Fratello (singolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fratello
Fratello Official.png
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaClementino
FeaturingJovanotti
Tipo albumSingolo
Pubblicazione6 settembre 2013
Durata2:50
Album di provenienzaMea culpa
GenerePop rap
EtichettaUniversal, Tempi Duri
ProduttoreShablo
Clementino - cronologia
Singolo precedente
(2013)
Singolo successivo
(2014)
Jovanotti - cronologia
Singolo precedente
(2013)

Fratello è un singolo del rapper italiano Clementino, il terzo estratto dal terzo album in studio Mea culpa e pubblicato il 6 settembre 2013.[1]

Il singolo ha visto la collaborazione del noto cantautore Jovanotti.

La canzone[modifica | modifica wikitesto]

Come affermato dallo stesso Clementino, il brano parla di quando, in un futuro remoto, non ci saranno più distinzioni sociali ma ci si rivolgerà l'uno all'altro chiamandosi semplicemente "fratello".

Nel testo del brano vi è una citazione tratta dal brano di Jovanotti L'ombelico del mondo («pelle di Ebano di un padre indigeno e occhi smeraldo come il diamante»), ed è stato questo che ha spinto Clementino a richiedere una collaborazione al cantautore.

Si noti che per tutta la canzone in sottofondo come base musicale è presente un estratto di Congo, brano del gruppo musicale rock progressivo britannico Genesis, registrato per l'album Calling All Stations nel 1997.

La canzone è stata scritta e registrata ad Amsterdam. Inizialmente il brano si sarebbe dovuto intitolare Fratmo, ovvero "fratello mio" in dialetto napoletano.

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il video musicale del brano è stato pubblicato il 10 ottobre 2013 in anteprima sul sito ufficiale de la Repubblica e successivamente l'11 ottobre sul canale ufficiale YouTube del rapper.

Nel video si può vedere Clementino mentre canta la canzone davanti a vari sfondi italiani. Jovanotti appare nel video in alcune riprese fatte dal Brasile, a Rio de Janeiro, dove al momento il cantautore sta proponendo una serie di concerti.[2]

La regia del video è di Ludovico Galletti e Sami Schinaia per quanto riguarda le riprese effettuate in Italia, mentre è a cura di Leandro Manuel Emede e Nicolò Cerioni (della SugarKane Productions) per le riprese fatte in Brasile.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]