Teatro del Silenzio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Teatro del Silenzio
Lajatico teatro del silenzio.jpg
Il Teatro del Silenzio nell'allestimento del 2008 (Igor Mitoraj)
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Lajatico
Dati tecnici
Fossa assente
Capienza 8000 posti
Realizzazione
Costruzione 27 luglio 2006
Sito ufficiale

Coordinate: 43°28′07.9″N 10°44′18.67″E / 43.468861°N 10.738519°E43.468861; 10.738519

Il Teatro del Silenzio è un anfiteatro creato sfruttando la naturale conformazione di una collina nei pressi del paese di Lajatico, in provincia di Pisa.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione, inaugurata il 27 luglio 2006, è stata eretta per volontà del popolare cantante Andrea Bocelli originario di questo paese.

Secondo l'idea originale, la struttura è nata per essere montata ed ospitare un solo spettacolo l'anno (da qui il nome "Teatro del Silenzio"). La costruzione consta di un "palcoscenico" circolare di alcuni metri di raggio al cui centro campeggia una scenografia diversa ogni anno: la più famosa, divenuta simbolo stesso del Teatro, è un'imponente scultura raffigurante un volto umano eseguita dallo scultore polacco Igor Mitoraj per la scenografia di una Manon Lescaut e donata successivamente dallo scultore alla fondazione del teatro.

A fare da fondale al palco sono stati posti alcuni blocchi di granito.

La platea nei giorni in cui il teatro non è in attività viene completamente smontata e il palco si trasforma in un lago artificiale. Da qui scaturisce la definizione di Teatro del Silenzio più precisamente quel luogo nel territorio del Comune di Lajatico caratterizzato da colline che, con interventi (necessari) di movimenti terra, è stato creato, o meglio simulato, come Teatro naturale così concepito.

Alcuni dati[modifica | modifica wikitesto]

  • 5.000 m2 l'area spettacolo
  • 1.000 m lineari di staccionata di legno fisse
  • 5.000 piante autoctone di nuova piantumazione

Albo[modifica | modifica wikitesto]

  • Edizione 2006, Dedicarto al Grande Assente, 4.600 spettatori, allestimento di Igor Mitoraj[1]
  • Edizione 2007, Live in Tuscany, 7.000 spettatori, allestimento di Arnaldo Pomodoro
  • Edizione 2008, The Cinema Tribute Concert, 8.000 spettatori, allestimento di Mario Ceroli
  • Edizione 2009, I Colori dell'Anima, 8.600 spettatori, allestimento di Hans Peter Ditzler
  • Edizione 2010, Stelle, allestimento di Kurt Laurenz Metzler
  • Edizione 2011, Bravo Italia&China, allestimento di Venio Santoni
  • Edizione 2012, Donne: un mistero senza fine bello!, allestimento di Giuseppe Carta
  • Edizione 2013, Presenze, allestimento del gruppo Naturaliter
  • Edizione 2014, Pathos, allestimento di Maurizio Giani
  • Edizione 2015, Turandot

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]