Javelin (DC Comics)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Javelin
UniversoUniverso DC
Lingua orig.Inglese
Alter egoSconosciuto
Autori
EditoreDC Comics - DC Comics
1ª app.febbraio 1984
1ª app. inLanterna Verde n. 173
SpecieUmano
SessoMaschio
EtniaCaucasico
Luogo di nascitaGermania
Poteri
  • Utilizzo di giavellotti truccati e simili gadgets
  • Agilità
  • Volo
  • Abile nel combattimento senza armi
  • Abile nell'uso delle armi
Affiliazione

Javelin (dall'inglese, "Giavellotto") è un super criminale immaginario pubblicato nei fumetti DC Comics. Comparve per la prima volta in Lanterna Verde n. 173 (febbraio 1984), e fu creato a Dennis O'Neil, Mike Sekowsky, e Dick Giordano.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Un criminale atleta di cui si sa pochissio, Javelin comparve in Los Angeles, California, dove fu assunto dal congressista Jason Bloch per rubare un prezioso motore di un Jet Solare dell'Areonautica Ferris.

Questo furto portò Javelin inevitabilmente ad un conflitto con Lanterna Verde, che lavorava alle Industrie Aeronautiche Ferris nella sua identità segreta.

Durante il loro primo scontro, Javelin scoprì che il giallo non aveva effetto sui poteri di Lanterna Verde, e così dipinse il missile che lanciò contro le Industrie Ferris di giallo, così come convertì in giallo tutto il suo arsenale. Catturato infine da Lanterna Verde, il criminale ricomparve successivamente e probabilmente combatté contro Skyrocket dei Power Company.

Successivamente accettò di diventare un membro, sebbene temporaneamente, della Suicide Squad in cambiò dell'eliminazione dei suoi registri criminali. La sua prima missione fu quella di andare in Russia e liberare Nemisis. In questa missione, la Squad entrò in conflitto con la Justice League International. La sua ultima missione, invece, fu una battaglia contro la malvagia Circe, in una parte del crossover Guerra degli Dei. Javelin fu parte di una nuova versione della Squad, creata per avere della "carne da cannone". Durante l'invasione, la maga Circe impalò Javelin con uno dei suoi giavellotti, apparentemente uccidendolo.

Javelin ricomparve successivamente a San Francisco, sottolineando la sua apparente scomparsa anni addietro e la sua successiva sopravvivenza, lavorando per il paranoico Dottor Cyber. Fu nuovamente sconfitto dalla sua vecchia nemica Skyrocket quando cercò di battersi con lei.

Un Anno Dopo[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Un anno dopo (fumetto).

Nonostante ciò, fu catturato da Lanterna Verde senza molti problemi, ma Javelin rimase dietro le sbarre finché non fu assunto da Mirror Master nel tentativo di incastrare Amanda Waller. Si alleò con diversi altri criminali, come Plastique e il duo Punch e Jewlee. Invasero una struttura militare in Myanmar al fine di neutralizzare quella che sembrava essere una fonte di potere super umana. Javelin rimase ucciso da una jeep in fuga mentre cercava di proteggere la fresca vedova sconvolta, Jewelee[1].

JLA: Cry for Justice[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Justice League: Cry for Justice.

Javelin compare in Justice League: Cry for Justice, mentre combatte contro Freccia Verde e Lanterna Verde nel centro di Gotham. Lo si vede lanciare una lancia contro gli eroi, che però finisce per frangersi contro Supergirl. Quindi, l'eroina provvide a metterlo fuori combattimento.

In altri media[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Checkmate vol. 2, n. 6

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics