Arnos Grove (metropolitana di Londra)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Underground.svg Arnos Grove
Arnos Grove stn building.JPG
Stazione della metropolitana di Londra
Gestore TFL
Inaugurazione 1932
Stato in uso
Linea Piccadilly Line
Localizzazione Arnos Grove, London Borough of Enfield
Tipologia Stazione di superficie
Note 4,1 milioni di passeggeri nel 2010[1]
Mappa di localizzazione: Londra
Arnos Grove
Arnos Grove
Metropolitane del mondo

Coordinate: 51°36′58.76″N 0°08′00.73″W / 51.616322°N 0.133536°W51.616322; -0.133536

Arnos Grove è una stazione della metropolitana di Londra situata nell'omonima area del London Borough of Enfield di Londra. È compresa all'interno della Travelcard Zone 4 ed è servita dalla Piccadilly line. È la prima stazione in superficie dopo il lungo tratto sotterraneo che si estende attraverso il centro della città partendo da Barons Court.

Fu aperta il 19 settembre 1932, originariamente come terminale nord della linea, ed ancora oggi funge da capolinea per alcuni servizi ridotti.

Ubicazione[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è ubicata nel quartiere di New Southgate, nelle immediate circostanze di Arnos Park, e si affaccia su Bowes Road;[2] è la prima fermata di superficie dopo la lunga galleria che inizia a est di Barons Court e passa al di sotto del centro di Londra. La stazione - così come il quartiere circostante - deve il proprio nome alla tenuta di Arnos Grove, una volta collocata a nord del fabbricato viaggiatori.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La sala biglietti di Arnos Grove

La Great Northern (GNR) e il suo successore, la London and North Eastern Railway (LNER), si rifiutarono per diversi anni di estendere la propria rete ferroviaria nei suburbi di Haringey ed Enfield. Ciò malgrado, seguendo l'opinione pubblica ormai fatta saldissima, negli anni 1930 la linea venne estesa da Finsbury Park fino a Cockfosters via Arnos Grove; quest'ultima stazione venne aperta il 19 settembre 1932, e venne rapidamente denominata «Arnos Grove» in seguito ad un sondaggio (le alternative erano «Arnos Park», «Bowes Road» e «Southgate»).[3]

La notte del 13 ottobre 1940, durante il Blitz, un velivolo tedesco sganciò una bomba negli agglomerati residenziali a nord della stazione di Bounds Green; la distruzione di quest'ultimi causò il crollo della galleria della banchina che serviva i treni diretti ad ovest. Di conseguenza, i servizi ferroviari tra Wood Green e Cockfosters vennero interrotti per due mesi. Altri due incidenti hanno segnato la storia di Arnos Grove: un deragliamento, l'11 agosto 1948, e infine gli attentati del 7 luglio 2005, perpetrati per mano di quattro terroristi che hanno fatto esplodere una bomba in un treno che stava viaggiando tra King's Cross St. Pancras e Russell Square (il traffico ferroviario tra Hyde Park Corner e Arnos Grove, prontamente interrotto, venne ripristinato solo il 4 agosto dello stesso anno).[4]

Fabbricato viaggiatori[modifica | modifica wikitesto]

Così come le altre stazioni progettate da Charles Holden per quest'estensione, Arnos Grove è stata costruita in uno stile moderno europeo con l'impiego di mattoni, vetro e calcestruzzo armato, organizzati in modo da formare forme geometriche elementari.[5] La biglietteria, di forma circolare, si eleva da una struttura ad un solo piano e presenta un design esplicitamente desunto dalla biblioteca di Stoccolma.

La stazione oggi[modifica | modifica wikitesto]

Tre coppie di binari parallele passano attraverso la stazione, con due banchine ad isola tra il tracciato centrale e quelli esterni. I margini delle banchine sono numerati da 1 a 4, così che l'accesso ai binari esterni è garantito dalle banchine 1 e 4, mentre per i binari interni (generalmente usati dalle corse limitate che terminano qui) bisogna usufruire delle banchine 2 e 3. Alle banchine 1 e 2 sostano i treni diretti a Cockfosters, mentre i treni diretti al centro di Londra passano per le banchine 3 e 4.[4]

Nel luglio 2011 Arnos Grove divenne protetta in quanto monumento classificato di II grado;[6] l'edificio fa parte dei dodici Great Modern Buildings descritti87 dal Guardian nell'ottobre 2007.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Customer metrics: entries and exits, su London Underground performance update, Transport for London, 2010. URL consultato il 3 febbraio 2012.
  2. ^ Arnos Grove tube station, su Google Maps. URL consultato il 9 maggio 2015.
  3. ^ Alan Dumayne, Southgate, Sutton Publishing Limited, 1998, pp. 44, ISBN 0-7509-2000-9.
  4. ^ a b Clive Feather, Piccadilly line, su Clive's Underground Line Guides. (archiviato il 9 maggio 2015).
  5. ^ Arnos Grove Underground Station, su The National Heritage List for England, English Heritage. (archiviato il 17 ottobre 2012).
  6. ^ 16 London Underground Stations Listed at Grade II, English Heritage. (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2011).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]