Franco Bertoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando lo stilista, vedi Franco Bertoli (stilista).
Franco Bertoli
Franco Bertoli.jpg
Bertoli alla Panini nel 1988
Nazionalità Italia Italia
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Schiacciatore
Carriera
Squadre di club
1976-1977Petrarca
1977-1983CUS Torino
1983-1990Panini
1990-1993Gonzaga Milano
1993-1994Daytona
Nazionale
1980-1988Italia Italia
Carriera da allenatore
1999-2000Daytona
2000-2001Roma
2011-2012Genova
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Bronzo Los Angeles 1984
 

Franco Bertoli (Udine, 29 aprile 1959) è un ex pallavolista, allenatore di pallavolo, dirigente sportivo e politico italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Crebbe sportivamente tra Udine e Padova, città dove esordì in Serie A con la maglia del Petrarca nella stagione 1976-77 nel ruolo di schiacciatore. Successivamente venne trasferito al CUS Torino di Silvano Prandi, dove conquistò tre Scudetti (1978-79, 1979-80, 1980-81) e la prima Coppa dei Campioni vinta da una squadra non proveniente dall'Europa dell'Est (1980).

Da sinistra: Bertoli, Zorzi, Lucchetta e Recine festeggiano la vittoria del Gonzaga Milano nel campionato mondiale per club FIVB 1990.

Nella stagione 1983-84 fu ingaggiato dalla Panini di Modena, il cui posto di allenatore fu occupato, a partire dalla stagione 1985-86, da Julio Velasco. Dopo le prime vittorie in Coppa CEV (1984 e 1985), Coppa delle Coppe (1986) e Coppa Italia (1984-85, 1985-86), la squadra conquistò una serie di quattro Scudetti consecutivi (1985-86, 1986-87, 1987-88, 1988-89). In Emilia vinse ancora la Coppa Italia 1988-89 e la Coppa dei Campioni 1989-90, quest'ultima la prima per il club gialloblù.

Nel 1990 venne trasferito al Gonzaga Milano con cui vinse una Coppa delle Coppe e un Mondiale per Club, e che guidò alla finale play-off nel campionato 1992-93, persa contro il Parma.

Chiuse la carriera dopo aver disputato il diciannovesimo campionato in Serie A1, nella stagione 1993-94, come settimo giocatore con la Daytona Modena, vincendo ancora la Coppa Italia a Perugia in final four contro Parma e Milano. La maglia gialloblù col numero 4, utilizzato da Bertoli dal Modena, venne ritirata dal club dal 1994 al 2014.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Esordì in azzurro l'11 maggio 1980 a Zagabria, nell'ex Jugoslavia. Totalizzò 219 presenze in nazionale, vincendo anche un oro ai Giochi del Mediterraneo di Rabat nel 1983. Scelse di chiudere con l'Italia nel 1988 per dedicarsi unicamente alle squadre di club.

Allenatore e dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi ritirato, divenne direttore generale della Daytona, ruolo che ricoprì dal 1994 al 2000.

Nel 2001 divenne presidente del CONI di Modena, fino al 2011. Nel corso degli anni ha collaborato come commentatore di eventi sportivi per Sky Sport dal 2001.

Nell'aprile 2012, a seguito delle dimissioni di Horacio Del Federico ha assunto l'incarico di allenatore del Genova, squadra che milita in Serie A2, per condurla nell'ultima giornata di campionato e nei successivi play-off promozione.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 si candidò per il Partito Democratico al Consiglio Regionale dell'Emilia-Romagna.[senza fonte]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
CUS Torino: 1978-79, 1979-80, 1980-81
Panini: 1985-86, 1986-87, 1987-88, 1988-89
Panini/Daytona: 1984-85, 1985-86, 1987-88, 1988-89, 1993-94
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
CUS Torino: 1979-80
Panini: 1989-90
Panini: 1982-83, 1983-84, 1984-1985
Panini: 1985-86
Gonzaga Milano: 1992-93
Gonzaga Milano: 1990, 1992

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]