(3), 45-48. 2006
  • Müller-Wiedemann, Hans: Karl König: e. mitteleuropäische Biographie im 20. Jahrhundert. Stuttgart : Verl. Freies Geistesleben, 1992. ISBN 3-7725-1153-8
  • Schmalenbach, Bernhard: König, Karl. In: Plato, Bodo von (Hrsg.): Anthroposophie im 20. Jahrhundert : ein Kulturimpuls in biografischen Porträts. Dornach : Verlag am Goetheanum, 2003. ISBN 3-7235-1199-6
  • Selg, Peter: Anfänge anthroposophischer Heilkunst. Ita Wegman, Friedrich Husemann, Eugen Kolisko, Frederik Willem Zeylmans van Emmichoven, Karl König, Gerhard Kienle. (Pioniere der Anthroposophie; Band 18). Dornach: Philosophisch-Anthroposophischer Verlag am Goetheanum, 2000. ISBN 3-7235-1088-4
  • Selg, Peter: (Ed.) Karl König’s Path into Anthroposophy. Reflections from his Diaries. Floris Books, Edinburgh 2008
  • Selg, Peter: (Ed.) Ita Wegman and Karl König. Letters and Documents, Floris Books, Edinburgh 2008.
  • Selg, Peter: (Ed.) Karl König: My Task: Autobiography and Biographies, Floris Books, Edinburgh 2008.
  • Selg, Peter: (Ed.) Karl König: The Child with Special Needs: Letters and Essays on Curative Education, Floris Books, Edinburgh 2009.
  • Karl König: Die ersten drei Jahre des Kindes, Verlag Freies Geistesleben, Stuttgart, Zeist 1977, ISBN 90 6038 078 9,

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN39418980 · ISNI (EN0000 0001 2128 8873 · LCCN (ENn83310506 · GND (DE118724339 · BNF (FRcb12174047p (data) · BNE (ESXX1103447 (data) · NDL (ENJA00469181 · WorldCat Identities (ENlccn-n83310506