Hans Jenny (cimatica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hans Jenny ha creato questa immagine durante i suoi studi di cimatica

Hans Jenny (Basilea, 19041972) è stato un medico e naturalista svizzero. È considerato il padre della cimatica, lo studio della forma delle onde.

Vita e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Jenny nacque a Basilea, in Svizzera. Dopo aver completato il suo dottorato, egli insegnò scienza nella Scuola Steineriana di Zurigo per quattro anni prima di iniziare la professione medica.

Nel 1967, Jenny pubblicò il suo primo volume, intitolato Cimatica: Lo studio dei fenomeni ondulatori. Il secondo volume uscì nel 1972, l'anno della sua morte. Questi libri raccolgono scritti e documentazioni fotografiche sugli effetti delle vibrazioni sonore sui fluidi, sulle polveri, sui liquidi e sugli impasti. Egli concludeva il trattato con questa affermazione, "Questo non è un caos disordinato; ma è un modulo (pattern) ordinato e dinamico".

Jenny usò un oscillatore al quarzo e una sua invenzione che lui chiamò tonoscopio formato da un piatto o una membrana vibrante. Con il tonoscopio, la sabbia di quarzo viene sparsa su un tamburo nero la cui membrana ha il diametro di 60 cm. La membrana è sollecitata da vibrazioni che risuonano piuttosto rumorosamente attraverso un tubo di cartone. La sabbia ora produce figure complesse e simmetriche, conosciute come Chladni patterns, così chiamate da Ernst Chladni, che scoprì questo fenomeno nel 1787. I toni bassi producono, preferibilmente, semplici e chiare figure, mentre i toni alti formano strutture un po' più complesse.

Lasciti[modifica | modifica wikitesto]

I lavori di Jenny hanno influenzato Alvin Lucier e, assieme ai lavori sulla cimatica di Ernst Chladni, lo hanno ispirato nella sua composizione Queen of the South.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 1954: Der Typus (Il tipo) uno studio in morfologia
  • 1962: Das Gesetz der Wiederholung (The laws of Repetition)
  • 1967: Kymatic (Cymatics) Volume 1
  • 1972: Kymatic (Cymatics) Volume 2

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN47570146 · ISNI: (EN0000 0001 0799 9636 · LCCN: (ENn87829138 · GND: (DE11937398X
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie