Virginio Fasan (F 591)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Virginio Fasan
Fasan Virginio (F 591) 07 @chesi.JPG
Descrizione generale
Naval Ensign of Italy.svg
TipoFregata missilistica antisommergibile
ClasseBergamini
IdentificazioneF 591
CostruttoriFincantieri
CantiereRiva Trigoso (GE); Muggiano (SP) - Italia
Varo31 marzo 2012
Entrata in servizio19 dicembre 2013
Caratteristiche generali
Dislocamento6.900 t
Lunghezzafuori tutto 144,7 m
Larghezzafuori ossatura 19,70 m
Altezzaponte principale 11,30 m
Pescaggiom
PropulsioneCODLAG:
  • 1 Avio-GE LM 2500+G4 32,00 MW
  • 2 motori elettrici propulsivi 2x2,5 MW
  • 4 gruppi 4x2,1 MW
  • 2 eliche a passo variabile
  • 1 motore elettrico con elica prodiera azimutale retrattile
  • Autonomia 45 giorni
  • Velocità ≥ 27 nodi
  • Autonomia 6.000 miglia a 15 nodi
Equipaggio145 + 20 di supplemento di personale
Equipaggiamento
Guerra elettronica

ESM:

ECM:

Sistema antisiluro SLAT:

  • 2 lanciatori per 12 decoy acustici ciascuno
Armamento
Artiglieria2 Cannoni OTO Melara da 76/62 mm SR (con kit DAVIDE e STRALES)
2 Mitragliere Oto Melara/ Oerlikon GBM-AO1 da 25/80 mm
Siluri2 Lanciatori trinati B-515 per siluro da 324 mm MU-90 Impact
Missili4 Teseo Mk2/A ASuW e 4 Milas ASW e ASuW
16 celle VLS Sylver A50 per missili superficie-aria e anti-missile MBDA ASTER 15 e 30 (predisposizione per ulteriori 16 celle VLS Sylver)
Note
MottoIn aleis strenua - in pugna invicta
ITU: India.svg Alpha.svg Oscar.svg India.svg

[2]

voci di navi presenti su Wikipedia

Il Virginio Fasan (F 591) è una fregata missilistica della Marina Militare, prima unità della classe Bergamini ad essere specializzata nella lotta antisommergibile. È intitolata al capo meccanico di 3ª classe (sottufficiale) medaglia d'oro e d'argento al valore militare Virginio Fasan, caduto il 9 settembre 1943 nel tentativo, poi riuscito, di autoaffondare la silurante sulla quale era imbarcato per non consegnarla ai tedeschi[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il varo[modifica | modifica wikitesto]

Sabato 31 marzo 2012, presso gli stabilimenti Fincantieri di Riva Trigoso (GE) ha avuto luogo la cerimonia del varo (simbolico, causa condizioni di vento) alla presenza del capo di stato maggiore della Difesa generale Biagio Abrate, del capo di stato maggiore della Marina Militare ammiraglio di squadra Luigi Binelli Mantelli, e dell'amministratore delegato di Fincantieri Giuseppe Bono.

Madrina della nave è stata la signora Gina Fasan, figlia del sottufficiale, che durante la cerimonia si è soffermata a lungo sullo schieramento degli equipaggi della Fasan, l'attuale e quello che è succeduto sul precedente Fasan (1962 – 1990).

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Sistemi d'arma[modifica | modifica wikitesto]

- 4 missili Teseo Mk2/A ASuW e per obiettivi terrestri;
- 4 missili Milas ASW e ASuW ;
- 16 celle VLS Sylver per MBDA Aster 15 e 30 (antiaerei e antimissile);
- predisposizione per ulteriori 16 celle VLS Sylver;
- 2 x Cannoni 76/62 Super Rapido (capacità di sparare munizioni DAVIDE);
- 2 mitragliere OTO Melara KBA 25/80;
- 2 lanciatori SLAT per inganni anti-siluro;
- 2 lanciarazzi SCLAR-H per inganni ECM e bombardamento costiero;
- 2 sistemi tri-tubo per lancio siluri MU-90.

Comando e Controllo[modifica | modifica wikitesto]

- Radar scoperta aerea: MFRA;
- Radar scoperta superficie: MM SPS - 791;
- Radar navigazione: MM SPN - 753;
- Sonar scoperta: UMS 4110 CL;
- Sonar navigazione: MAS;
- Sistema Comando e controllo: CMS.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Horizon frigates, in Journal of Electronic Defense (JED), Association of Old Crows (AOC),, maggio 2010, pp. 30-42.
  2. ^ Virginio Fasan - Fregata multiruolo, su marina.difesa.it. URL consultato il 25 agosto 2014.
  3. ^ Virginio Fasan, su marina.difesa.it. URL consultato il 25 agosto 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]