Alpe d'Huez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Coordinate: 45°03′N 6°02′E / 45.05°N 6.033333°E45.05; 6.033333

Veduta

L'Alpe d'Huez (pronuncia [l‿al.pə d‿ɥɛz]) è una località sciistica delle Alpi francesi (1850 metri / 3300 metri), nel dipartimento dell'Isère. Fa parte del massiccio delle Grandes Rousses, sopra l'Oisans ed è raggiungibile da Grenoble mediante la Route nationale 91, che si svolge lungo la valle della Romanche, passando attraverso i comuni di Livet-et-Gavet e di Bourg-d'Oisans, e quindi per il Col de Sarenne.

Alpe d'Huez è divenuta famosa negli anni come sede di arrivo di tappa del Tour de France, ma anche per ospitare, all'interno della chiesa di Notre-Dame des Neiges, un particolare organo a canne progettato da Jean Guillou.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sin dal medioevo, dalla fine dell'XI° al XIV° secolo, ad est dell'attuale cittadina de l'alpe, era presente un insediamento conosciuto col nome di Brandes. Questo era un villaggio minerario composto da circa 80 case, un castello, una chiesa parrocchiale con un cimitero annesso. Gli abitanti erano prevalentemente minatori e fonditori occupati nell'estrazione di argento nelle vicine miniere per conto del delfino conte di Vienne. Il sito è riconosciuto monumento storico in Francia in quanto, conservato nella sua interezza, lo rende un luogo unico in Europa. Oggetto ininterrottamente sin dal 1977 di scavi e studii si è potuto constatare come l'opera estrattiva si estendesse da Gua (valle della Sarenne) fino al Lago Bianco (massiccio del Rousses)[1]

Nel 1871 il botanico Gaston Bonnier nel piccolo paesino di L'Alpe d'Huez da inizio al suo studio sulla flora di Francia.

La stazione sciistica si sviluppa a partire dal 1920 mentre nel 1936 ha luogo l'inaugurazione del primo impianto di risalita per sciatori ad opera dell'ingegnere meccanico Jean Pomagalski creatore della societa Poma.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

veduta altoporto

Festival Internazionale del Film[modifica | modifica wikitesto]

Ogni anno nel mese di gennaio si svolge il festival internazionale del film commedia[2]

Altiporto Henri Giraud[modifica | modifica wikitesto]

Costruito per le olimpiadi invernali di Grenoble del 1968 e intitolato in memoria del famoso pilota pioniere del volo di montagna Henri Giraud il 15 aprile 2000. L'altiporto AHZ-Henri Giraud situato à 1,9 km a est-nord-est dell'abitato è utilizzato dagli elicotteri della sicurezza civile francese FAS e dai club e scuole di volo del Delfinato.

Cultura locale e patrimonio[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di Notre-Dame des Neiges[modifica | modifica wikitesto]

Costruita su progetto di Jean Marol tra il 1968 e il 1970 come luogo di culto cattolico ideata come una struttura protesa verso un fulcro centrale formato da una struttura cilindrica in cemento[3]

Nella seconda metà degli anni 1970, essendo parroco Jaap Reuten, fu presa la decisione di dotare l'edificio di un organo a canne; per la realizzazione di quest'ultimo venne scelto l'organaro tedesco Detlef Kleuker, il progetto fonico venne affidato a Jean Guillou, organista titolare della chiesa di Sant'Eustachio a Parigi, che aveva già collaborato nel 1974 con Kleuker mentre quello architettonico a Jean Marol. L'organo venne quindi costruito nel 1978 e chiamato da Guillou Christophe-Raphaël: Organo unico al mondo prende la forma di una mano protesa verso il cielo. In seguito alla costruzione dello strumento, si è costituita l'associazione Association Notre-Dame des neiges - Orgues et Montagnes che ha il compito di valorizzarlo organizzando concerti e corsi di organo, flauto di Pan e canto

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Sci[modifica | modifica wikitesto]

La stazione sciistica dell'Alpe d'Huez è nata nel 1936 ed è uno dei comprensori più grandi della Francia con 249 chilometri di piste e un dislivello di 2230 metri (dal Pic du Lac Blanc 3330 metri a Oz a 1100 metri) e gli 87 impianti di risalita del comprensorio Grandes Rousses:

All'Alpe di Huez ci sono 123 piste di cui 39 verdi, 31 blu, 36 rosse e 17 nere con 2 snowparks, un boardercross ed un half-pipe. La neve è garantita da 840 cannoni che coprono 64 chilometri di piste.

All'Alpe d'Huez c'è una pista nera lunga 18 chilometri che parte da 3300 metri d'altitudine fino ad arrivare 1500 metri: Sarenne. È la più lunga pista nera del mondo.

Tour de France[modifica | modifica wikitesto]

Il ciclista Marco Pantani nel 1997 mentre scala l'Alpe d'Huez

La salita che porta all'Alpe presenta circa 1100 metri di dislivello (da 740 a 1850 metri) su 14 km di sviluppo, con una pendenza media vicina all'8%.

Il primo ad aggiudicarsi l'arrivo dell'Alpe d'Huez fu Fausto Coppi, nel Tour del 1952 di cui vinse anche la classifica finale. Negli anni successivi molti campioni hanno conquistato questo prestigioso traguardo. Tra gli italiani spiccano le due vittorie consecutive di Gianni Bugno, nel 1990 e 1991, le due di Marco Pantani, nel 1995 e 1997 e quelle singole di Roberto Conti nel 1994 e Giuseppe Guerini nel 1999.

La strada che sale all'Alpe d'Huez ha 21 tornanti. Ad ogni tornante c'è una targa a ricordo di uno dei vincitori della tappa del Tour. Nel 2002, dopo aver completato i 21 tornanti, gli organizzatori hanno dovuto ricominciare dal primo, dove a fianco della targa dedicata a Fausto Coppi ne è stata posta un'altra per Lance Armstrong.

L'Alpe d'Huez è anche chiamata Dutch Mountain, per le 8 vittorie olandesi nelle prime 14 tappe. Gli italiani hanno ottenuto 7 vittorie, 3 gli statunitensi, una dal ciclista basco Iban Mayo e la recente vittoria del lussemburghese Fränk Schleck che aveva lasciato alle spalle nell'ultimo chilometro Damiano Cunego.

Nel 2008 l'Alpe d'Huez ha ospitato le fasi finali della 17ª tappa de La Grande Boucle il 23 luglio vinta dallo spagnolo Carlos Sastre. Lo scalatore di Madrid partito all'inizio dell'ascesa, arriva al traguardo dell'Alpe d'Huez conquistando la maglia gialla che apparteneva al suo compagno di squadra Fränk Schleck. Nel 2011 la vittoria va al francese Pierre Rolland, che al termine della tappa conquista la maglia bianca di leader della classifica dei giovani. Nel 2013 si aggiudica la vittoria di tappa, nella centesima edizione della corsa, il francese Christophe Riblon. Nel 2015 è Thibaut Pinot ad aggiudicarsi la vetta e vincendo la Ventesima tappa del 102º Tour De France, seguito da Nairo Quintana all'attacco di Chris Froome che sarebbe arrivato a Parigi in Giallo

Vincitori[modifica | modifica wikitesto]

L'ascesa dell'Alpe d'Huez con 21 tornanti
Anno Nome Nazione
1952 Fausto Coppi Italia Italia
1976 Joop Zoetemelk Paesi Bassi Paesi Bassi
1977 Hennie Kuiper Paesi Bassi Paesi Bassi
1978 Hennie Kuiper Paesi Bassi Paesi Bassi
1979* Joaquim Agostinho Portogallo Portogallo
1979* Joop Zoetemelk Paesi Bassi Paesi Bassi
1981 Peter Winnen Paesi Bassi Paesi Bassi
1982 Beat Breu Svizzera Svizzera
1983 Peter Winnen Paesi Bassi Paesi Bassi
1984 Luis Herrera Colombia Colombia
1986 Bernard Hinault Francia Francia
1987 Federico Echave Spagna Spagna
1988 Steven Rooks Paesi Bassi Paesi Bassi
1989 Gert-Jan Theunisse Paesi Bassi Paesi Bassi
1990 Gianni Bugno Italia Italia
1991 Gianni Bugno Italia Italia
1992 Andrew Hampsten Stati Uniti Stati Uniti
1994 Roberto Conti Italia Italia
1995 Marco Pantani Italia Italia
1997 Marco Pantani Italia Italia
1999 Giuseppe Guerini Italia Italia
2001 Lance Armstrong Stati Uniti Stati Uniti
2003 Iban Mayo Spagna Spagna
2004 Lance Armstrong Stati Uniti Stati Uniti
2006 Fränk Schleck Lussemburgo Lussemburgo
2008 Carlos Sastre Spagna Spagna
2011 Pierre Rolland Francia Francia
2013 Christophe Riblon Francia Francia
2015 Thibaut Pinot Francia Francia

*Nel Tour de France 1979 ci sono state due tappe all'Alpe d'Huez.

Tempi di ascesa[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1994 al 1997 i tempi sono stati registrati a 14,5 chilometri dalla fine. Dal 1999 il photo-finish veniva utilizzato a 14 chilometri dalla fine. Altre volte i tempi sono stati registrati da 13,8 chilometri, il punto di inizio dell'ascesa. Altri tempi sono stati presi dall'incrocio stradale a Le Bourg-d'Oisans a 700 metri dall'inizio della salita.

Queste variazioni di cronometraggio hanno portato ad un dibattito in corso. Il tempo più veloce di Marco Pantani è 37'35 ", citato dalla rivista Procycling e da World Cycling Productions. Nella biografia di Marco Pantani, Matt Rendell osserva i suoi tempi: 1994 - 38'00 " ; 1995 - 38'04 "; 1997 - 37'35".

Altre fonti descrivono i tempi di Pantani dal 1994, '95 e '97 come i più veloci, con i tempi aggiustati a 13,8 chilometri dal traguardo. Queste fonti rilasciano che il record di Pantani è 36'40 " fatto nel 1995; secondo, terzo e quarto più veloci sono Pantani nel 1997 (36'45 "), Pantani nel 1994 (37'15") e Jan Ullrich nel 1997 (37'30 "). Lance Armstrong è quinto con il tempo ottenuto nel 2004 (37'36") evidenziando come gli anni novanta hanno visto salite più veloci rispetto alle altre epoche.

13,8 chilometri:[4]

Profilo dell'Alpe d'Huez
Posizione Tempo Nome Anno Nazione
1 36' 40" Marco Pantani 1995 Italia Italia
2 36' 53" Marco Pantani 1997 Italia Italia
3 37' 15" Marco Pantani 1994 Italia Italia
4 37' 36" Lance Armstrong 2004 Stati Uniti Stati Uniti
5 37' 40" Jan Ullrich 1997 Germania Germania
6 38' 03" Lance Armstrong 2001 Stati Uniti Stati Uniti
7 38' 04" Miguel Indurain 1995 Spagna Spagna
8 38' 04" Alex Zülle 1995 Svizzera Svizzera
9 38' 06" Bjarne Riis 1995 Danimarca Danimarca
10 38' 20" Richard Virenque 1997 Francia Francia
11 38' 34" Laurent Madouas 1995 Francia Francia
12 38' 35" Floyd Landis 2006 Stati Uniti Stati Uniti
13 38' 35" Andreas Klöden 2006 Germania Germania
14 38' 40" Jan Ullrich 2004 Germania Germania
15 38' 55" Richard Virenque 1994 Francia Francia
16 39' 00" Carlos Sastre 2006 Spagna Spagna
17 39' 08" Iban Mayo 2003 Spagna Spagna
18 39' 12" Andreas Klöden 2004 Germania Germania
19 39' 14" José Azevedo 2004 Portogallo Portogallo
20 39' 14" Levi Leipheimer 2006 Stati Uniti Stati Uniti
21 39' 20" Francesco Casagrande 1997 Italia Italia
22 39' 21" Bjarne Riis 1997 Danimarca Danimarca
23 39' 22" Nairo Quintana 2015 Colombia Colombia
24 39' 30" Miguel Indurain 1994 Spagna Spagna
25 39' 30" Luc Leblanc 1994 Francia Francia
26 39' 30" Carlos Sastre 2008 Spagna Spagna
27 39' 37" Volodymyr Pulnikov 1994 Ucraina Ucraina
28 39' 40" Giuseppe Guerini 2004 Italia Italia
29 39' 41" Santos González 2004 Spagna Spagna
30 39' 41" Vladimir Karpets 2004 Russia Russia
31 39' 42" Fernando Escartin 1995 Spagna Spagna
32 39' 42" Claudio Chiappucci 1995 Italia Italia
33 39' 42" Paolo Lanfranchi 1995 Italia Italia
34 39' 46" Denis Menchov 2006 Russia Russia
35 39' 46" Michael Rasmussen 2006 Danimarca Danimarca
36 39' 46" Pietro Caucchioli 2006 Italia Italia
37 39' 48" Tony Rominger 1995 Svizzera Svizzera
38 39' 48" Nairo Quintana 2013 Colombia Colombia
39 39' 51" Pavel Tonkov 1995 Russia Russia
40 39' 51" Joaquim Rodríguez 2013 Spagna Spagna
41 39' 52" Beat Zberg 1997 Svizzera Svizzera
42 39' 52" Udo Bölts 1997 Germania Germania
43 39' 52" Roberto Conti 1997 Italia Italia
44 39' 52" Laurent Madouas 1997 Francia Francia
45 39' 56" David Moncoutié 2004 Francia Francia
46 39' 57" Carlos Sastre 2004 Spagna Spagna
47 39' 58" Ivan Basso 2004 Italia Italia
48 39' 58" Stéphane Goubert 2004 Francia Francia
49 40' 01" Pëtr Ugrjumov 1994 Russia Russia
50 40' 01" Alex Zülle 1994 Svizzera Svizzera
51 40' 02" Jan Ullrich 2001 Germania Germania
52 40' 07" Laurent Jalabert 1995 Francia Francia
53 40' 07" Michael Rogers 2004 Australia Australia
54 40' 12" Joseba Beloki 2001 Spagna Spagna
55 40' 14" Óscar Pereiro 2006 Spagna Spagna
56 40' 14" Michael Rogers 2006 Australia Australia
57 40' 14" Cadel Evans 2006 Australia Australia
58 40' 14" Ivan Parra 2006 Colombia Colombia
59 40' 15" Laurent Jalabert 1997 Francia Francia
60 40' 15" Marco Fincato 1997 Italia Italia
61 40' 18" Abraham Olano 1997 Spagna Spagna
62 40' 23" Orlando Rodrigues 1997 Portogallo Portogallo
63 40' 27" Gianni Bugno 1991 Italia Italia
64 40' 27" Marcos Serrano 2004 Spagna Spagna
65 40' 28" Miguel Indurain 1991 Spagna Spagna
66 40' 29" Luc Leblanc 1991 Francia Francia
67 40' 29" Cyril Dessel 2006 Francia Francia
68 40' 29" Haimar Zubeldia 2006 Spagna Spagna
69 40' 31" Richard Virenque 1995 Francia Francia
70 40' 31" Ivan Gotti 1995 Italia Italia
71 40' 32" Oscar Pereiro 2004 Spagna Spagna
72 40' 32" Mikel Astarloza 2006 Spagna Spagna
73 40' 33" Christophe Moreau 2001 Francia Francia
74 40' 39" Manuel Beltran 1997 Spagna Spagna
75 40' 40" José Enrique Gutiérrez 2004 Spagna Spagna
76 40' 42" Alejandro Valverde 2015 Spagna Spagna
77 40' 42" Christopher Froome 2015 Regno Unito Regno Unito
78 40' 43" Roberto Conti 1994 Italia Italia
79 40' 43" Oscar Pelliccioli 1994 Italia Italia
80 40' 43" Pascal Lino 1994 Francia Francia
81 40' 43" Fernando Escartin 1994 Spagna Spagna
82 40' 43" Armand de Las Cuevas 1994 Francia Francia
83 40' 45" Fränk Schleck 2006 Lussemburgo Lussemburgo
84 40' 46" Georg Totschnig 2004 Austria Austria
85 40' 49" Johan Bruyneel 1995 Belgio Belgio
86 40' 49" Sandy Casar 2004 Francia Francia
87 40' 49" Gilberto Simoni 2006 Italia Italia
88 40' 53" Alexander Vinokourov 2003 Kazakistan Kazakistan
89 40' 54" Richie Porte 2013 Australia Australia
90 40' 54" Christopher Froome 2013 Regno Unito Regno Unito
91 40' 56" Floyd Landis 2004 Stati Uniti Stati Uniti
92 40' 56" Damiano Cunego 2006 Italia Italia
93 40' 57" Oscar Sevilla 2001 Spagna Spagna
94 40' 57" Mikel Astarloza 2004 Spagna Spagna
95 40' 57" Juan Miguel Mercado 2004 Spagna Spagna
96 40' 58" Alejandro Valverde 2013 Spagna Spagna
97 41' 00" Christophe Moreau 2004 Francia Francia
98 41' 02" Jean-François Bernard 1991 Francia Francia
99 41' 03" Gilberto Simoni 2004 Italia Italia
100 41' 07" Fernando Escartin 1997 Spagna Spagna

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

L'Alpe d'Huez è gemellata dal 2005 con:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN249429969 · GND (DE7543369-2 · BNF (FRcb11953079w (data)