Yannick Noah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yannick Noah
Yannick Noa POPB Octobre 2004 - 01.jpg
Dati biografici
Nazionalità Francia Francia
Altezza 193 cm
Peso 82 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Dati agonistici
Ritirato 1991
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 476-210
Titoli vinti 23
Miglior ranking 3° (7 luglio 1986)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open S (1990)
Francia Roland Garros V (1983)
Regno Unito Wimbledon 3T (1979, 1985)
Stati Uniti US Open QF (1983, 1985, 1989)
Altri tornei
Tour Finals QF (1983)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 213-109
Titoli vinti 13
Miglior ranking 1° (25 agosto 1986)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 1T (1990)
Francia Roland Garros V (1984)
Regno Unito Wimbledon QF (1987)
Stati Uniti US Open F (1985)
Altri tornei
Tour Finals F (1986)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 2 ottobre 2010

Yannick Noah (Sedan, 18 maggio 1960) è un ex tennista e cantante francese. È padre del cestista NBA Joakim Noah, centro dei Chicago Bulls dal 2007.

Carriera sportiva[modifica | modifica sorgente]

Figlio di un calciatore del Camerun passa i primi anni della sua vita in Africa, tornando in Francia, paese natale della madre, all'età di 11 anni, per frequentare una scuola tennistica. A 17 anni vince il Torneo di Wimbledon junior e l'anno dopo, nel 1978, inizia la sua carriera professionistica, vincendo anche il suo primo torneo, a Manila. Nel 1982 si aggiudica 4 titoli, ma la consacrazione avviene nel 1983, quando vince il Roland Garros sconfiggendo in finale Mats Wilander 6-2, 7-5, 7-6.

Noah divenne così il secondo uomo di colore a vincere un torneo del Grande Slam dopo Arthur Ashe. La sua tattica ha spesso incantato gli spettatori, soprattutto francesi, per la spettacolarità. Il particolare colpo che porta il suo nome è quello che effettuava quando l'avversario lo sorprendeva a rete con un lob, cui rispondeva rinviando la palla tra le gambe, con le spalle alla rete. Nel 1984 vince ancora a Parigi, ma nel doppio, in coppia con il connazionale Henri Leconte.

Nel doppio è arrivato in finale anche agli US Open con Leconte (1985) e al Roland Garros con Guy Forget (1987). Nel 1985 vince gli Internazionali d'Italia a Roma e l'anno dopo raggiunge la posizione n°3 nel ranking mondiale (suo record). Nello stesso 1986 balza in testa alla classifica mondiale del doppio, leadership che mantiene per 19 settimane. Si è ritirato nel 1990, collezionando in tutto 23 titoli nel singolare e 16 nel doppio. Negli altri tornei dello Slam ha raccolto una semifinale all'Australian Open nel 1990 e i quarti di finale all'US Open in più occasioni.

Ha giocato per 11 anni nella nazionale di Coppa Davis, con un record di 26-15 in singolare e 13-7 nel doppio, guadagnando la finale nel 1982, che la Francia perse poi 4-1 con gli USA. Ritiratosi diventa allenatore della squadra nazionale femminile, prima di ricoprire lo stesso incarico per quella maschile e vincere la Coppa Davis nel 1991.

L'impresa fu ripetuta nel 1996 (3-2 alla Svezia). Nel 1997 ottiene con la nazionale femminile la prima vittoria francese nella Federation Cup. 2005 Noah è stato introdotto nella International Tennis Hall of Fame, nono francese a ottenere questo onore. È stato, ed è tuttora, consulente psicologico della nazionale camerunense di calcio e di Amélie Mauresmo.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Singolare[modifica | modifica sorgente]

Vittorie (23)[modifica | modifica sorgente]

Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 1978 Manila, Filippine Terra battuta Austria Peter Feigl 7–6, 6–0
2. 1978 Calcutta, India Terra battuta Francia Pascal Portes 6–3, 6–2
3. 1979 Nizza, Francia Cemento Francia Jean-Louis Haillet 6–2, 5–7, 6–1, 7–5
4. 1979 Madrid, Spagna Terra battuta Spagna Manuel Orantes 6–3, 6–7, 6–3, 6–2
5. 1979 Bordeaux, Francia Terra battuta Stati Uniti Harold Solomon 6–0, 6–7, 6–1, 1–6, 6–4
6. 1981 Richmond, USA Indoor Cecoslovacchia Ivan Lendl 6–1, 3–1, ret.
7. 1981 Nizza, Francia Terra battuta Bolivia Mario Martinez 6–4, 6–2
8. 1982 La Quinta, USA Cemento Cecoslovacchia Ivan Lendl 6–3, 2–6, 7–5
9. 1982 South Orange, USA Terra battuta Messico Raúl Ramírez 6–3, 7–6
10. 1982 Basilea, Svizzera Cemento Svezia Mats Wilander 6–4, 6–2, 6–3
11. 1982 Tolosa, Francia Cemento Cecoslovacchia Tomáš Šmíd 6–3, 6–2
12. 1983 Madrid, Spagna Terra battuta Svezia Henrik Sundström 3–6, 6–0, 6–2, 6–4
13. 1983 Amburgo, Germania Terra battuta Spagna José Higueras 3–6, 7–5, 6–2, 6–0
14. 1983 Roland Garros Terra battuta Svezia Mats Wilander 6–2, 7–5, 7–6
15. 1985 Roma, Italia Terra battuta Cecoslovacchia Miloslav Mečíř 6–3, 3–6, 6–2, 7–6
16. 1985 Washington D.C., USA Terra battuta Argentina Martín Jaite 6–4, 6–3
17. 1985 Tolosa, Francia Cemento Cecoslovacchia Tomáš Šmíd 6–4, 6–4
18. 1986 Forest Hills, USA Terra battuta Argentina Guillermo Vilas 7–6, 6–0
19. 1986 Wembley, Gran Bretagna Indoor Svezia Jonas Svensson 6–2, 6–3, 6–7, 4–6, 7–5
20. 1987 Lione, Francia Indoor Svezia Joakim Nyström 7–6, 4–6, 7–6
21. 1987 Basilea, Svizzera Cemento Stati Uniti Ronald Agénor 7–6, 6–4, 6–4
22. 1988 Milano, Italia Indoor Stati Uniti Jimmy Connors 4–4, ret.
23. 1990 Sydney, Australia Cemento Germania Carl-Uwe Steeb 5–7, 6–3, 6–4

Finali perse (13)[modifica | modifica sorgente]

Doppio[modifica | modifica sorgente]

Vittorie (16)[modifica | modifica sorgente]

Finali perse (9)[modifica | modifica sorgente]

Carriera musicale[modifica | modifica sorgente]

Dall'inizio degli anni novanta si dedica alla musica ed ha pubblicato 7 album.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

2010 - "Frontières"
2012 - "Hommage a Bob Marley"

Risultati in progressione[modifica | modifica sorgente]

Singolare[modifica | modifica sorgente]

Sigla Risultato
V Vincitore
F Finalista
SF Semifinalista
QF Quarti di Finale
4T Quarto turno
3T Terzo turno
2T Secondo turno
1T Primo turno
RR Round Robin (World Finals)
LQ Turno di Qualifica (Grande Slam)
A Assente
Legenda superfici
Cemento
Terra battuta
Erba
Superficie variabile
Torneo 1977 1978 1979 1980 1981 1982 1983 1984 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 Titoli V-S
Grande Slam
Australia Australian Open, Melbourne A 1T A 1T A A A A A A QF 4T 1T SF A 0 / 6 11–6[1]
Francia Roland Garros, Parigi 1T 3T 2T 4T QF QF V QF 4T 4T QF 4T 1T 3T A 1 / 14 40–13
Regno Unito Wimbledon, Londra A 2T 3T A 1T A A A 3T A 2T A A 1T A 0 / 6 6–6
Stati Uniti US Open, New York A 1T 4T 4T 4T 4T QF A QF 3T A 2T QF 2T A 0 / 11 28–11
Titoli 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 / 37 N/A
Vittorie-Sconfitte 1–1 3–4 6–3 6–3 7–3 7–2 11-1 4-1 9-3 5-2 8-3[2] 7-3 4-3 8-4 0-0 N/A 86-36

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Non conteggiato il bye al primo turno nel 1987
  2. ^ Non conteggiato il bye al primo turno al Roland Garros

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 73857968 LCCN: n/81/46159