Crespella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Crêpe" rimanda qui. Se stai cercando il tipo di tessuto, vedi Crêpe (tessuto).
Crespella
Crepes dsc07085.jpg
Origini
Altri nomicrêpe
Luogo d'origineFrancia Francia
Dettagli
Categoriadolce
Ingredienti principali
  • farina
  • uova
  • latte
[1]
 

La crespella, conosciuta anche con il termine francese di crêpe[2], è un tipo di cialda morbida, sottile e non croccante, cotta su una superficie rovente tonda.

La ricetta delle crespelle dolci

Versare in una terrina la farina e aggiungere il latte; sbattere il tutto con un frustino. Aggiungere il resto degli ingredienti, eccetto le uova. Dopo aver mescolato il tutto, versare le uova e rimescolare per l'ultima volta. Fare riposare in frigorifero per mezz'ora, dopodiché prendere una padella e ungerla una sola volta in poco olio. Mettere infine la padella sul fuoco e cuocere le crêpes (alla fine si aggiunge qualche goccia di limone).

C'è una ricetta più tradizionale:

  • 300 g di farina
  • 3 uova
  • 1 litro di latte
  • 1 pizzico di sale
  • 60 g di burro
  • 1/2 pacchetto di zucchero vanigliato
  • 3 cucchiai di rum

Le crespelle vengono farcite di ripieni vari, dolci o salati e arrotolate o impacchettate su se stesse per racchiuderli. L'impasto è a base di latte, uova, farina e burro. La crespella è generalmente considerata una pietanza tipica della cucina francese, tuttavia sono presenti preparazioni simili in vari paesi d'Europa[3].

Suo "parente prossimo" è il pancake e fanno parte della stessa famiglia le gaufre, conosciute anche come waffle.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Il nome proviene dal termine latino crispus (arricciato, ondulato), o dal termine greco κρίσπος (krìspos "avvolto"', "arrotolato"). Le crespelle condividono le origini di altre preparazioni a cialda e delle gaufre, ma l'attuale preparazione con la farina di frumento divenne comune solo nel IX secolo. Nel Medioevo erano preparate con acqua e vino al posto del latte Storia crepe o crespelle, su taccuinistorici.it. URL consultato il 21 maggio 2018..

In Francia sono un simbolo tradizionale di amicizia e alleanza e i mezzadri le offrivano ai loro padroni. Servite tradizionalmente in occasione della Candelora il 2 febbraio, si usava esprimere un desiderio quando si voltava la crêpe nella padella[4].

Le crespelle dolci[modifica | modifica wikitesto]

Crêpe aperta con confettura

Le crespelle dolci vengono condite ad esempio con confetture, marmellate, salse al cioccolato, nutella, creme, panna o mascarpone, burro o margarina e zucchero, liquori e sciroppi, noci, nocciole, mandorle, frutta di ogni tipo e canditi.

Una versione particolarmente famosa è la crêpe suzette, ripiena di salsa all'arancia e infiammata con liquore Grand Marnier, inventata nel 1903 dal cuoco francese Escoffier e considerata, per il primo ventennio del 1900, il non plus ultra dei dessert di lusso.

Le crespelle salate[modifica | modifica wikitesto]

Crespella con prosciutto e formaggio

La crespella viene preparata più frequentemente in versione dolce. Le versioni salate tuttavia non mancano e sono preparate nella Francia nord occidentale utilizzando farina di grano saraceno: prendono il nome di galette e possono venire servite come spuntino, antipasto o secondo, accompagnandosi a formaggi, salumi, verdure, funghi, crostacei e salse varie. Tipiche della Bretagna, sono diventate il piatto più rappresentativo della cucina bretone.

In alcuni tipi di zuppe e minestre si usa tagliarle a striscioline e accompagnarle al brodo, solitamente di carne, come ad esempio si fa in Austria ed in Alto Adige per la Frittatensuppe.

Alimenti simili[modifica | modifica wikitesto]

Le crespelle appartengono alla famiglia delle cialde, insieme alle gauffre e ai pancake. In Mitteleuropa è diffusa una preparazione molto simile, che pure può essere dolce o salata: in Ungheria si chiama palacsinta, in Romania si chiama "clatita", in Serbia, Croazia, Slovenia, Slovacchia ed Austria si chiama palacinka; i croati sostengono l'originalità della propria ricetta. Rispetto alla crespella, queste versioni sono normalmente più spesse e soffici, e tipicamente vengono arrotolate come cannelloni piuttosto che piegate in quattro. Una preparazione simile, tagliata in quadri o strisce, è inoltre alla base del Kaiserschmarrn.

Crepe croccante da passeggio

In Italia, tipiche della Valsesia sono le miacce, che in Canavese vengono dette "miasse" o "ofele"[5]. In Valtellina e in altre regioni si chiamano anche "paradelli".

In Inghilterra esistono i cryspe, che sono cialde preparate con il solo bianco dell'uovo, farina e latte, fritte, condite con il grasso della frittura e zucchero e servite ben calde.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Crespelle, la nostra ricetta base, su La Cucina Italiana. URL consultato il 21 maggio 2018.
  2. ^ crespèlla in Vocabolario, su treccani.it. URL consultato il 21 maggio 2018.
  3. ^ Anticamente il termine crespella indicava dei tortelli fritti, salati o dolci.
  4. ^ Le Crespelle, su AIFB. URL consultato il 21 maggio 2018.
  5. ^ MIASSE O MIASCE, su piemonteagri.it. URL consultato il 21 maggio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4010703-6