Owen Barfield

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Owen Barfield (Londra, 9 novembre 1898Forest Row, 14 dicembre 1997) è stato un filosofo, scrittore e poeta britannico.

Barfield è considerato il maestro non ufficiale di John Ronald Reuel Tolkien e Clive Staples Lewis, influenzando la loro concezione filosofica e linguistica e contribuendo a ispirare alcuni romanzi (ai suoi figli sono dedicati Il leone, la strega e l'armadio e Il principe Caspian).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò presso la Highgate School e successivamente frequentò il Wadham College di Oxford, dove conseguì nel 1920 la laurea in lingua e letteratura inglese.

Nel 1923 sposò la musicista e coreografa Maoud Douie, con la quale ebbe due figli.

Inklings[modifica | modifica wikitesto]

Dai primi anni 1930 fino alla fine degli anni 1950 fece parte del gruppo degli Inklings, che si riuniva ogni martedì sera al pub The eagle and child, ribattezzato Bird and baby. È in questo locale di Oxford che per la prima volta furono letti Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli, ed è qui che Barfield illustrò ai suoi amici la propria concezione del mondo e del linguaggio[1]. Barfield è considerato il primo e l'ultimo Inkling, un gruppo di amici che condivide le proprie conoscenze culturali e letterarie nonché la visione del mondo: se Lewis e Tolkien sono considerati gli autori del gruppo, Barfield ne è il filosofo[2].

A differenze degli altri due, egli non intraprese la carriera accademica, la cui incertezza rendeva difficile il mantenimento di una famiglia. Scelse quindi la carriera di avvocato a Londra, continuando nel frattempo a scrivere libri. Alcuni di questi ebbero un discreto successo negli Stati Uniti e quando nel 1959 andò in pensione, si dedicò a corsi e conferenze nelle università americane[3].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Riccardo Paradisi, Owen Barfield, quel mondo fantasy di Tolkien e Lewis inventato tra birre al pub, su Panorama, 1º dicembre 2012. URL consultato il 25 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 25 marzo 2014).
  2. ^ Fabio Montelatici, Le amicizie antroposofiche di J.R.R. Tolkien (PDF), su Progetto Antropos.
  3. ^ Giovanni Maddalena, Quelle strane teorie di Owen Barfield, il maestri di Lewis e Tolkien, su Il Sussidiario, 2 gennaio 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN64132187 · ISNI (EN0000 0001 1658 669X · LCCN (ENn79091490 · GND (DE119201186 · BNF (FRcb12814248j (data) · WorldCat Identities (ENn79-091490