Ora (singolo Jovanotti)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ora
Ora Jovanotti.tiff
Screenshot tratto dal videoclip del brano
Artista Jovanotti
Tipo album Singolo
Pubblicazione 29 novembre 2011
Durata 4:00
Album di provenienza Ora
Genere Elettropop
Etichetta Universal Music
Produttore Michele Canova
Certificazioni
Dischi d'oro Italia Italia[1]
(vendite: 15 000+)
Jovanotti - cronologia
Singolo precedente
(2011)
Singolo successivo
(2012)

Ora è il quinto ed ultimo singolo estratto dall'omonimo album di Jovanotti, pubblicato il 29 novembre 2011 dalla Universal, affiancato sull'iTunes Store da una versione Super Deluxe dell'album, con 2 tracce aggiuntive[2]. Questo brano è stato esibito per la prima volta al Il più grande spettacolo dopo il weekend, uno show dell'amico Fiorello, che prende il nome dal precedente singolo di Jovanotti Il più grande spettacolo dopo il Big Bang[3].

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Ora, estratta come quinto singolo, è la canzone che dà il titolo al diciottesimo album di Jovanotti. Ora è una delle prime canzoni scritte e registrate per l'album e solo a pochi giorni dalla chiusura del lavoro ha dato il titolo all'intero progetto. È una canzone emozionante, dal suono innovativo che fonde elementi di elettronica a colori di basso distorto, per esplodere in un finale orchestrale di grande impatto. Nei concerti del Lorenzo Live - Ora in Tour 2011-2012 è la canzone centrale dello spettacolo, il perno emotivo intorno al quale ruota tutto lo show ma anche l'intero disco. A proposito del brano Jovanotti ha dichiarato:

« Avevo le strofe di questa canzone scritte in un sms che avevo mandato a me stesso per ricordarmele. Poi il primo giorno di lavoro in studio con il mio chitarrista l'ho sentito scaldarsi con un giro di accordi mentre accendevamo i computer e mi sono ricordato di quell'sms. L'ho cercato e c'era e in cinque minuti è nata l'idea della canzone, che ho cantato subito prima ancora di registrare tutto il resto. In pratica l'ho cantata su un metronomo e una chitarra abbozzata. Non avevo ancora il ritornello e nemmeno la parola "Ora" ma quando ho sentito il giro armonico che portava a quell'apertura mi sono venute le parole direttamente lì, mentre cantavo. Era da tempo che cercavo una canzone che celebrasse l'attimo presente e che mi servisse a vedere in una luce più calda e positiva il tempo in cui vivo e nel quale mi gioco l'esistenza insieme ai miei contemporanei. Specialmente nell'anno dei festeggiamenti per l'Unità d'Italia, quello in cui siamo investiti dalle imprese del passato e dalle "ansie" rispetto al futuro, a me serviva una canzone che fosse al contrario concentrata sulla forza vitale che è in circolo adesso. Ho creduto subito che questo disco stava nascendo sotto una buona stella. In un attimo è passata tutta l'ansia di prestazione data dal grande successo di Safari e mi sono gettato nel nuovo suono, nelle parole, con una grande voglia di fare un bel disco. "Ora" è una canzone molto semplice che cattura un attimo di emozione in studio ma che in fondo racconta un desiderio di trasformare il mio tempo in un tempo "mio" da vivere fino in fondo".[4] »

Il video[modifica | modifica wikitesto]

Il video, diretto e montato da Michele Lugaresi, è del tutto innovativo: le scene, in cui si susseguono persone comuni a Jovanotti (al PalaCredito di Romagna) riprese nella loro quotidianità, sono riprese da due videocamere affiancate e i fotogrammi di ciascuno dei due filmati sono stati incrociati ottenendo un unico video, in cui si alternano frame di una e dell'altra videocamera. L'effetto finale è quello di una percezione della tridimensionalità dell'ambiente di ripresa, senza l'uso di occhiali o schermi speciali[5]. Questo è il primo video di Jovanotti in 3D.[6]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Ora (Jovanotti, Michele Canova) - 4:00

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2011) Posizione
massima
Italia[7] 6

Andamento nella classifica italiana[modifica | modifica wikitesto]

Italia
Settimana 01
[8]
02
[8]
03
[9]
Posizione
88
6
12

Note[modifica | modifica wikitesto]