Palasport Tre Pini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palasport Tre Pini
Palasport Tre Pini.jpg
Informazioni
StatoItalia Italia
UbicazionePrato della Valle
Padova
Inaugurazione1958
Chiusura2002
Demolizione2009
StrutturaRettangolare
CoperturaTotale
Mat. del terrenoParquet
ProprietarioCollegio Antonianum
Uso e beneficiari
PallacanestroPetrarca
PallavoloPetrarca
Calcio a 5Petrarca
Scherma600px diagonal horizontal White background Black.svg Petrarca

Il palasport Tre Pini era un'arena coperta della città di Padova situata in zona Prato della Valle, adiacente allo stadio Tre Pini. Faceva parte del complesso Tre Pini del Collegio Antonianum dei gesuiti, che diedero vita all'Unione Sportiva Petrarca.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il palasport Tre Pini negli anni sessanta

Costruito negli anni cinquanta in concomitanza con la ristrutturazione dello stadio Tre Pini,[1] questo impianto ha ospitato le partite interne della Pallavolo Petrarca in Serie A1,[2] e della Pallacanestro Petrarca in Serie A.[3][4]

Dal 1961 al 1975 ha ospitato il Trofeo Luxardo, l'unica prova italiana della Coppa del mondo di sciabola maschile.[5]

Con le norme che fissarono la capienza minima di 3.500 spettatori per gli impianti di Serie A di pallacanestro e pallavolo, il piccolo palasport Tre Pini risultò inadeguato e fu costruito nella periferia cittadina il grande Palasport San Lazzaro. La squadra di volley si spostò nel nuovo impianto nel 1987, seguita qualche anno dopo da quella di pallacanestro, che nel frattempo era finita nelle serie inferiori. Per qualche tempo il Tre Pini fu ancora usato dalle formazioni giovanili delle due società.

Nel maggio 2002, il Collegio Antonianum ha venduto gran parte dei propri terreni all'orto botanico e il palasport è stato lasciato in uno stato d'abbandono fino al 2008, anno in cui sono cominciati i lavori di ampliamento dell'orto. Demolito nel 2009,[3] una parte dell'area è stata riservata all'ampliamento dell'orto botanico, mentre la parte di proprietà rimasta ai gesuiti è stata destinata alla costruzione di una scuola religiosa.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]