Victor Amaya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Victor Amaya
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 201 cm
Tennis Tennis pictogram.svg
Dati agonistici
Ritirato 1984
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 186-172
Titoli vinti 3
Miglior ranking 15º (4 agosto 1980)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open SF (1979)
Francia Roland Garros 3T (1976, 1979)
Regno Unito Wimbledon 3T (1981)
Stati Uniti US Open 3T (1977, 1979, 1980)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 193-170
Titoli vinti 7
Miglior ranking 16º (3 gennaio 1983)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (1978, 1980)
Francia Roland Garros V (1980)
Regno Unito Wimbledon QF (1980)
Stati Uniti US Open F (1982)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al definitivo

Victor Amaya (Denver, 2 luglio 1954) è un ex tennista statunitense.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Tennista dotato di un ottimo servizio, grazie anche agli oltre due metri d'altezza, ha raggiunto la top-20 mondiale sia nel singolare che nel doppio. Il risultato più importante in carriera è stata la vittoria del Roland Garros 1980 insieme ad Hank Pfister sui più quotati Brian Gottfried e Raúl Ramírez.

In singolare si è avventurato fino alla semifinale dell'Australian Open 1979 dove si arrese al futuro campione Guillermo Vilas. Durante il Torneo di Wimbledon 1978 si è reso protagonista di un match memorabile contro Björn Borg, lo svedese già campione nei due anni precedenti è andato sotto di due set rischiando di uscire al primo turno per poi recuperare e vincere in cinque set.[1]

Si ritira nel 1984 chiudendo la carriera con tre vittorie in singolare su otto finali e sette vittorie sulle quattordici finali raggiunte nel doppio maschile.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (3)[modifica | modifica wikitesto]

Numero Anno Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 1977 Australia Brisbane International, Adelaide Erba Stati Uniti Brian Teacher 6–1, 6–4
2. 1979 Regno Unito Surrey Grass Court Championships, Surbiton Erba Australia Mark Edmondson 6–4, 7–5
3. 1980 Stati Uniti Washington Indoor, Washington D.C. Sintetico Cecoslovacchia Ivan Lendl 6–7, 6–4, 7–5

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (7)[modifica | modifica wikitesto]

Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 1980 Francia Open di Francia, Parigi Terra battuta Stati Uniti Hank Pfister Stati Uniti Brian Gottfried
Messico Raúl Ramírez
1–6, 6–4, 6–4, 6–3
2. 1980 Stati Uniti ATP Cleveland, Cleveland Cemento Stati Uniti Gene Mayer Stati Uniti Fred McNair
India Sashi Menon
6–4, 6-2
3. 1980 Giappone Tokyo Indoor, Tokyo Sintetico Stati Uniti Hank Pfister Stati Uniti Marty Riessen
Stati Uniti Sherwood Stewart
6–3, 3–6, 7–6
4. 1981 Giappone Tokyo Indoor, Tokyo (2) Sintetico Stati Uniti Hank Pfister Svizzera Heinz Günthardt
Ungheria Balázs Taróczy
6–4, 6–2
5. 1982 Messico Monterrey Grand Prix, Monterrey Sintetico Stati Uniti Hank Pfister Stati Uniti Tracy Delatte
Stati Uniti Mel Purcell
6–3, 6–7, 6–3
6. 1982 Stati Uniti ATP Cleveland, Cleveland (2) Cemento Stati Uniti Hank Pfister Stati Uniti Matt Mitchell
Stati Uniti Craig Wittus
6–4, 7–6
7. 1983 Stati Uniti Cincinnati Masters, Cincinnati Cemento Stati Uniti Tim Gullikson Brasile Carlos Kirmayr
Brasile Cássio Motta
6–4, 6–3

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Borg, 41 vittime...ma solo 4 forti, Ubitennis.com, 8 giugno 2011. URL consultato il 26 dicembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]