Silvano Prandi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Silvano Prandi
Silvano Prandi durante un allenamento estivo a Cuneo nel 2006.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex palleggiatore)
Squadra ASUL Lione
Carriera
Squadre di club
1960-1969 Cuneo VBC
1969-1972 CUS Torino
Carriera da allenatore
1976-1988 CUS Torino A1-M
1982-1986 Italia Italia M
1988-1993 Petrarca Padova A1-M
1993-1999 Cuneo VBC A1-M
1999-2001 Lube Macerata A1-M
2001-2004 4Torri Ferrara A1-M
2004-2005 Trentino Volley A1-M
2005-2009 PV Cuneo A1-M
2008-2010 Bulgaria Bulgaria M
2009-2011 Pallavolo Modena A1-M
2011-2013 Top Latina A1-M
2013- ASUL Lione LA-M
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Bronzo Los Angeles 1984
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Bronzo Turchia 2009
 

Silvano Prandi (San Benedetto Belbo, 13 novembre 1947) è un allenatore di pallavolo ed ex pallavolista italiano.

Conosciuto con il soprannome "il Professore", allena da 36 stagioni squadre di Serie A1 maschile e nella sua carriera ha collezionato due esoneri. Attualmente ricopre l'incarico di allenatore dell'Association Sportive Universitaire Lyonnaise Volley-ball.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Prandi nel 1964, durante il suo primo anno al Cuneo VBC

Diplomato all'ISEF, insegnò per un periodo educazione fisica[1], dall'età di 13 anni palleggiò nelle serie minori col Cuneo VBC; nel 1969 approdò al CUS Torino, con la cui maglia giocò per tre anni prima di muovere i primi passi come allenatore nelle giovanili del club. Nel 1976 fu chiamato a dirigere la prima squadra, che guidò alla vittoria di quattro scudetti (Klippan 1978-79, Robe di Kappa 1979-80, 1980-81 e 1983-84), una Coppa delle Coppe (1984) e la Coppa dei Campioni del 1980, la prima vinta da un club italiano e non proveniente dall'Europa dell'Est.

Tra il 1982 e il 1986 allenò anche l'Italia, affiancato del commissario tecnico Carmelo Pittera; in azzurro vinse l'oro ai Giochi del Mediterraneo di Rabat (1983) e lo storico bronzo alle Olimpiadi di Los Angeles del 1984. Nel 1988, dopo la rinuncia del CUS a prendere parte al torneo di A1, lasciò Torino per approdare al Petrarca Padova. Dopo cinque stagioni fece ritorno in Piemonte, ingaggiato dall'Alpitour Diesel Cuneo. Tra il 1993 e il 1999 vinse due Coppe delle Coppe (1997 e 1998), una Coppa CEV (1996), due Coppe Italia (1995-96 e 1998-99), una Supercoppa Italiana (1996) e due Supercoppe Europee.

Nel 1999 passò alla Lube Banca Marche Macerata, con la quale vinse nel 2001 sia la 2000-01 che la Coppa CEV. Successivamente allenò la 4Torri Ferrara e l'Itas Diatec Trentino, squadra dalla quale, nel 2005, subì il primo esonero della sua carriera[1]. Nello stesso anno ritornò a Cuneo; con la BreBanca Lannutti, ha vinto la Coppa Italia 2005-06. Dal 21 ottobre 2008 è ufficialmente il tecnico della Nazionale bulgara maschile[2], grazie al contatto, come già anticipato in precedenza, dall'ex giocatore Ljubo Ganev. Il 29 aprile 2009 ha lasciato la squadra cuneese per la chiamata della Trenkwalder Modena da cui è stato esonerato il 23 gennaio 2011. Nel 2011 viene ingaggiato per guidare l'Andreoli Latina[3], la porta a disputare una storica semifinale scudetto e a guadagnare il pass per l'Europa (Cev Cup). Dopo due stagioni a Latina, viene ingaggiato dal club francese dell'ASUL Lione.

Palmarès[1][modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

1978-79, 1979-80, 1980-81, 1983-84
1995-96, 1998-99, 2000-01, 2005-06
1996
1979-80
1983-84, 1996-97, 1997-98
1995-96, 1996-97
1995-96, 2000-01
  • Boy League: 1
1997-98

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

1984
1983
2009

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c legavolley.it - Silvano Prandi. URL consultato il 18-12-2008.
  2. ^ Campioni.cn - Silvano Prandi è stato il tecnico della Bulgaria. URL consultato il 23-10-2008.
  3. ^ http://www.top-volley.net/index.php?option=com_content&view=article&id=355&Itemid=203.