Arsace I

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arsace I di Partia
Pdc 24586.jpg
Moneta di Arsace I
Re dei Parti
In carica 246/238-211 a.C.
Predecessore Andragora
Successore Arsace II
Morte 211 a.C.
Dinastia Arsacidi
Padre ?
Figli Arsace II

Arsace I di Partia (prima del 250 a.C.211 a.C.?) è stato re dei Parti, celebre per aver conquistato la Partia e per essere stato il primo Re dei Parti e il fondatore della dinastia arsacide.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo Arriano, Arsace I e suo fratello Tiridate I di Partia erano entrambi discendenti del re achemenide Artaserse II, ma la veridicità di questa notizia è dubbia.

Arsace invase la Partia, che era allora una provincia dell'Impero seleucide, nel 250 a.C. circa. Ecco come Giustino descrive la conquista della Partia ad opera di Arsace:

(LA)

«Hic solitus latrociniis et rapto vivere accepta opinione Seleucum a Gallis in Asia victum, solutus regis metu, cum praedonum manu Parthos ingressus praefectum eorum Andragoran oppressit sublatoque eo imperium gentis invasit.»

(IT)

«(Arsace) era dedito a una vita di saccheggi e di ruberie quando, ricevuta la notizia della sconfitta di Seleuco contro i Galli [...], attaccò i Parti con una banda di predoni, rovesciò il loro prefetto Andragora, e, dopo averlo ucciso assunse il comando della nazione»

(Giustino, xli. 4)

Secondo Arriano Arsace venne poi ucciso nel 246 a.C. e gli succedette il fratello. Tuttavia gli storici moderni ritengono che fu re di Partia dal 246 al 211 a.C., anno in cui gli succedette il figlio Arsace II.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]