Petrarca Pallavolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Petrarca Pallavolo
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Bianco e Nero.svg Bianco e nero
Dati societari
Città Padova
Nazione Italia Italia
Confederazione CEV
Federazione FIPAV
Fondazione 1971
Scioglimento 1999
Impianto Palasport Tre Pini
PalaFabris
( posti)
Palmarès
Challenge Cup trophy.svg
Trofei internazionali 1 Coppe CEV/Challenge Cup
Si invita a seguire le direttive del Progetto Pallavolo

La Petrarca Pallavolo è stata una società pallavolistica maschile italiana con sede a Padova.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La società nacque nel 1970 all'interno del Collegio Universitario Antonianum per sostituire nel campionato 1969-1970 di Serie B la Pagnin Padova dei Vigili del Fuoco, che si era formata nel 1952. Il Petrarca portò a termine la stagione, iniziata dalla Pagnin, sfiorando la promozione in Serie A.[1][2][3] La promozione fu conquistata l'anno successivo e il debutto in Serie A avvenne nella stagione 1971-72.

Il Petrarca retrocesse subito in B, ma l'anno successivo risalì in A trascinato dalle schiacciate del nuovo acquisto polacco Zdzisław Ambroziak,[4] grazie al quale ottenne il settimo posto nel campionato di Serie A 1973-1974, a cui fecero seguito un quinto e un sesto posto nelle due stagioni successive. La cessione del polacco, considerato uno dei più forti stranieri visti a Padova, e la riorganizzazione della squadra portarono alla retrocessione al termine della stagione 1977-1978.[4]

Fino al 1984 militò tra le massima serie e la seconda (fino al 1977 A e B, ed in seguito A1 e A2); nei successivi venticinque anni fu ininterrottamente in Serie A1, ottenendo come migliori piazzamenti un quarto posto nel 1989-90, stagione in cui fu eliminata nella semifinale dei play-off scudetto, e un quinto posto nel 2003-04. Nel 1999, il club uscì dall'Unione Sportiva Petrarca e prese la denominazione Sempre Volley.[4]

A livello europeo, la squadra patavina disputò cinque finali di Coppa CEV; ne perse quattro (1988, 1989, 1992 e 1993) prima di vincere la quinta sotto la guida dell'esperto allenatore Carmelo Pittera, nel 1994. È l'unico trofeo di prestigio della squadra bianconera (anche se a quei tempi la Coppa CEV rappresentava il terzo trofeo continentale, e non il secondo come è attualmente), che più recentemente chiuse al quarto posto l'edizione 2005 della stessa manifestazione.

Tra i più noti pallavolisti che hanno fatto parte della formazione veneta, possono essere annoverati Bernardi e Fei agli esordi, Paolo Tofoli, Franco Bertoli, Vladimir Grbić, Yuri Sapega, Giovane, Fefè De Giorgi e Craig Buck.[4]

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Petrarca Pallavolo
Ottavi di finale in Coppa Italia.
Ottavi di finale in Coppa Italia.

Trentaduesimi di finale in Coppa Italia.
Ottavi di finale in Coppa Italia.
  • 1984-85: 11ª in Serie A1. Retrocessa in Serie A2 e successivamente ripescata.
Turno preliminare in Coppa Italia.
Turno preliminare in Coppa Italia.
Turno preliminare in Coppa Italia.
Finale in Coppa CEV.
Semifinali in Coppa Italia.
Finale in Coppa CEV.
Quarti di finale in Coppa Italia.

Turno preliminare in Coppa Italia.
3ª in Coppa CEV.
Quarti di finale in Coppa Italia.
Finale in Coppa CEV.
Ottavi di finale in Coppa Italia.
Finale in Coppa CEV.
Quarti di finale in Coppa Italia.
Challenge Cup trophy.svg Vincitrice della Coppa CEV.
Ottavi di finale in Coppa Italia.
Quarti di finale in Coppa Italia.
Quarti di finale in Coppa Italia.
Quarti di finale in Coppa Italia.
  • 1999: Scissione dall'U.S. Petrarca e fondazione del Sempre Volley.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

1993-94
1993[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pallavolo Portale Pallavolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallavolo