Arsace II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il sovrano armeno, vedi Arsace II di Armenia.
Arsace II
Pdc 24587.jpg
Moneta che raffigura Arsace II
Re dei Parti
In carica 211 a.C. –
191 a.C.
Predecessore Arsace I
Successore Friapazio
Morte 191 a.C.
Dinastia Arsacidi di Partia
Padre Arsace I

Arsace II, talvolta noto come Artabano (ΑΡΣΑΚΟΥ; Artabanus; ... – 191 a.C.), è stato un sovrano dei Parti dal 211 a.C. alla sua morte. Il suo nome in greco è Arsaces, in latino Artabanus, e nei libri di storia compare con entrambi i nomi.

Nome[modifica | modifica wikitesto]

Esiste una certa confusione nei nomi e nella genealogia dei primi sovrani arsacidi. Il fondatore della dinastia si chiamava Arsace (I), ed era lo zio di Arsace II/Artabano. Ad Arsace I succedette forse il fratello Tiridate I, che assunse però anche il nome di Arsace (II). Il figlio di Tiridate e il nipote di Arsace I fu Arsace/Atrabano, che succedette al primo o al secondo, e in questo senso può essere chiamato rispettivamente Arsace III o Arsace II. Data la debolezza delle basi storiche del regno di Tiridate, di norma si considera Arsace/Artabano il secondo sovrano arsacide della Partia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 209 a.C. il sovrano seleucide Antioco III riconquistò la Partia, precedentemente sottratta ai Seleucidi da Arsace e dai Parni attorno al 247 a.C.; successivamente fu però sconfitto in battaglia nei pressi del monte Labo e chiese la pace. I termini della pace prevedevano che Arsace accettasse lo stato di vassallo e che in questa condizione regnasse sulla Partia e sull'Ircania; Antioco, in cambio, avrebbe riportato le proprie truppe in occidente, dove sarebbe poi rimasto coinvolto nelle guerre contro la Repubblica romana.

Nel 191 a.C. Arsace II fu succeduto dal figlio o cugino Friapazio.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Richard Nelson Frye, The History of Ancient Iran, 1984.
  • A.D.H. Bivar, The Political History of Iran under the Arsacids, in W.B. Fischer e Ilya Gershevitch (a cura di), Cambridge History of Iran, vol. 3.1, Londra, Cambridge UP, 1993., pp. 31, 51-67

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Re di Partia Successore
Arsace I 211191 a.C. Friapazio
Controllo di autorità VIAF: (EN60145304377678571441