adidas Predator

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
adidas Predator Absolute (2006)

Le adidas Predator sono un modello di scarpe da calcio prodotte dalla ditta tedesca di abbigliamento sportivo adidas, create basandosi sul progetto e sul prototipo disegnato dall'ex calciatore australiano Craig Johnston. Una delle caratteristiche distintive delle scarpe della gamma Predator è la presenza di inserti in gomma nella zona del collo interno del piede, così da aumentare l'attrito tra la scarpa e il pallone.

Verso la fine del 2010, adidas ha sviluppato la tecnologia PowerSpine, che, secondo quanto dichiarato dalla casa produttrice, permette di dare maggior potenza al calcio del pallone, riducendo il "rinculo" che subisce il piede durante l'impatto con la sfera. Il 18 maggio 2015 adidas ha annunciato la sostituzione del modello Predator, insieme ai modelli F50, 11Pro e Nitrocharge, con degli scarpini denominati Ace e X,[1] ufficialmente presentati il 25 dello stesso mese.

Modelli[modifica | modifica wikitesto]

Dalla progenitrice del 1994, sono stati poi creati 12 diversi modelli di Predator fino al 2015, ognuno caratterizzato da un proprio design particolare e da un nome diverso.[2] Dal 2001 sono stati creati, oltre al modello di punta della scarpa Predator, anche i relativi modelli "minori" che hanno conservato il design, ma privi di alcune caratteristiche (come ad esempio l'utilizzo della pelle sintetica anziché di quella di canguro dei modelli principali).

  1. Predator (1994)
  2. Predator Rapier (1995)
  3. Predator Touch (1996)
  4. Predator Accelerator (1998)
  5. Predator Precision (2000) e Incision (2001)
  6. Predator Mania (2002), Manic (2003) e Manado (2003)
  7. Predator Pulse (2004), Pulsion (2005) e Pulsado (2005)
  8. Predator Absolute (2006), Absolion (2007) e Absolado (2007)
  9. Predator PowerSwerve (2008)
  10. Predator X (2009)
  11. Predator adipower (2011)
  12. Predator LZ (Lethal Zones) (2012) e LZ2 (2013)
  13. Predator Instinct (2014)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Matteo Perri, La nuova era di adidas: addio Predator, F50, 11Pro e Nitrocharge, su soccerstyle24.it, 18 maggio 2015.
  2. ^ Saverio Biliotti, adidas Predator: il ritorno del mito?, su soccerstyle24.it, 5 aprile 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]