Curt Bois

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Curt Bois

Curt Bois, all'anagrafe Kurt Boas (Berlino, 5 aprile 1901Berlino, 25 dicembre 1991), è stato un attore tedesco, con una carriera che si estende per oltre 80 anni, dalle sue prime esperienze come attore bambino nel cinema muto ad una presenza costante in ruoli di caratterista nel cinema sonoro dai primi anni trenta alla fine degli anni ottanta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Curt Bois iniziò a recitare nel 1907 nella natia Berlino, diventando uno dei primi attori bambini del mondo del cinema, con la partecipazione al film muto Bauernhaus und Grafenschloß. Nel 1909, interpretò il ruolo di protagonista nel cortometraggio Der Kleine Detektiv.

Bois affrontò senza problemi il passaggio all'età adulta e da giovane attore continuò a recitare in svariate produzioni, tra le quali da ricordare è soprattutto La principessa delle ostriche (1919) di Ernst Lubitsch. Lavorando con successo sia al cinema che in teatro, Bois continuò la sua attività anche nel cinema sonoro, segnalandosi già alla sua prima interpretazione in L'amico del granduca (Der Schlemihl, 1931) diretto da Max Nosseck.[1]

Nel 1934, tuttavia, per le sue origini ebraiche fu costretto ad andarsene, lasciando la Germania insieme al cognato e alla sorella Ilse, attrice anche lei. Bois si trasferì negli Stati Uniti, dove lavorò inizialmente in teatro, sui palcoscenici di Broadway. Nel 1937, si spostò a Hollywood, iniziando una carriera cinematografica in ruoli di caratterista, che sarebbe durata per decenni. Tra i suoi personaggi più celebri, il borseggiatore che raggira gli stranieri creduloni, mettendoli in guardia sui malfattori, e poi derubandoli egli stesso del portafogli, nel film Casablanca (1942) di Michael Curtiz.

Dopo la seconda guerra mondiale, Bois decise di rientrare in Germania all'inizio degli anni cinquanta e lì proseguì la sua carriera di attore, sia cinematografico che televisivo, fino alla seconda metà degli anni ottanta, quando diede l'addio alle scene con il personaggio di Homer, il poeta anziano del film Il cielo sopra Berlino (1987) di Wim Wenders.

Bois morì a Berlino, la sua città natale, all'età di novant'anni, il giorno di Natale del 1991, lasciando la seconda moglie Dagmar. La sua prima moglie fu Hedy Ury, della quale rimase vedovo nel 1962.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Curt Bois, su Internet Movie Database, IMDb.com. Modifica su Wikidata

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) John Holmstrom, The Moving Picture Boy: An International Encyclopaedia from 1895 to 1995, Norwich, Michael Russell, 1996, pp. 18-19.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN51915851 · ISNI (EN0000 0000 2146 1894 · LCCN (ENn80137992 · GND (DE118512994 · BNF (FRcb144756419 (data)