Geraldo Majella Agnelo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Geraldo Majella Agnelo
cardinale di Santa Romana Chiesa
Geraldomajella2006 (cropped).jpg
Il cardinale Agnelo il 24 agosto 2006
Coat of arms of Geraldo Majella Agnelo.svg
Caritas cum Fide
 
TitoloCardinale presbitero di San Gregorio Magno alla Magliana Nuova
Incarichi attualiArcivescovo emerito di São Salvador de Bahia (dal 2011)
Incarichi ricoperti
 
Nato19 ottobre 1933 (84 anni) a Juiz de Fora
Ordinato presbitero29 giugno 1957 dal vescovo Antônio Maria Alves de Siqueira (poi arcivescovo)
Nominato vescovo14 maggio 1978 da papa Paolo VI
Consacrato vescovo6 agosto 1978 dal cardinale Paulo Evaristo Arns, O.F.M.
Elevato arcivescovo4 ottobre 1982 da papa Giovanni Paolo II
Creato cardinale21 febbraio 2001 da papa Giovanni Paolo II
 

Geraldo Majella Agnelo (Juiz de Fora, 19 ottobre 1933) è un cardinale e arcivescovo cattolico brasiliano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Ha ricevuto l'ordine sacro il 29 giugno 1957, già laureato in filosofia e teologia. Tra il 1967 e il 1970 ha conseguito un dottorato in teologia con specializzazione il liturgia presso il Pontificio Ateneo Sant'Anselmo a Roma. Al ritorno in Brasile, dopo un periodo di insegnamento universitario, assume nel 1974 l'incarico di rettore della facoltà di teologia a San Paolo.

Ministero episcopale e cardinalato[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 maggio 1978 papa Paolo VI lo ha nominato vescovo di Toledo nello Stato del Paraná. Ha ricevuto l'ordinazione episcopale dal cardinale Paulo Evaristo Arns il 6 agosto 1978 in coincidenza con la morte di papa Paolo VI.

Papa Giovanni Paolo II lo ha promosso arcivescovo di Londrina, sempre nello Stato del Paraná, il 4 ottobre 1982; il 16 settembre 1991 lo ha nominato Segretario della Congregazione del Culto Divino e della Disciplina dei Sacramenti.

L'arcivescovo Majella Agnelo (al centro), con il ministro degli affari esteri brasiliano Celso Amorim (a sinistra) e l'allora vescovo ausiliare di San Paolo Odilo Pedro Scherer (a destra) nel 2007.

Nominato arcivescovo di San Salvador di Bahia è stato elevato al rango di cardinale nel concistoro del 21 febbraio 2001. È stato, inoltre, presidente della Conferenza Nazionale dei Vescovi del Brasile fino all'inizio del 2007, quando, scaduto il suo mandato ha ceduto il governo della CNBB a Dom Geraldo Lyrio Rocha, arcivescovo di Mariana. È membro del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti e della Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa.

In quanto arcivescovo di San Salvador di Bahia è stato primate del Brasile.

Al momento della successione a papa Giovanni Paolo II era considerato uno dei papabili.

Il 12 gennaio 2011 papa Benedetto XVI ha accettato le sue dimissioni per raggiunti limiti d'età. Gli succede l'arcivescovo Murilo Sebastião Ramos Krieger.

Il 19 ottobre 2013 compie 80 anni ed esce dal novero dei cardinali elettori.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

- (versione epub)

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN89728841 · ISNI (EN0000 0001 0923 3941 · GND (DE1117120848 · BAV ADV12024853