Giulio Giorello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giulio Giorello

Giulio Giorello (Milano, 14 maggio 1945Milano, 15 giugno 2020) è stato un filosofo, matematico, accademico ed epistemologo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giulio Giorello conseguì due lauree: la prima in Filosofia presso l'Università degli Studi di Milano nel 1968 (sotto la guida di Ludovico Geymonat), la seconda in Matematica all'Università degli Studi di Pavia nel 1971. Insegnò quindi Meccanica razionale presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi di Pavia, per poi passare alla Facoltà di Scienze fisiche e matematiche dell'Università degli Studi di Catania, di Scienze fisiche presso l'Università degli Studi dell'Insubria, sede di Como, e al Politecnico di Milano.

Ricoprì dal 1978 al 2015 la cattedra (già di Ludovico Geymonat) di Filosofia della scienza presso l'Università degli Studi di Milano; fu inoltre Presidente della SILFS (Società Italiana di Logica e Filosofia della Scienza) dal 2004 al 2008.[1]

Diresse la collana Scienza e idee di Raffaello Cortina Editore e collaborò, come elzevirista, alle pagine culturali del quotidiano milanese Corriere della Sera. Vinse la IV edizione del Premio Nazionale Frascati Filosofia 2012. Fu attivo in rassegne culturali insieme allo scrittore Luca Gallesi.

È morto a Milano il 15 giugno 2020, presumibilmente per complicanze dovute al COVID-19.[2][3] Tre giorni prima del decesso aveva sposato la compagna Roberta Pelachin.[4] Il corpo è stato cremato al cimitero di Lambrate, ove le ceneri sono state poi portate nel Giardino del Ricordo[5], un luogo dove vengono sparse per essere assorbite dalla natura[6].

Pensiero[modifica | modifica wikitesto]

Giorello divise i suoi interessi tra lo studio di critica e crescita della conoscenza con particolare riferimento alle discipline fisico-matematiche e l'analisi dei vari modelli di convivenza politica; dalle sue prime ricerche in filosofia e storia della matematica, i suoi interessi si erano poi ampliati verso le tematiche del cambiamento scientifico e delle relazioni tra scienza, etica e politica. La sua visione politica era di stampo liberal democratico e si ispirava, tra gli altri, al filosofo inglese John Stuart Mill.

Si occupò anche di storia della scienza - in particolare le dispute novecentesche sul "metodo" - e di storia delle matematiche (Lo spettro e il libertino). Nel 1981 curò con Marco Mondadori l'edizione italiana di Sulla libertà di John Stuart Mill. Giulio Giorello era ateo e scrisse al riguardo il libro Senza Dio. Del buon uso dell'ateismo.[7]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Giulio Giorello fra il prof. Peter Atkins (il primo da sinistra) e Giuseppe Testa, direttore del Laboratorio di Epigenetica delle cellule staminali, alla conferenza mondiale Science for Peace - Aula Magna Università Bocconi di Milano - 16 novembre 2013
Giulio Giorello relatore al convegno internazionale "Science for Peace", Milano 14 novembre 2014
  • Roberto Rampi-Giuseppe Vacca-G. Giorello, Nino: Appunti su Antonio Gramsci, Infoarte, 2007, ISBN 978-88-902-6301-9.
  • Pier Luigi Gaspa-G. Giorello, La scienza tra le nuvole. Da Pippo Newton a Mr Fantastic, Milano, Raffaello Cortina, 2007, ISBN 978-88-6030-125-3.
  • Libertà contro democrazia, Collana Saggi, Milano, Mondadori, 2007, ISBN 978-88-045-3942-1.
  • G. Giorello-Dario Antiseri, Libertà. Un manifesto per credenti e non credenti, Milano, Bompiani, 2008, ISBN 978-88-452-6176-3.
  • G. Giorello-Francesco D'Agostino, Il peso politico della Chiesa, Cinisello Balsamo, San Paolo, 2008, ISBN 978-88-215-6200-6.
  • Viaggio intorno all'Evoluzione, con E. Sciarra, F. Eugeni, C. Venturelli, a cura di R. Mascella, Zikkurat Edizioni&Lab, 2008, ISBN 978-88-903-7873-7.
  • Harsanyi visto da Giulio Giorello e Simona Morini (con Simona Morini), Milano, Luiss University press, 2008.
  • Viandante del relativismo, Dialoghi con Marco Alloni, ADV, 2009, ISBN 978-88-792-2056-9.
  • Albert Einstein, il Socrate della Fisica, Collana Alle 8 di sera, Palermo, Sellerio, 2009, ISBN 978-88-389-2450-7.
  • G. Giorello-Edoardo Boncinelli, Lo scimmione intelligente. Dio, natura e libertà, Milano, Rizzoli, 2009.
  • Introduzione a Apostolos Doxiadis e Christos H. Papadimitriou, Logicomix, Milano, Guanda, 2010, ISBN 978-88-6088-168-7.
  • Lussuria. La passione della conoscenza, Collana Intersezioni, Bologna, Il Mulino, 2010, ISBN 978-88-151-3329-8.
  • Senza Dio. Del buon uso dell'ateismo, Milano, Longanesi, 2010.
  • G. Giorello-Carlo Maria Martini, Ricerca e Carità. Due voci a confronto su scienza e solidarietà, a cura di D. Modena, Milano, Editrice San Raffaele, 2010, ISBN 978-88-966-0320-8. - Milano, Longanesi, 2015, ISBN 978-88-304-4240-5.
  • Se ti spiegassi la scienza?, Dialoghi con Marco Alloni, Reggio Emilia, Aliberti, 2011, ISBN 978-88-742-4762-2.
  • Il tradimento. In politica, in amore e non solo, Milano, Longanesi, 2012. ISBN 978-88-304-3164-5. Premio Nazionale Rhegium Julii Saggistica.[8]
  • Lutero e Calvino: coscienza e istituzione, Book Time, 2012, ISBN 978-88-621-8199-0.
  • G. Giorello-Ilaria Cozzaglio, La filosofia di Topolino, Milano, Guanda, 2013, ISBN 978-88-235-0244-4.
  • La lezione di Martini. Quello che da ateo ho imparato da un cardinale, Piemme, 2013, ISBN 978-88-566-3255-2.
  • G. Giorello-Paolo Vineis, Scienza, religione, e modernità. Caligara Lectures 2013, Giappichelli, 2014, ISBN 978-88-348-4709-1.
  • G. Giorello-Edoardo Boncinelli, Noi che abbiamo l'animo libero. Quando Amleto incontra Cleopatra, Collana Le spade, Milano, Longanesi, 2014, ISBN 978-88-304-3832-3.
  • G. Giorello-Pietro Adamo, Diritti a sinistra, Collana Schegge, Indiana, 2014, ISBN 978-88-974-0414-9.
  • Il fantasma e il desiderio, Collana Saggi, Milano, Mondadori, 2015, ISBN 978-88-046-5834-4.
  • Libertà, Collana I sampietrini, Torino, Bollati Boringhieri, 2015, ISBN 978-88-339-2353-6.
  • L'incanto e il disinganno: Leopardi. Poeta, filosofo, scienziato, Biblioteca della Fenice, Milano, Guanda, 2016, ISBN 978-88-235-1406-5.
  • Piero Coda-G. Giorello, Dio? Dove e quando, Collana Saggi, Imprimatur, 2016, ISBN 978-88-683-0377-8.
  • G. Giorello-Vincenzo Barone, La matematica della natura. Raccontare la matematica, Collana Intersezioni, Bologna, Il Mulino, 2016, ISBN 978-88-152-5416-0.
  • G. Giorello-Elio Sindoni, Un mondo di mondi. Alla ricerca della vita intelligente nell'universo, Collana Scienza e Idee, Milano, Raffaello Cortina, 2016, ISBN 978-88-603-0842-9.
  • L'etica del ribelle. Intervista su scienza e rivoluzione, a cura di Pino Donghi, Collana Saggi Tascabili, Roma-Bari, Laterza, 2017, ISBN 978-88-581-1969-3.
  • La libertà e i suoi vincoli, Roma, Castelvecchi, 2017, ISBN 978-88-694-4639-9.
  • Remo Bodei-G. Giorello-Michela Marzano-Salvatore Veca, Le virtù cardinali. Prudenza, temperanza, fortezza, giustizia, Collana I Robinson.Letture, Roma-Bari, Laterza, 2017, ISBN 978-88-581-2763-6.
  • G. Giorello-Pier Luigi Gaspa, Giardini del fantastico. Le meraviglie della botanica dal mito alla scienza in letteratura, cinema e fumetto, ETS, 2017, ISBN 978-88-467-4923-9.
  • Libertà di pensiero. Girodano Bruno, John Stuart Mill e Paul K. Feyerabend, Collana Volti, Milano, Mimesis, 2017, ISBN 978-88-575-5158-6.
  • G. Giorello-Giuseppe Sabella, Società aperta e lavoro. La rappresentanza tra ecocrisi e intelligenza artificiale, Cantagalli, 2019, ISBN 978-88-687-9733-1.
  • G. Giorello-Pino Donghi, Errore, Collana Parole Controtempo, Bologna, Il Mulino, 2019, ISBN 978-88-152-8520-1.
  • La danza della parola. L'ironia come arma civile per combattere schemi e dogmatismi, Collana Orizzonti, Milano, Mondadori, 2019, ISBN 978-88-047-2038-6.
  • Apocalisse letto da G. Giorello. I libri della Bibbia, Piemme, 2020, ISBN 978-88-566-7705-8.
  • La filosofia di Tex e altri saggi. Dal fumetto alla scienza, Prefazione di Roberto Festi, Postfazione di Gianfranco Manfredi, Collana Il caffè dei filosofi, Milano, Mimesis, 2020, ISBN 978-88-575-6639-9.
  • G. Giorello-Vittorio Sgarbi, Il bene e il male. Dio, Arte, Scienza, Milano, La nave di Teseo, 2020, ISBN 978-88-939-5028-2.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ SILFS Past Presidents, su silfs.it. URL consultato il 20 giugno 2020.
  2. ^ https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/libri/approfondimenti/2020/06/15/e-morto-il-filosofo-giulio-giorello_ca38aabe-c76a-47df-97b6-15494a58d870.html
  3. ^ https://www.corriere.it/cultura/20_giugno_16/morto-giorello-non-si-era-mai-arreso-ricovero-ritorno-ultimi-doni-20e01862-afac-11ea-a957-8b82646448cc.shtml
  4. ^ È morto il filosofo Giulio Giorello, in la Repubblica, 15 giugno 2020.
  5. ^ Comune di Milano, App di ricerca defunti Not 2 4get.
  6. ^ Un giardino per il ricordo al cimitero di Lambrate - VareseNews, in VareseNews, 11 ottobre 2004. URL consultato il 19 marzo 2017.
  7. ^ Longanesi (collana Le spade), 2010
  8. ^ premio Rhegium Julii, su circolorhegiumjulii.wordpress.com. URL consultato il 3 novembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN2470891 · ISNI (EN0000 0000 8081 5656 · SBN IT\ICCU\CFIV\038015 · LCCN (ENn79100593 · GND (DE172114500 · BNF (FRcb11905010c (data) · BNE (ESXX948823 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n79100593