Arsace I di Partia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arsace I di Partia
Moneta di Arsace I
Moneta di Arsace I
Re dei Parti
In carica 246/238-211 a.C.
Predecessore Andragora
Successore Arsace II



Morte 211 a.C.
Dinastia Arsacidi
Padre ?
Figli Arsace II

Arsace I di Partia (prima del 250 a.C.211 a.C.?) è stato re dei Parti, celebre per aver conquistato la Partia e per essere stato il primo Re dei Parti e il fondatore della dinastia arsacide.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Secondo Arriano, Arsace I e suo fratello Tiridate I di Partia erano entrambi discendenti del re achemenide Artaserse II, ma la veridicità di questa notizia è dubbia.

Arsace invase la Partia, che era allora una provincia dell'Impero seleucide, nel 250 a.C. circa. Ecco come Giustino descrive la conquista della Partia ad opera di Arsace:

(LA)
« Hic solitus latrociniis et rapto vivere accepta opinione Seleucum a Gallis in Asia victum, solutus regis metu, cum praedonum manu Parthos ingressus praefectum eorum Andragoran oppressit sublatoque eo imperium gentis invasit. »
(IT)
« (Arsace) era dedito a una vita di saccheggi e di ruberie quando, ricevuta la notizia della sconfitta di Seleuco contro i Galli [...], attaccò i Parti con una banda di predoni, rovesciò il loro prefetto Andragora, e, dopo averlo ucciso assunse il comando della nazione »
(Giustino, xli. 4)

Secondo Arriano Arsace venne poi ucciso nel 246 a.C. e gli succedette il fratello. Tuttavia gli storici moderni ritengono che fu re di Partia dal 246 al 211 a.C., anno in cui gli succedette il figlio Arsace II.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Re di Partia Successore
Andragora 246/238 a.C.211 a.C. Arsace II