Giovanni Lanfranco (pallavolista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gianni Lanfranco
Nome Giovanni Lanfranco
Nazionalità Italia Italia
Altezza 188 cm
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Centrale
Carriera
Squadre di club
1971-1980 CUS Torino
1980-1986 Pallavolo Parma
1987-1988 CUS Torino
Nazionale
1974-1985 Italia Italia 245 pres.
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Bronzo Los Angeles 1984
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Argento Italia 1978
 

Giovanni Lanfranco, detto Gianni (Torino, 9 maggio 1956), è un ex pallavolista italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Centrale, dopo gli esordi nel calcio con il Torino[1], iniziò a praticare la pallavolo con il CUS, diventando titolare ad appena quindici anni e conquistando, nel 1972, la promozione in Serie A; con il suo importante apporto la squadra cussina di Franco Leone e Silvano Prandi arrivò ai vertici della pallavolo nazionale. Festeggiò le vittorie di due scudetti (1978-79 e 1979-80) e della prima storica Coppa dei Campioni vinta da una squadra non proveniente dall'Europa orientale, nel 1980.

Esordì in Nazionale l'8 aprile 1974, ad Ankara, a soli diciassette anni e undici mesi. Fu tra i titolari della formazione che vinse la prima medaglia olimpica di pallavolo nel 1984, a Los Angeles, oltre al secondo posto ai Mondiali di Roma del 1978. Vanta 245 presenze in azzurro[2].

Nella stagione 1980-81 fu acquistato dalla Santal Parma, che gli garantì anche un impiego alla Parmalat[3]. Con i ducali vinse altri due scudetti (1981-82 e 1982-83), due Coppe Italia (1981-82 e 1982-83) e due Coppe dei Campioni. Nel 1986 annunciò il suo ritiro; ritornò sui suoi passi nel 1987-88, poiché richiesto dal CUS Torino. Per averlo in squadra lo sponsor Bistefani gli offrì un lavoro nell'azienda di Casale Monferrato, dove vive attualmente[3]. È amministratore di un'azienda che distribuisce articoli sportivi[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b [1] Carlo Laudisa. Lanfranco per la Federazione, Cuneo per lo scudetto, da «La Gazzetta dello Sport» - pag. 27, 26 marzo 1999.
  2. ^ Filippo Grassia e Claudio Palmigiano (a cura di). Almanacco illustrato del volley 1987, pag. 303. Modena, Panini, 1986.
  3. ^ a b [2] Maurizio Ternavasio. Gianni Lanfranco, da «Torinosette» - pag. 38, 8 marzo 2002.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]