Hesketh Racing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Hesketh)
Hesketh Racing
Categorie
Formula 1
Dati generali
Anni di attività dal 1973 al 1978
Fondatore Alexander Hesketh
Formula 1
Anni partecipazione Dal 1974 al 1978
Miglior risultato 4° (1975)
Gare disputate 52
Vittorie 1

La Hesketh Racing è stata una squadra di Formula 1 fondata dall'aristocratico inglese Lord Alexander Hesketh. Ha partecipato al campionato dal 1974 al 1978 e ha vinto il Gran Premio d'Olanda 1975 con James Hunt. In precedenza aveva dato vita ad un team di Formula 3, sempre con Hunt come pilota.

Storia in Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

La Hesketh 308D del 1976

La Hesketh debutta nel campionato del mondo 1974. La vettura è progettata da Harvey Postlethwaite e come pilota c'è James Hunt. Ma già al 31º giro il motore cede e il pilota inglese è costretto al ritiro. Le prime gare sono infatti un disastro dietro l'altro. Finalmente i risultati arrivano al GP di Svezia, con un terzo posto. Va detto che comunque la vettura fino a quel momento aveva ottenuto buone prestazioni in qualifica ed era stata penalizzata dalla scarsa affidabilità. Problema che si presenterà anche nelle gare successive e terminerà con un altro terzo posto in Austria. Seguiranno nelle restanti tre gare sette punti (4º posto in Canada e 3º posto negli USA). La prima stagione terminerà bene, nel complesso, con la conquista del sesto posto in classifica costruttori.

Il 1975 è l'anno migliore della scuderia con la conquista di una memorabile vittoria in Olanda, che rappresenta una rivincita per Lord Hesketh nei confronti dei grandi team. A fine stagione pilota e scuderia termineranno al quarto posto nelle rispettive classifiche.

Con la partenza di Hunt e di Postlethwaite, nel 1976 comincerà un periodo di crisi per la scuderia. Sui campi di gara il boss Lord Hesketh non si farà, praticamente, più vedere, dimostrando ciò che nel mondo della Formula 1 è noto: il team prosegue l'attività nel 1976 in forma semiufficiale soprattutto per poter incassare i bonus economici che derivano dall'ottima stagione 1975 e che la neonata associazione dei costruttori (capitanata da Bernie Ecclestone) ha stabilito a favore dei team. La scuderia inglese non disputa tutte le gare del campionato;pilota costante nella formazione schierata sarà l'austriaco Harald Ertl,sulla numero 24; mentre sulla monoposto numero 25 siederanno Guy Edwards, più frequentemente, ma anche Alex Dias Ribeiro e Rolf Stommelen. Questi piloti sono spesso relegati in ultima fila dopo le qualifiche o addirittura, come nel Gran Premio degli Usa West, nessuna delle due vetture schierate si qualifica (anche a causa di un serio incidente al pilota austriaco Harald Ertl). Il miglior risultato è rappresentato da un settimo posto colto sempre da Ertl nella gara di casa, a tre giri dal vincitore Lauda, anche se altre due gare vedono il pilota austriaco, che scende in pista con la Hesketh numero 24, sfiorare i punti con maggior merito: l'Austria ed il Giappone, con due ottavi posti. Un aspetto piuttosto curioso della stagione è che entrambi i piloti del team schierati in Germania (Ertl e Edwards) saranno fra i protagonisti del salvataggio di Niki lauda, imprigionato sul Nurburgring nella sua Ferrari in fiamme, dopo l'incidente al Bergwerk.

Naturalmente il budget limitato non permette alcuno sviluppo e la vettura è progressivamente meno performante.

Nel 1977 il risultato è pressoché identico, con qualche miglioramento in qualifica, ma la solita scarsa affidabilità in gara.

Nel 1978 la Hesketh, dopo aver fallito la qualifica nelle prime due gare con la inesperta ex sciatrice Divina Galica, partecipa al solo Gp del Sud Africa con Eddie Cheever. Si chiude dopo 52 Gran premi l'esperienza della scuderia inglese nel circus della F1.

Risultati in Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Anno Vettura Motore Gomme Piloti Flag of Argentina.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of South Africa (1928-1994).svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Flag of Belgium.svg Flag of Monaco.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Punti Pos.
1974 P308 Ford Cosworth DFV F Hunt Rit 10 Rit Rit 3 Rit Rit Rit Rit 3 Rit 4 3 15
Scheckter 13 NQ
Anno Vettura Motore Gomme Piloti Flag of Argentina.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of South Africa (1928-1994).svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Flag of Monaco.svg Flag of Belgium.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Punti Pos.
1975 P308
P308C
Ford Cosworth DFV F Hunt 2 6 Rit Rit Rit Rit Rit 1 2 4 Rit 2 5 4 33
Lunger 13 13 10 Rit
Anno Vettura Motore Gomme Piloti Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of South Africa (1928-1994).svg Flag of the United States.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Flag of Belgium.svg Flag of Monaco.svg Flag of Sweden.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of Japan.svg Punti Pos.
1976 P308D Ford Cosworth DFV G Ertl 15 NQ NQ Rit NQ Rit Rit 7 8 Rit 16 NP 13 8 0 14º
Anno Vettura Motore Gomme Piloti Flag of Argentina.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of South Africa (1928-1994).svg Flag of the United States.svg Flag of Spain (1977 - 1981).svg Flag of Monaco.svg Flag of Belgium.svg Flag of Sweden.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Canada.svg Flag of Japan.svg Punti Pos.
1977 P308E
P308
Ford Cosworth DFV G Ertl Rit NQ 9 16 NQ NA 0
Ashley NQ NQ NQ 17 INF
Rebaque NQ NQ NQ NA Rit NQ NQ NA
Anno Vettura Motore Gomme Piloti Flag of Argentina.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of South Africa (1928-1994).svg Flag of the United States.svg Flag of Monaco.svg Flag of Belgium.svg Flag of Spain (1977 - 1981).svg Flag of Sweden.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Canada.svg Punti Pos.
1978 P308E Ford Cosworth DFV G Galica NQ NQ 0
Cheever Rit
Daly NQ NQ NQ

L'attività motociclistica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1977 Lord Hesketh decide di costruire la moto che sarebbe dovuta diventare la Rolls-Royce a due ruote. Finalmente nel 1981 la moto, battezzata V1000, entra in produzione ma non riesce a riscuotere il successo sperato, dopo nemmeno un anno Lord Hesketh è costretto a dichiarare bancarotta sommerso dai debiti.

Alla fine del 1982 Lord Hesketh assieme ad altri due soci forma una nuova società: la Hesleydon LTD. Oltre a costruire il modello base V 1000, crea la Vampire, stesso modello dotato però di carenatura super avvolgente. L'avventura però dura altrettanto poco. Da quel momento le moto marchiate Hesketh vengono costruite, solo su ordinazione, da Mick Broom in un'ala riservata della tenuta di Easton Neston nel Northamptonshire. Dal 2008 in seguito alla vendita della meravigliosa tenuta di Easton Neston ad un magnate russo da parte di lord Hesketh, le motociclette vengono assemblate in un capannone a Turweston (vicino a Silverstone). Nel 2009 Mick Broom rese nota la sua intenzione di cedere l'attività e godersi un meritato riposo. Nel 2010 l'attività è stata rilevata dall'imprenditore Paul Sleeman, che ha resuscitato il marchio con una rinnovata produzione limitata.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]