Cieli di Toscana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cieli di Toscana
ArtistaAndrea Bocelli
Tipo albumStudio
Pubblicazione2001
Dischi1
Tracce14
GenerePop
EtichettaSugar
Certificazioni
Dischi d'oroAustria Austria[1]
(Vendite: 25.000+)

Belgio Belgio[2]
(Vendite: 25.000+) Brasile Brasile[3]
(Vendite: 50.000+) Finlandia Finlandia[4]
(Vendite: 19.198+) Francia Francia[5]
(Vendite: 100.000+) Grecia Grecia[6]
(Vendite: 25.000+)

Dischi di platinoAustralia Australia[7]
(Vendite: 70.000+)

Canada Canada (2)[8]
(Vendite: 200.000+)

Europa Europa[9]
(Vendite: 1.000.000+) Paesi Bassi Paesi Bassi (2)[10]
(Vendite: 160.000+) Norvegia Norvegia (2)[11]
(Vendite: 100.000+) Nuova Zelanda Nuova Zelanda (2)[12]
(Vendite: 30.000+) Svezia Svezia[13]
(Vendite: 80.000+) Svizzera Svizzera[14]
(Vendite: 40.000+) Regno Unito Regno Unito[15]
(Vendite: 300.000+) Stati Uniti Stati Uniti[16]
(Vendite: 1.000.000+)

Andrea Bocelli - cronologia
Album precedente
(2000)
Album successivo
(2002)

Cieli di Toscana è un album di Andrea Bocelli, realizzato nel 2001 per l'etichetta Sugar e distribuito da Universal. Nelle prime tre settimane vendette due milioni e mezzo di copie in tutto il mondo, riuscendo a vendere in totale oltre quattro milioni e mezzo di copie. Grandi collaborazioni per un grande disco: Tony Renis e Celso Valli per le canzoni Melodramma e Mascagni, Mauro Malavasi con il suo arrangiamento di Resta qui di Matteo Musumeci, vincitore nello stesso anno del concorso di composizione internazionale Premio Bocelli 2001, il cui testo è stato scritto dallo stesso Andrea Bocelli. Voce narrante di Bono degli U2 nel brano L'incontro, poesia scritta da Bocelli per la nascita del figlio Amos.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Melodramma - 4:08
  2. Mille lune mille onde - 3:59
  3. E sarà a settembre (Someone Like You) - 5:03
  4. Chiara - 4:00
  5. Mascagni - 4:10
  6. Resta qui - 4:07
  7. Il mistero dell'amore - 4:27
  8. Se la gente usasse il cuore - 4:58
  9. Si voltò - 4:05
  10. L'abitudine - 4:20
  11. L'incontro - 4:51
  12. E mi manchi tu - 5:00
  13. Il diavolo e l'angelo - 4:01
  14. L'ultimo re - 3:48

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) GOLD & PLATIN, IFPI. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  2. ^ (NL) GOUD EN PLATINA - ALBUMS 2002, Ultratop. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  3. ^ (BR) Certificados, su pro-musicabr.org.br. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  4. ^ Ulkomaiset kulta- ja platinalevyt Hakutulokset, su ifpi.fi. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  5. ^ (FR) Cieli di Toscana, Snep. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  6. ^ (EN) (Pag. 3) Norway to double up frequencies, su americanradiohistory.com. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  7. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2001 Albums, ARIA. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  8. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  9. ^ (EN) IFPI Platinum Europe Awards, IFPI. URL consultato il 6 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 27 novembre 2013).
  10. ^ (NL) Goud/Platina, NVPI. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  11. ^ (NO) Bocelli, IFPI. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  12. ^ (EN) OFFICIAL TOP 40 ALBUMS, The official NZ Chart. URL consultato il 23 gennaio 2020.
  13. ^ (SW) Copia archiviata (PDF), su web.archive.org. URL consultato il 6 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2011).
  14. ^ (DE) Awards, Swiss chart. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  15. ^ (EN) Certified, BPI. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  16. ^ (EN) Cieli di Toscana, RIAA. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  17. ^ a b c d e f g h i j k l m (EN) Andrea Bocelli - Cieli di Toscana, Australian charts. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  18. ^ (EN) Andrea Bocelli, Billboard. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  19. ^ Gli album più venduti del 1999, Hit Parade Italia. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  20. ^ (EN) Andrea Bocelli, Official Chart. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  21. ^ (EN) Andrea Bocelli, Billboard. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  22. ^ (HU) Lista 50/2001, Mahasz. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  23. ^ (EN) Top 100 end of year 2001, Aria. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  24. ^ (DE) JAHRESHITPARADE ALBEN 2001, Austrianchart.at. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  25. ^ (DA) Chart 2001, Top 20.dk. URL consultato il 2 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2014).
  26. ^ (FR) TOPS DE L'ANNÉE - TOP ALBUMS 2001, Snep. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  27. ^ (DE) TOP 100 ALBUM-JAHRESCHARTS, OFFIZIELLE DEUTSCHE CHARTS. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  28. ^ (NL) JAAROVERZICHTEN - ALBUM 2001, Dutch Charts. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  29. ^ (EN) End of Year Album Chart Top 100 - 2001, Official Chart. URL consultato il 7 gennaio 2020.
  30. ^ (DE) jahreshitparade 2001, Swiss chart. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  31. ^ (EN) Top 100 end of year 2002, Aria. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  32. ^ (NL) JAAROVERZICHTEN - ALBUM 2002, Dutch Charts. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  33. ^ (EN) Top albums 2002, Billboard. URL consultato il 9 gennaio 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica