Gene Mayer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gene Mayer
Gene Mayer.jpg
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 183 cm
Peso 68 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 317 - 158
Titoli vinti 14
Miglior ranking 4° (6 ottobre 1980)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros 4T (1979)
Regno Unito Wimbledon QF (1980, 1982)
Stati Uniti US Open QF (1982, 1984)
Altri tornei
Tour Finals SF (1980)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 167 - 91
Titoli vinti 16
Miglior ranking 5° (9 luglio 1979)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros V (1978, 1979)
Regno Unito Wimbledon SF (1980)
Stati Uniti US Open 2T (1978)
Palmarès
1982 Coppa Davis Stati Uniti Stati Uniti
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al definitivo

Gene Mayer (Flushing, 11 aprile 1956) è un ex tennista statunitense.

Anche suo fratello Sandy è stato un tennista professionista, anch'egli capace di raggiungere le prime dieci posizioni mondiali (i cosiddetti "top ten") sia nel singolo che nel doppio (rispettivamente 7° e 3°). Rappresentano gli unici fratelli ad avere raggiunto i "top ten" (entrambi sia in singolo che in doppio). Furono allenati dal padre Dr. Alex Mayer Sr. anch'egli giocatore di Coppa Davis americano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a giocare a tennis all'età di due anni[1], da giovane frequenta l'Università di Stanford dove si laurea in soli tre anni[1] e nel 1979 ottiene il titolo di All-Americans.[1] Destro di nascita partecipa sia a tornei in singolare che di doppio ed in entrambe le specialità riesce a scalare la classifica fino alla top-5. Dotato di un talento e soprattutto di un tocco straordinario, grazie ad una peculiarità tecnica: la capacità di giocare sia dritto che rovescio a due mani. In particolare si ricordano le sue smorzate improvvise. La sua attività fu limitata da un fisico piuttosto fragile e da numerosi infortuni, in particolare alle caviglie. Conquista i primi titoli nel 1978, vince infatti il Guadalajara Open in singolare e ben sei titoli nel doppio, tra questi si conta il Roland Garros in coppia con Hank Pfister.
L'anno successivo sono cinque le vittorie in doppio dove riesce a difendere il titolo all'Open di Francia, è ancora uno il titolo in singolare. Nel 1980 raggiunge i primi quarti di finale in un torneo dello Slam, a Wimbledon dove viene eliminato dal futuro vincitore Björn Borg. Durante la stagione ottiene anche il suo best ranking con la quarta posizione mondiale raggiunta in ottobre, pochi mesi prima aveva raggiunto inoltre la quinta posizione in doppio. Al Masters di fine anno viene sconfitto in semifinale da Ivan Lendl.
Partecipa alla Coppa Davis 1982 e con quattro vittorie e due sconfitte riesce ad aiutare il team americano alla conquista del titolo.[2]
Chiude la carriera con trenta titoli conquistati, quattordici in singolare.[3]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (14)[modifica | modifica wikitesto]

Nr. Anno Torneo Superficie Avversario in finale Risultato
1. 1978 Messico Guadalajara Open, Guadalajara Terra battuta Australia John Newcombe 6–3, 6–4
2. 1979 Germania Cologne Grand Prix, Colonia Cemento (i) Polonia Wojciech Fibak 6–3, 3–6, 6–1
3. 1980 Stati Uniti Denver Open, Denver Sintetico Stati Uniti Victor Amaya 6–2, 6–2
4. 1980 Francia Lorraine Open, Metz Sintetico Italia Gianni Ocleppo 6–3, 6–3, 6–0
5. 1980 Stati Uniti Countrywide Classic, Los Angeles Cemento Stati Uniti Brian Teacher 6–3, 6–2
6. 1980 Stati Uniti ATP Cleveland, Cleveland Cemento Stati Uniti Victor Amaya 6–2, 6–1
7. 1980 Stati Uniti SAP Open, San Francisco Sintetico Stati Uniti Eliot Teltscher 6–2, 2–6, 6–1
8. 1981 Stati Uniti U.S. Indoor National Championships, Memphis Sintetico Stati Uniti Roscoe Tanner 6–2, 6–4
9. 1981 Stati Uniti Denver Open, Denver (2) Sintetico Stati Uniti John Sadri 6–4, 6–4
10. 1981 Stati Uniti ATP Cleveland, Cleveland (2) Cemento Stati Uniti Dave Siegler 6–1, 6–4
11. 1981 Svezia Stockholm Open, Stoccolma Cemento (i) Stati Uniti Sandy Mayer 6–4, 6–2
12. 1982 Germania BMW Open, Monaco di Baviera Terra battuta Germania Peter Elter 3–6, 6–3, 6–2, 6–1
13. 1983 Paesi Bassi ATP Rotterdam, Rotterdam Cemento (i) Argentina Guillermo Vilas 6–1, 7–6
14. 1983 Stati Uniti Countrywide Classic, Los Angeles (2) Cemento Stati Uniti Johan Kriek 7–6, 6–1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c atpworldtour.com, Biografia sul sito Atp, atpworldtour.com. URL consultato il 13 giugno 2015.
  2. ^ daviscup.com, Gene Mayer, daviscup.com. URL consultato il 9 maggio 2012.
  3. ^ itftennis.com, Gene Mayer, itftennis.com. URL consultato il 9 maggio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]