Bruno Jacoboni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bruno Jacoboni
Bruno Jacoboni - AS Reggina 1973-74.jpg
Jacoboni alla Reggina nella stagione 1973-1974
Nazionalità Italia Italia
Altezza 176 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Ritirato 1977 - giocatore
Carriera
Giovanili
non conosciuta Aquilotti Avezzano
Squadre di club1
1960-1961 Arancione e Nero.svg Aquilotti Avezzano 19 (-?)
1961-1962 Avezzano 12 (-?)
1962-1964 Bisceglie 8 (-?)
1964-1966 Melfi 47 (-?)
1966-1967 Anconitana 32 (-23)
1967-1974 Reggina 175 (-?)
1974-1975 Pro Vasto 36 (-?)
1975-1976 Lecce 15 (-?)
1976-1977 Turris 0 (0)
Carriera da allenatore
1979-1980 A.S. Roccella 1935
1980-1981 Avezzano
1981-1982 Vibonese
1982-1983 Gioiese
1983-1984 Vibonese
1991-1992 Reggina Primavera
1995-1996 Crotone
1996-2000 Vibonese
200? Reggina Vice
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Bruno Jacoboni (Avezzano, 4 marzo 1943) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo portiere.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera inizia nella squadra degli Aquilotti di Avezzano. Fa il suo esordio in prima squadra, non ancora diciottenne, nel campionato di Prima Categoria abruzzese del 1960-1961. L'anno successivo passa sull'altra sponda cittadina, nelle file della Forza e Coraggio di Avezzano in Serie D, dove colleziona 12 presenze.

Nelle stagioni 1962-1963 e 1963-1964 veste la maglia del Bisceglie in Serie C, dove totalizza 3 presenze il primo anno e 5 il secondo, che non gli permettono la conferma. Viene ceduto al Melfi in Prima Categoria, dove vince il campionato 1964-1965 (22 presenze). Promosso in Serie D, l'anno successivo colleziona 25 presenze. Acquistato nel 1966 dall'Anconitana in Serie C, realizza 31 presenze e poi viene ingaggiato dalla Reggina in Serie B.

Dal 1967-1968 al 1973-1974 milita nella squadra del presidente Oreste Granillo. Totalizza 175 presenze in Serie B, stabilendo nel campionato 1970-1971 il record di imbattibilità di 1088 minuti.[senza fonte]

Nel 1974-1975 con 36 presenze difende la rete della Pro Vasto in Serie C e l'anno successivo con 15 presenze, ancora in Serie C, contribuisce alla promozione del Lecce in Serie B. Termina la carriera attiva nel 1976-1977 con la Turris in Serie C come chioccia dei portieri, senza collezionare presenze.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Diventato allenatore, ha avuto trascorsi in Serie C nell'Avezzano e nella Gioiese e in Serie D nel Crotone e nella Vibonese; molte sono le squadre allenate in Eccellenza e Promozione della regione Calabria. Ha avuto anche esperienze come "secondo" in Serie A con la Reggina e in Serie B sempre con la Reggina e con il Crotone.

Nella stagione 1991-1992 sfiora lo scudetto con la squadra Primavera della Reggina, sconfitto in finale dal Torino.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Lecce: 1975-1976
Lecce: 1975-1976

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Lecce: 1976

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Avezzano: 1980-1981

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

Vibonese: 1996-1997
  • Coppa Italia Regionale: 1
Vibonese: 1996-1997
Vibonese: 1997-1998

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Corriere dello Sport del 12 aprile 1971
  • Almanacco illustrato del calcio 1973, edizioni Panini, pag. 40
  • La raccolta completa degli Album Panini, La Gazzetta dello Sport, 1973-1974, pagg. 16-79

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]