Francesco Mimbelli (D 561)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesco Mimbelli
Mimbelli D561.jpg
Descrizione generale
Naval Ensign of Italy.svg
Tipo Cacciatorpediniere lanciamissili
Classe Durand de la Penne
In servizio con Naval Ensign of Italy.svg Marina Militare
Identificazione distintivo ottico D 561
Costruttori Fincantieri
Cantiere Riva Trigoso, (GE) Italia
Impostazione 1989
Varo 13 aprile 1991
Entrata in servizio 18 ottobre 1993
Caratteristiche generali
Dislocamento 5.400 t
Lunghezza 147,7 m
Larghezza 16 m
Propulsione CODOG:
Velocità
Autonomia con motori diesel:7 000  miglia a 18 nodi (13 000 km a 33 km/h)
Equipaggio 32 ufficiali e 345 sottufficiali e comuni (il 10% è donna).
Equipaggiamento
Sensori di bordo
  • radar:
    • 1 radar 3D a lungo raggio Raytheon SPS-52C
    • 1 radar di ricerca aerea Selex MM/SPS-702
    • 1 radar Selenia SPS 768 (RAN 3L) D-Band
    • 1 radar di navigazione SMA SPN 703 (3 RM 20), SMA SPN-748
    • 1 radar di navigazione IPN-20 (SADOC-2) SYS-1(V)2 per sistema satellitare SATCOM
    • 1 radar di ricerca di superficie e aerea Selex RAN 10S asservito al sistema Albatros
    • 2 illuminatori per i missili SM-2MR
      Raytheon AN/SPG-51D
    • 4 radar SPG 775 (RTN-30X) asservito ai cannoni
Sistemi difensivi sonar: DE 1167
decoy antisiluro: SLQ-25
Armamento
Artiglieria
Siluri 6 tubi lanciasiluri in due complessi trinati da 324mm per siluri MU 90
Missili
Mezzi aerei 2 elicotteri AB-212 ASW
Note
Motto Audendum est
ITU India.svg Alpha.svg Foxtrot.svg Mike.svg

dati tratti da [1]

voci di cacciatorpediniere presenti su Wikipedia

Il cacciatorpediniere lanciamissili della Marina Militare Francesco Mimbelli (D 561) è un'unità multiruolo per la lotta antiaerea, lotta antisommergibile, lotta antinave e per il bombardamento a lungo raggio.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Conta un equipaggio di 377 persone (di cui il 10% femminile). Lo scafo è a ponte continuo con due blocchi di sovrastrutture che inglobano i due fumaiuoli, con la zona poppiera occupata per una lunghezza di circa 25 metri dal ponte di volo e per una lunghezza di 18m dall'hangar che può accogliere due elicotteri. La forma dello scafo e due coppie di stabilizzatori assicurano una notevole riduzione del rollio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Modello del Francesco Mimbelli al Salone nautico di Venezia.

La nave porta il nome di Francesco Mimbelli, medaglia d'oro al valor militare della seconda guerra mondiale. La costruzione dell'unità, iniziata nel 1989, è avvenuta nel cantiere navale di Riva Trigoso; la nave è stata varata il 13 aprile 1991 ed è stata consegnata alla Marina Militare il 18 ottobre 1993.

L'unità ha come gemella la nave Durand de la Penne. Le due unità erano state varate con i nomi Animoso e Ardimentoso, riprendendo i nomi di due torpediniere della classe Ciclone della Regia Marina, usate nella seconda guerra mondiale. Con la morte di Durand de la Penne, avvenuta durante la fase dell'allestimento, venne invece deciso di intitolare le unità a questi due eroi di guerra.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cacciatorpediniere Mimbelli, su marina.difesa.it. URL consultato il 13 luglio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina