Ahmose-Sitamon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ahmose-Sitamon
Stele Djeserkare Mariette.png
Copia di una stele scoperta a Karnak, raffigurante, da sinistra, Ahmose-Sitamon, Ahmose Nefertari, re Amenofi I e il principe Ahmose-Sipair.
Principessa d'Egitto
Sposa del dio
Figlia del re
Sorella del re
In carica seconda metà del XVI secolo a.C.
Luogo di sepoltura Tebe
Dinastia XVIII dinastia egizia
Padre Ahmose I
Religione Religione egizia

Ahmose-Sitamon (... – ...) è stata una principessa egizia della XVIII dinastia.

Il suo nome significa "Nata da Iah (la luna)-Figlia di Amon". Fu figlia del faraone Ahmose I (regno: 1549 - 1525 a.C.), fondatore della XVIII dinastia e del Nuovo Regno, e sorella di Amenofi I. Ebbe i titoli di "Sposa del dio", "Figlia del re" e "Sorella del re". La sua mummia fu scoperta nel cosiddetto "nascondiglio" (DB320) di Deir el-Bahari e si trova al Museo egizio del Cairo[1].

Scena presente nella tomba di Inherkhau, raffigurante i "Signori dell'Occidente". Nel registro superiore, da destra: Amenofi I, Ahmose I, Ahhotep I, Ahmose Meritamon, Ahmose-Sitamon, Siamon?, Ahmose-Henuttamehu, Ahmose-Tumerisi, Ahmose-Nebetta, Ahmose-Sipair. Registro inferiore, da destra: Ahmose Nefertari, Ramses I, Mentuhotep II, Amenofi II, Seqenenra Ta'o, Ramose?, Ramses IV, un faraone ignoto e Thutmose I.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aidan Dodson & Dyan Hilton: The Complete Royal Families of Ancient Egypt, Thames & Hudson, 2004, ISBN 0-500-05128-3, p. 129.