Francesco Maria Brancaccio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesco Maria Brancaccio
cardinale di Santa Romana Chiesa
Cardinalbishop.svg
Nato 15 aprile 1592 a Canneto
Ordinato presbitero 21 settembre 1619
Nominato vescovo 9 agosto 1627 da papa Urbano VIII
Consacrato vescovo 8 settembre 1627 dal cardinale Cosimo de Torres
Creato cardinale 28 novembre 1633 da papa Urbano VIII
Deceduto 9 gennaio 1675 a Roma

Francesco Maria Brancaccio (Canneto, 15 aprile 1592Roma, 9 gennaio 1675) è stato un cardinale e vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Canneto, presso Bari, il 15 aprile 1592, appartenente alla nobile famiglia napoletana dei Brancaccio, figlio del Barone Muzio II Brancaccio, viceré di Puglia, e di una Zenobia di Costanza.

Papa Urbano VIII lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 28 novembre 1633.

Morì il 9 gennaio 1675 all'età di 82 anni.

Nel 1642 gli fu dedicata la raccolta di musiche didattiche Solfeggiamenti et ricercari a due voci (Lodovico Grignani, Roma 1642) di Giovanni Gentile. Nel frontespizio della medesima raccolta è citato come «CARD. FRANCESCO MARIA / BRANCACCIO. / VESCOVO DI VITERBO». In appendice, si trova il canone a due voci «Cavato dalle lettere vocali del nome, e cognome / DELL'EMINENTISSIMO E REVERENDISSIMO / CARDINALE BRANCACCIO».

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Cardinale protopresbitero Successore CardinalCoA PioM.svg
Giovanni Battista Maria Pallotta 1663-1666 Stefano Durazzo
Controllo di autorità VIAF: (EN51853031 · ISNI: (EN0000 0000 7244 2909 · BNF: (FRcb13541526k (data)