Gaetano Gandolfi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Autoritratto di Gaetano Gandolfi, ca. 1780, Pinacoteca Nazionale di Bologna

Gaetano Gandolfi (San Matteo della Decima, 31 agosto 1734Bologna, 20 giugno 1802) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque in una famiglia di artisti. Il fratello Ubaldo, il figlio Mauro e il nipote Democrito furono anch'essi pittori. Studiò all'Accademia Clementina di Bologna, dove ebbe per maestri Felice Torelli e Ercole Lelli. Studiò anche scultura e vinse numerosi premi in concorsi indetti dall'accademia, nelle sezioni del ritratto e della scultura.

Nel 1760 trascorse un anno a Venezia, dove ebbe modo di studiare le opere del Tiepolo e di altri pittori veneti. Viaggiò anche in Inghilterra. Tornato a Bologna, realizzò affreschi e tele in varie chiese e conventi di Bologna. Nella Basilica di San Petronio eseguì il dipinto Madonna di S. Luca e santi Emidio e Ivo. Nel 1775 eseguì la grande tela Nozze di Cana (cm 530 x 679) per il convento dei Canonici Regolari di San Salvatore a Bologna, considerato uno dei suoi capolavori, conservata ora presso la Pinacoteca Nazionale di Bologna.[1]

Le sue opere sono conservate nei musei e gallerie d'arte di tutto il mondo, tra cui il Louvre di Parigi e il Metropolitan Museum of Art di New York. Gli viene anche attribuita la lunetta posta sul portale della Chiesa del Miracolo della Madonna del Fuoco a Forlì.

Nel chiostro Terzi della Certosa di Bologna si trova un monumento funerario a Gaetano e Democrito Gandolfi, attribuito allo scultore Giovanni Putti.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il bozzetto di quest'opera è conservato presso il Walters Art Museum di Baltimora.
  2. ^ Monumento funerario a Gaetano Gandolfi

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN69098170 · ISNI (EN0000 0000 8344 4619 · SBN IT\ICCU\SBNV\016076 · LCCN (ENn88201880 · GND (DE118900927 · BNF (FRcb13571779b (data) · ULAN (EN500005315 · BAV ADV10007515 · CERL cnp00541773