John Glascock

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
John Glascock
John Glascock.jpg
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereRock progressivo
Periodo di attività musicale1962 – 1979
StrumentoBasso elettrico, Chitarra elettrica
GruppiThe Juniors, The Gods, Head Machine, Toe Fat, Chicken Shack, Carmen, Jethro Tull
Album pubblicati12 (5 con i Jethro Tull)

John Glascock (Islington, 2 maggio 1951Londra, 17 novembre 1979) è stato un bassista britannico, componente dello storico gruppo progressive dei Jethro Tull dal 1975 al 1979, anno della sua morte, causata da un difetto cardiaco.

Carriera musicale[modifica | modifica wikitesto]

Caratterizzato dalla sua voce melodica, fortemente ispirata da Paul McCartney, e dal suo basso imponente e vigoroso, John inizia la sua carriera prestissimo: a soli 11 anni entra nei The Juniors, un quintetto che comprendeva anche il futuro Rolling Stones Mick Taylor, con cui pubblica un singolo e aprirà un festival al Wembley Stadium. Dopodiché suona nei The Gods, Head Machine, Toe Fat (tutti con i futuri Uriah Heep Lee Kerslake e Ken Hensley), Chicken Shack e Carmen. Fu dopo lo scioglimento dell'ultimo gruppo, nel 1975, che John entrò nei Jethro Tull in sostituzione di Jeffrey Hammond, il quale aveva abbandonato per dedicarsi alla pittura. Glascock ha suonato in cinque album del gruppo (Too Old to Rock 'n' Roll: Too Young to Die!, Songs from the Wood, Heavy Horses, Bursting Out e Stormwatch) prima della sua prematura morte.

Le prime serie avvisaglie dei suoi problemi cardiaci sorsero durante il tour europeo di Heavy Horses, nel 1978, e fu così momentaneamente sostituito dal bassista Tony Williams per l'imminente tour che seguiva l'uscita dell'album. Si scoprì che un'infezione ad un dente colpì il cuore, danneggiando una valvola già debole, condizione ereditata alla nascita dal padre. Fu necessario un intervento per rimpiazzare la valvola danneggiata ma Glascock non si riprese mai completamente. Anzi, le condizioni peggiorarono notevolmente durante le registrazioni dell'album Stormwatch (nel quale è presente in solo tre tracce; nelle altre è lo stesso Anderson a suonare) e questo causò il suo definitivo abbandono. Fu rimpiazzato da Dave Pegg e il 17 novembre 1979, a soli 28 anni, morì a causa di un rigetto della nuova valvola.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Con i The Juniors[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  1. There's a Pretty Girl/Pocketsize (1962, Decca)

Con i The Gods[modifica | modifica wikitesto]

LP[modifica | modifica wikitesto]

  1. Genesis (1968, Columbia)
  2. To Samuel, a Son (1970, Columbia)

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  1. Baby's Rich/Somewhere in the Street (1968, Columbia)
  2. Hey Bulldog/Real Love Guaranteed (1968, Columbia)
  3. Maria/Long Time, Bad Time, Sad Time (1970, Columbia)

Con i Toe Fat[modifica | modifica wikitesto]

LP[modifica | modifica wikitesto]

  1. Toe Fat (1970, Motown)
  2. Toe Fat II (1971, Motown)

Con i Chicken Shack[modifica | modifica wikitesto]

LP[modifica | modifica wikitesto]

  1. Imagination Lady (1972, Deram)

Con i Carmen[modifica | modifica wikitesto]

LP[modifica | modifica wikitesto]

  1. Fandangos in Space (1973, Airmail)
  2. Dancing on a Cold Wind (1974, Airmail)
  3. The Gypsies (1975, Mercury)

Con i Jethro Tull[modifica | modifica wikitesto]

LP[modifica | modifica wikitesto]

  1. Too Old to Rock 'n' Roll: Too Young to Die! (1976, Chrysalis)
  2. Songs from the Wood (1977, Chrysalis)
  3. Heavy Horses (1978, Chrysalis)
  4. Stormwatch (1979, Chrysalis)

Live[modifica | modifica wikitesto]

  1. Bursting Out (1978, Chrysalis)

Note[modifica | modifica wikitesto]


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN167938743 · ISNI (EN0000 0001 1518 8382