Daniele Girolamo Dolfin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Daniele Girolamo Dolfin
Daniele IV Dolfin (Tiepolo).jpg
Ritratto del N.H. Daniele Dolfin, patrizio veneto, ammiraglio veneziano (di Giambattista Tiepolo)
Provveditore Generale da Mar
Stemma
Nascita Venezia, circa 1656
Morte Mestre, 14 aprile 1729
Dinastia Dolfin

Daniele Girolamo Dolfin, o Daniele IV detto Girolamo Dolfin, Delfin o Delfino (Venezia, circa 1656 – Mestre, 14 aprile 1729), è stato un politico e militare italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque da Daniele II nel 1656 e fu esponente di una delle più cospicue famiglie del patriziato veneziano, i Dolfin del ramo di San Pantalon.

È stato partecipe della vita pubblica della Serenissima attraverso una lunga carriera politica e militare (dal 1685 al 1729).

Impegnato avversario dei Turchi, si scontrò con essi in numerose occasioni, e segnatamente nel 1687 nella campagna di Atene, nel 1690 nella battaglia di Metelino e nel 1698 nella battaglia navale dei Dardanelli.

Di ritorno a Venezia nell 1699, è stato incaricato come Provveditore Generale delle Isole (1699).

Dal 1714 al 1716 fu Provveditore Generale da Mar, sostituito da Andrea Pisani dopo la perdita della Morea tornò a Venezia con l'incarico di provveditore delle Fortezze e infine nel 1717 fu inviato come ambasciatore in Polonia.

Mori improvvisamente a Mestre il 14 aprile 1729. Poco si conosce del matrimonio con una dama di Negroponte, il figlio Pompeo nato da questo matrimonio non ebbe diritto sul patriziato, forse questa unione non fu notificata secondo le leggi allora vigenti[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Diego Mantoan e Otello Quaino, I Dolfin e la loro dimora veneziana Vicende attorno a una nobile famiglia e al palazzo di San Pantalon, AcccadeniaEU. URL consultato il 2 luglio 2019..

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • A.-L. d'Harmonville, Delfini, Delfin o Delfino, in "Dizionario delle date, dei fatti, luoghi ed uomini storici, o repertorio alfabetico di cronologia universale", vol. 2, Venezia, Antonelli Editore, 1864, p. 780.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN868767 · GND (DE121405109 · CERL cnp00564690 · WorldCat Identities (ENviaf-868767
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie