Contea di Chambers (Alabama)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Contea di Chambers
contea
Contea di Chambers – Veduta
Il tribunale della contea di Chambers
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Alabama.svg Alabama
Amministrazione
CapoluogoLa Fayette
Data di istituzione18 dicembre 1832
Territorio
Coordinate
del capoluogo
32°54′40″N 85°23′38″W / 32.911111°N 85.393889°W32.911111; -85.393889 (Contea di Chambers)Coordinate: 32°54′40″N 85°23′38″W / 32.911111°N 85.393889°W32.911111; -85.393889 (Contea di Chambers)
Superficie1 562,06 km²
Abitanti34 215 (2010)
Densità21,9 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC-6
Targa12
Cartografia
Contea di Chambers – Mappa
Sito istituzionale

La contea di Chambers, in inglese Chambers County, è una contea dello Stato dell'Alabama, negli Stati Uniti. La popolazione al censimento del 2010 era di 34.215 persone. Il capoluogo di contea è La Fayette. La contea deriva il suo nome da Henry C. Chambers, che fu senatore per l'Alabama.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

La contea si trova nella parte occidentale dello Stato, ad est confina con la Georgia. Lo United States Census Bureau certifica che l'estensione della contea è di 1.562 km², di cui 1.547 km² composti da terra e i rimanenti 15 km² composti di acqua. Il fiume Tallapoosa scorre lungo l'estremità nord-occidentale della contea, e numerose insenature, come il Chikasonoxee, l'Allen, il Chatahospee e l'Osanippa, intersecano l'area. Inoltre, il fiume Chattahoochee scorre lungo il confine orientale della contea.[1]

Contee confinanti[modifica | modifica wikitesto]

La contea confina con:[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Contea di Chambers fu creata da un atto della Legislatura dello Stato dell'Alabama il 18 dicembre 1832, dall'ex territorio dei Creek Indiani ceduto agli Stati Uniti durante il Trattato di Cusseta del 1832. La contea deriva il suo nome da Henry C. Chambers, che fu senatore per l'Alabama. Il primo colono bianco nella contea di Chambers fu Nimrod Doyle, un subagente degli affari indiani che era stato assunto per ispezionare la zona.[1]

La contea di Chambers, come molte aree dell'Alabama prima della guerra civile, prosperava grazie alla coltivazione del cotone. Nel 1851 l'area ricevette una spinta economica con l'arrivo della ferrovia della Montgomery and West Point Railroad vicino alla città di Cusseta. Durante la guerra civile, la Confederazione costruì Fort Tyler nella Contea di Chambers per proteggere il ponte della ferrovia e le forniture confederate nella città di West Point, in Georgia, appena oltre il confine della contea. Le forze dell'Unione sequestrarono il forte e distrussero la ferrovia durante la Battaglia di West Point, una delle ultime battaglie della guerra.[1]

La contea subì una recessione economica dopo la guerra civile ma fu rivitalizzata quando degli uomini d'affari e piantatrici locali fondarono due fabbriche tessili nel 1866. Nell'agosto di quell'anno, James McClendon di West Point formò la Chattahoochee Manufacturing Company, e George Huguley fondò l'Alabama and Georgia Manufacturing Company. Entrambi i mulini iniziarono ad essere operativi nel 1869 usando l'energia idrica dal fiume Chattahoochee, ma furono costretti a chiudere temporaneamente nel 1873. Nel 1880 la Chattahoochee Manufacturing Company fu riorganizzata nella West Point Manufacturing, e il mulino gestito dalla società fu ribattezzato Langdale Mill, in onore del suo presidente Thomas Lang. La West Point Manufacturing acquisì l'Alabama and Georgia Manufacturing Company nel 1921. Successivamente vennero aggiunti altri tre mulini a Fairfax, Riverdale e Lanet. I quattro mulini erano noti come "the Valley" ("la Valle") e nel 1980 i cittadini di tre delle quattro città (esclusa Lanett) decisero di unirsi per formare una nuova città: Valley.[1]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti (migliaia)[2][3][4][5][6]

Grafico delle fasce di età in base al censimento del 2000

Secondo il censimento del 2000 la composizione etnica della città è 56.88% bianchi, 43.11% neri, 0.13% nativi americani, 0.19% asiatici, 1.2% di altre razze, e 0.57% di due o più etnie. Il 3.7% della popolazione è ispanica.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema scolastico della Contea di Chambers impiega attualmente 263 insegnanti che guidano più di 4.372 studenti in 16 scuole. Inoltre, la contea comprende tre scuole private e due scuole incluse nel Lanett City School System.[1]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Dalla sua formazione, l'economia della contea di Chambers è legata al cotone, sia a livello agricolo che industriale. Prima della guerra civile, l'area era una comunità agricola dipendente dalla coltivazione del cotone, e in seguito era dedita all'industria tessile. La Chattahoochee Manufacturing Company e la Alabama and Georgia Manufacturing Company furono fondate nel 1866 e nel 1880 la Chattahoochee Manufacturing Company fu riorganizzata nella West Point Manufacturing, il mulino fu rinominato Langdale Mills e divenne il fulcro di una città aziendale. La società aprì villaggi di mulini a Fairfax e Lanett e nel 1921 acquisì l'Alabama e la Georgia Manufacturing, che era stata ribattezzata Riverdale Mill. I prosperosi mulini producevano asciugamani e cotone di anatra, un materiale pesante usato per fare Interfodera. Nel 1965 la produzione della manifattura di West Point divenne quotata nella Borsa di New York. Nello stesso anno la società si fonde con la Pepperell Manufacturing of Maine e nel 1988 ha acquisito la J.P. Stevens Inc. Dal 1880 al 1990 la società operava sotto una sola famiglia, i Laniers. Nel 1993 la società cambiò il nome in WestPoint Stevens. Oggi l'azienda è leader nella produzione di biancheria da letto e da bagno.[1]

Occupazione[modifica | modifica wikitesto]

La forza-lavoro nell'odierna contea di Chambers è divisa tra le seguenti categorie professionali:[1]

  • Produzione (25,9%)
  • Servizi educativi, assistenza sanitaria e assistenza sociale (16,5%)
  • Commercio al dettaglio (11,7%)
  • Servizi professionali, scientifici, di gestione, amministrativi e di gestione dei rifiuti (9,5%)
  • Costruzione (9,2%)
  • Trasporto e magazzinaggio (5,0%)
  • Arte, intrattenimento, attività ricreative, alloggio e servizi di ristorazione (4,4%)
  • Altri servizi, ad eccezione della pubblica amministrazione (4,4%)
  • Finanza, assicurazione, immobiliare, noleggio e leasing (4,3%)
  • Informazioni (3,6%)
  • Pubblica amministrazione (2,8%)
  • Commercio all'ingrosso (1,9%)
  • Agricoltura, silvicoltura, pesca, caccia ed estrattiva (0,8%)

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Principali strade ed autostrade[modifica | modifica wikitesto]

Le principali vie di trasporto sono:[1]

Aeroporti[modifica | modifica wikitesto]

Nella contea sono presenti due aeroporti pubblici: il Lanett Municipal Airport e il Valley Airport.[1]

Città e paesi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j Chambers County, Encyclopedia of Alabama. URL consultato il 24 novembre 2017.
  2. ^ U.S. Decennial Census, United States Census Bureau. URL consultato il 22 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 12 maggio 2015).
  3. ^ Historical Census Browser, University of Virginia Library. URL consultato il 22 agosto 2015.
  4. ^ Population of Counties by Decennial Census: 1900 to 1990 (TXT), United States Census Bureau, March 24, 1995. URL consultato il August 22, 2015.
  5. ^ Census 2000 PHC-T-4. Ranking Tables for Counties: 1990 and 2000 (PDF), United States Census Bureau, 2 aprile 2001. URL consultato il 22 agosto 2015.
  6. ^ State & County QuickFacts, United States Census Bureau. URL consultato il 15 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN134880180
Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America