Lajos Kada

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lajos Kada
arcivescovo della Chiesa cattolica
Template-Archbishop.svg
Incarichi ricoperti
Nato 16 novembre 1924 a Budapest
Ordinato presbitero 10 ottobre 1948
Nominato arcivescovo 20 giugno 1975 da papa Paolo VI
Consacrato arcivescovo 20 luglio 1975 dal cardinale Jean-Marie Villot
Deceduto 16 novembre 2001 a Budapest

Lajos Kada (Budapest, 16 novembre 1924Budapest, 26 novembre 2001) è stato un arcivescovo cattolico ungherese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lajos Kada nacque a Budapest il 16 novembre 1924.

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 ottobre 1948 fu ordinato presbitero. Il cardinale József Mindszenty lo inviò quindi a Roma per proseguire gli studi. Soggiornò presso il Pontificio collegio germanico-ungarico. Fu il primo allievo ungherese ad essere ammesso alla Pontificia accademia ecclesiastica di Roma. Dopo aver concluso gli studi, nel 1957, entrò nel servizio diplomatico della Santa Sede e operò nelle rappresentanze pontificie in Pakistan dal 1959 al 1962 e in Scandinavia dal 1964 al 1971. Il 15 settembre 1972 venne nominato sottosegretario del Pontificio consiglio "Cor Unum".

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 giugno 1975 papa Paolo VI lo nominò arcivescovo titolare di Tibica e nunzio apostolico in Costa Rica. Ricevette l'ordinazione episcopale il 20 luglio successivo dal cardinale Jean-Marie Villot, segretario di Stato di Sua Santità, cocosancranti gli arcivescovi Giovanni Benelli, sostituto per gli affari generali della Segreteria di Stato, e Corrado Bafile, pro-prefetto della Congregazione per le cause dei santi. Il 15 ottobre 1980 venne nominato anche nunzio apostolico in El Salvador.

Poco dopo l'assassinio dell'arcivescovo Óscar Romero, l'8 aprile 1984 venne nominato segretario della Congregazione per i sacramenti che il 28 giugno 1988, con la firma della costituzione apostolica Pastor Bonus, divenne l'attuale Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti.

Il 22 agosto 1991 papa Giovanni Paolo II lo nominò nunzio apostolico in Germania. Il suo mandato vide tra l'altro il riordino delle diocesi nella parte orientale del paese. Il 22 settembre 1995 venne trasferito all'incarico di nunzio apostolico in Spagna al quale si aggiunse, il 6 marzo dell'anno successivo, quello di nunzio apostolico in Andorra

Oltre all'ungherese parlava tedesco, italiano, latino, inglese, francese, spagnolo, greco ed ebraico.

Il 1º marzo 2000 papa Giovanni Paolo II accettò la sua rinuncia agli incarichi per raggiunti limiti di età.

Si trasferì nella sua nativa Budapest dove morì dopo una lunga battaglia contro il cancro il 26 novembre 2001 all'età di 77 anni. In base ai suoi desideri, fu sepolto nella tomba di famiglia nel cimitero del quartiere Kerepesdűlő di Budapest, accanto alla madre.[1]

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze ungheresi[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore con Placca dell'Ordine al Merito della Repubblica ungherese - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore con Placca dell'Ordine al Merito della Repubblica ungherese
— 2000

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Rev Lajos Kada, su findagrave.com. URL consultato il 16 marzo 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) David Cheney, Lajos Kada, su Catholic-Hierarchy.org. Modifica su Wikidata
Controllo di autoritàVIAF (EN100436181 · ISNI (EN0000 0000 7134 1938 · GND (DE139131442