Basket Patavium

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Pallacanestro Petrarca Padova)
Jump to navigation Jump to search
Basket Patavium A.S.D.
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali 600px diagonal horizontal White background Black.svg Bianco e nero
Dati societari
Città Padova
Nazione Italia Italia
Confederazione FIBA Europe
Federazione FIP
Fondazione 1934
Denominazione Pall. Petrarca (fino al 2001)
Patavium Petrarca (2001-2004)
Pall. Petrarca (2004-2011)
Gruppo Petrarca Basket (2011-2013)
Petrarca Armistizio Patavium (2013-2014)
Pall. Petrarca (2014-2015)
Basket Patavium (dal 2015)
Presidente Italia Andrea Basso
Impianto Cà Rasi
(400 posti)
Sito web www.ubp.group/petrarca/
Palmarès
Titoli nazionali 1 Campionato di Serie B

Il Basket Patavium A.S.D.[1], nota semplicemente come Patavium Petrarca[2], Petrarca o Petrarca Padova, è una società di pallacanestro della città di Padova. Appartiene al Gruppo Petrarca Basket a sua volta parte dell'Unione Basket Padova.

Il simbolo della società è lo scudo crociato del Petrarca e i colori sociali sono il bianco e il nero.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Formazione della Pallacanestro Petrarca Padova nella stagione 1965-1966. Da sinistra in alto: (14) Emilio Fontana, (9) Roberto Schiavon, (11) Giuseppe Stefanelli, (12) Luigi Peroni, (4) Doug Moe, (13) Alberto Pizzati, (6) Francesco Varotto, (8) Paolo Fantin, (7) Alberto Toniolo, (10) Alberto Tonzig, (5) Gianluigi Jessi Allenatore Aleksandar "Aza" Nikolić,

La sezione pallacanestro dell'Unione Sportiva Petrarca venne costituita nel 1934 grazie ad un gruppo di studenti del Collegio Antonianum dei gesuiti di Padova.[4]

Derby tra Petrarca (rossi) e Virtus Padova (neri) in Serie B1 nel 1992.
John Fox (sinistra) e Dexter Cambridge ai tempi del Petrarca stagione 1993-1994.

Il Petrarca ha militato per dodici anni in Serie A negli anni sessanta-inizio settanta. Nella stagione 1965-1966, allenato da Aza Nikolić centrò il terzo posto, il suo miglior piazzamento di sempre.

Tra gli anni settanta e l'inizio degli anni novanta, il Petrarca disputò i campionati minori. Nel 1993, con la conduzione di Waldi Medeot, arrivò la promozione in Serie A2, dove rimase quattro anni prima di tornare in Serie B1 nelle serie minori. In quel periodo entrarono nel roster petrarchino alcune promesse del basket italiano, come Roberto Chiacig e Denis Marconato.

Nel 2001 vi fu la fusione con il Patavium, altro club cittadino che a sua volta era il risultato di una fusione avvenuta nel 1994 tra il Solesino e la Pierobon di Padova.

La Floor Petrarca nella stagione di Serie A2 1993-1994.

Il nuovo sodalizio, chiamato Patavium Petrarca, centrò la semifinale promozione nella stagione 2001-02, ma nelle stagioni successive ebbe un'involuzione fino a retrocedere nuovamente al termine della stagione 2004-05. Da una costola del Patavium Petrarca nacque nel 2004 il club Junior Patavium Petrarca, che si occupa di basket giovanile.

Nel febbraio 2011 fu costituito il Gruppo Petrarca Basket, erede del club nato nel 1934. Le società del gruppo sono: A.D. Junior Basket Petrarca, A.D. Pallacanestro Petrarca, A.D. Petrarca Basket 113, A.D. Basket Patavium, Centro Minibasket Castagnara e l'A.D. Basket Rosa Petrarca.[4]

Nel luglio 2013 dopo la retrocessione in Serie D, il Petrarca si fonde con l'Armistizio Patavium, squadra di Serie D retrocessa in Promozione, dando vita al Petrarca Armistizio Patavium che giocherà con i diritti del Petrarca.

In passato le due squadre avevano già collaborato a livello di settore giovanile.[5][6]

Il 18 luglio 2014, dopo avere fatto richiesta alla Lega Nazionale Pallacanestro, viene ammesso a disputare il campionato di Serie C 2014-15.[7][8]

Il 6 luglio 2015 la prima squadra entra a far parte della neonata Unione Basket Padova. Tuttavia l'attività di prima squadra e giovanile continua come Basket Patavium A.S.D. ripartendo dal campionato di Promozione.[9]

Denominazioni passate[modifica | modifica wikitesto]

In passato il Petrarca per motivi di sponsorizzazione, ha militato con i nomi Boario, Gorena, Kidland, Simod, Elledì, Floor, Acqua & Sapone e Guerriero.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Basket Patavium


Semifinali di Coppa Italia
Ottavi di finale di Coppa Italia.

  • 1970-1971 · 1ª nel girone A di Serie B, perde la finale per il titolo, Green Arrow Up.svg promosso in Serie A.
Ottavi di finale di Coppa Italia.
Quarti di finale di Coppa Italia.
Quarti di finale di Coppa Italia.
Seconda fase di Coppa Italia.

  • 1984-1985 · 9ª nel girone A di Serie B.
  • 1989-1990 · in Serie B2, perde i play-off promozione.

Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia.

Challange round di Coppa Italia LNP.
  • 2001 · Diventa Patavium Petrarca.
  • 2001-2002 · 4ª nel girone A di Serie B d'Eccellenza, semifinali dei play-off promozione.
Trentaduesimi di finale di Coppa Italia LNP.
  • 2002-2003 · 15ª nel girone B di Serie B d'Eccellenza, secondo turno dei play-out.
  • 2003-2004 · 14ª nel girone B di Serie B d'Eccellenza, terzo turno dei play-out.
  • 2004 · Diventa Pallacanestro Petrarca.
  • 2004-2005 · 16ª nel girone A di Serie B d'Eccellenza, Red Arrow Down.svg retrocesso in Serie B2.
  • 2006-2007 · in Serie C2.
  • 2007-2008 · in Serie C2.
  • 2008-2009 · in Serie C regionale.
  • 2009-2010 · in Serie C regionale.

  • 2010-2011 · 7ª nel girone B veneto di Serie C regionale
  • 2011 · Diventa Gruppo Petrarca Basket.
  • 2011-2012 · 6ª nel girone veneto di Serie C regionale, primo turno dei play-off promozione.
  • 2012-2013 · 15ª nel girone veneto di Serie C regionale, Red Arrow Down.svg retrocesso in Serie D.
  • 2013 · Fusione con l'Armistizio Patavium, diventa Petrarca Armistizio Patavium.
  • 2013-2014 · 11ª nel girone veneto di Serie D, vince i play-out.
  • 2014 · Arrow Blue Up 001.svg Ammesso in Serie C, cambia nome in A.S.D. Pallacanestro Petrarca.
  • 2014-2015 · 8ª nel girone C di Serie C.
  • 2015 · Dopo essere entrato a far parte della neonata Unione Basket Padova, diventa Basket Patavium A.S.D. ripartendo dal campionato di Promozione.
  • 2015-2016 · 11ª nel girone C Padova di Promozione, vince i play-out.
  • 2016-2017 · 11ª nel girone C Padova di Promozione, vince i play-out.
  • 2017-2018 · 14ª nel girone C Padova di Promozione, vince i play-out.
  • 2018-2019 · 10ª nel girone C Padova di Promozione, perde i play-out. Red Arrow Down.svg Retrocesso in Prima Divisione.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Campo da gioco[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Palasport Tre Pini e PalaFabris.

Il Petrarca, durante la sua storia, ha giocato le partite interne di campionato in diverse strutture.

In particolare si ricordano due strutture: il "Tre Pini" (oggi non più esistente) dove il Petrarca nella stagione 1965-1966 toccherà il suo massimo splendore agonistico e il "PalaFabris" (ex Palasport San Lazzaro) il più importante, capiente e moderno palasport della Città di Padova.

Negli ultimi anni il Petrarca, giocando nelle serie minori, ha perfeito disputare le partite in casa in strutture minori sparse per la Città di Padova, tra cui il Cà Rasi sito nella zona di Padova denominata Mandria e capiente 400 posti.

Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore jugoslavo Radivoj Korać.
La Boario Petrarca nella stagione 1967-1968.
Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Cestisti del Basket Patavium

Stranieri[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del Basket Patavium

Stranieri[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]