Carlo Margottini (F 592)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carlo Margottini
Carlo Margottini (F 592) 01.JPG
Descrizione generale
Naval Ensign of Italy.svg
TipoFregata missilistica antisommergibile
ClasseBergamini
IdentificazioneF 592
CostruttoriFincantieri
CantiereRiva Trigoso (GE); Muggiano (SP) - Italia
Varo29 giugno 2013
Entrata in servizio27 febbraio 2014
Caratteristiche generali
Dislocamento6.900 t
Lunghezzafuori tutto 144,7 m
Larghezzafuori ossatura 19,70 m
Altezzaponte principale 11,30 m
Pescaggiom
PropulsioneCODLAG:
  • 1 Avio-GE LM 2500+G4 32,00 MW
  • 2 motori elettrici propulsivi 2x2,5 MW
  • 4 gruppi 4x2,1 MW
  • 2 eliche a passo variabile
  • 1 motore elettrico con elica prodiera azimutale retrattile
  • Autonomia 45 giorni
  • Velocità ≥ 27 nodi
  • Autonomia 6.000 miglia a 15 nodi
Equipaggio145 + 20 di supplemento di personale
Equipaggiamento
Guerra elettronicaESM:
  • Thales ESM system
  • ECM:

    Sistema antisiluro SLAT:

    • 2 lanciatori per 12 decoy acustici ciascuno
    Armamento
    Artiglieria2 Cannoni OTO Melara 76/62 mm SR (con kit DAVIDE e STRALES)
    2 Mitragliere da 25/80 mm OTO Melara/Oerlikon GBM-AO1
    Siluri2 Lanciatori trinati B-515 per siluro da 324 mm MU-90 Impact
    Missili4 Teseo Mk2/A ASuW
    4 Milas ASW e ASuW
    16 celle A50 per missili superficie-aria e anti-missile MBDA Aster 15 e 30 (predisposizione per ulteriori 16 celle VLS Sylver)
    Note
    Mottoper hundas ad hostem
    ITU: India.svg Alpha.svg Oscar.svg India.svg
    voci di navi presenti su Wikipedia

    Il Carlo Margottini (F 592) è una fregata missilistica della Marina Militare specializzata nella lotta antisommergibile. È intitolata al capitano di vascello, medaglia d'oro e di bronzo al valore militare, Carlo Margottini, caduto il 12 ottobre 1940 nell'affondamento del cacciatorpediniere Artigliere.

    Storia[modifica | modifica wikitesto]

    Il varo[modifica | modifica wikitesto]

    Sabato 29 giugno 2013, presso gli stabilimenti Fincantieri di Riva Trigoso (GE) ha avuto luogo la cerimonia del varo alla presenza del sottosegretario alla difesa senatrice Roberta Pinotti, del capo di stato maggiore della difesa ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, del capo di stato maggiore della Marina Militare ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi, varie rappresentanze dell'ANMI con il presidente nazionale ammiraglio di squadra Paolo Pagnottella e circa 30 componenti degli “ex equipaggi” del precedente Margottini.[2] Lo schieramento d'onore della cerimonia comprendeva la bandiera di guerra del Raggruppamento subacquei ed incursori, il medagliere della Marina Militare ed il labaro del Nastro Azzurro (Provincia di Genova), i gonfaloni della Regione Liguria, della Provincia di Genova e del Comune di Sestri Levante.[2]

    Madrina del varo è stata la signora Stefania Portaccio, nipote dell'eroe Carlo Margottini, che dopo la benedizione e la lettura della preghiera del Marinaio, ha proceduto al taglio del nastro sbloccando la rituale bottiglia che si è infranta sulla fiancata della nave.[2]

    Consegna[modifica | modifica wikitesto]

    La cerimonia di consegna dell'unità è avvenuta il 27 febbraio 2014 presso lo stabilimento Fincantieri di Muggiano alla presenza dell'ammiraglio ispettore capo Osvaldo Brogi.[3] L'unità è inquadrata nel COMGRUPNAV1 presso la base di La Spezia.

    Il 22 Aprile 2016, nel porto di Reggio Calabria, è avvenuta la cerimonia di consegna della Bandiera di Combattimento, vessillo distintivo di ogni Nave Militare da guerra.

    Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

    Sistemi d'arma[modifica | modifica wikitesto]

    - 4 missili Teseo Mk2/A ASuW; - 4 missili Milas ASW e ASuW - 16 celle VLS Sylver per MBDA ASTER 15 e 30 (antiaerei e antimissile);
    - predisposizione per ulteriori 16 celle VLS Sylver;
    - 2 x Cannone 76/62 Super Rapido (con kit DAVIDE e DART); - 2 mitragliere Oerlikon GBM-AO1;
    - 2 lanciatori SLAT per inganni anti-siluro;
    - 2 lanciarazzi SCLAR-H per inganni ECM e bombardamento costiero;
    - 2 sistemi tri-tubo per lancio siluri MU-90.

    Comando e Controllo[modifica | modifica wikitesto]

    - Radar scoperta aerea: MFRA; - Radar scoperta superficie: MM SPS - 791;
    - Radar navigazione: MM SPN - 753;
    - Sonar scoperta: UMS 4110 CL;
    - Sonar navigazione: MAS;
    - Sistema Comando e controllo: CMS.

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    1. ^ Horizon frigates, in Journal of Electronic Defense (JED) (Association of Old Crows (AOC),), maggio 2010, pp. 30-42.
    2. ^ a b c Varo di Nave Margottini
    3. ^ Consegna di Nave Carlo Margottini Archiviato il 18 luglio 2014 in Internet Archive.

    Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]