U-99

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
U-99
Il sommergibile U-100, gemello dell'U-99
Il sommergibile U-100, gemello dell'U-99
Descrizione generale
War Ensign of Germany 1938-1945.svg
Tipo sommergibile
Classe U-Boot Tipo VII
Proprietà War Ensign of Germany 1938-1945.svg Kriegsmarine
Identificazione 593
Ordinata 15 dicembre 1937
Cantiere Germaniawerft di Kiel
Impostata 31 marzo 1939
Varata 12 marzo 1940
Entrata in servizio 18 aprile 1940
Destino finale affondato il 17 marzo 1941 al largo della costa sud-orientale dell'Islanda
Caratteristiche generali
Dislocamento in superficie: 753 t
in immersione: 857 t
totale: 1.040 t
Lunghezza 66,50 m
Larghezza massima: 6,20 m
Altezza massima: 9,50 m
Pescaggio 4,74 m
Propulsione 2 motori diesel da 3.200 cavalli
2 motori elettrici da 750 cavalli
Velocità in superficie: 17,9 nodi
in immersione: 8 nodi
Autonomia 8.700 miglia nautiche in superficie a 10 nodi
Equipaggio 45 uomini
Armamento
Armamento artiglieria:
  • 1 cannone da 88 mm
  • 1 impianto singolo da 20 mm contraereo

siluri:

Note
I dati tecnici sono quelli della classe tipo VII B

dati tratti da[1]

voci di sommergibili presenti su Wikipedia

L'U-99 (sigla per Unterseeboot 99) fu un sommergibile U-Boot Tipo VIIB della Kriegsmarine tedesca, attivo durante la seconda guerra mondiale; è particolarmente famoso per essere stato il battello con cui Otto Kretschmer, miglior "asso di U-Boote" del conflitto, ottenne il suo maggior numero di successi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Impostato il 31 marzo 1939 nei cantieri Germaniawerft di Kiel, venne varato il 12 marzo 1940 ed entrò in servizio il 18 aprile 1940 sotto il comando del capitano di corvetta Otto Kretschmer; il battello venne assegnato alla 7. Unterseebootsflottille di base prima a Kiel e poi a Saint Nazaire, nella Francia occupata, ed intraprese il suo primo pattugliamento operativo nel giugno del 1940, durante il quale fu lievemente danneggiato da un aereo tedesco che lo aveva scambiato per un'unità nemica[1]. Inviato nella base francese di Lorient, iniziò la sua prima missione in Atlantico sul finire del giugno del 1940, ottenendo il suo primo successo già il 5 luglio 1940, quando il battello affondò il mercantile canadese Magog al largo della costa meridionale dell'Irlanda.

Nelle mani dell'esperto Kretschmer, l'U-99 ottenne ben presto una lunga serie di successi: nel corso di 8 pattugliamenti operativi (per un totale di 127 giorni trascorsi in mare), l'unità affondò 35 mercantili per un totale complessivo di 198.218 t di stazza lorde, e tre incrociatori ausiliari per complessive 46.440 t, oltre a catturare un mercantile neutrale ed a danneggiare altri 5 mercantili per complessive 37.965 t[1].

Il 16 marzo 1941, l'U-99 attaccò il convoglio HX-112 al largo della costa sud-orientale dell'Islanda, affondando cinque mercantili e danneggiandone un sesto. Il giorno successivo, 17 marzo, il battello venne individuato dagli apparati ASDIC di due cacciatorpediniere britannici di scorta al convoglio (l'HMS Walker e l'HMS Vanoc), ed immediatamente attaccato; gravemente danneggiato dalle bombe di profondità lanciate dall'HMS Walker, Kretschmer riuscì a far riemergere il battello, consentendo così al comandante stesso ed a 40 dei 43 membri dell'equipaggio di mettersi in salvo prima del definitivo affondamento. L'equipaggio venne raccolto dalle navi britanniche e fatto prigioniero[1].

Navi attaccate dall'U-99[2]
Data Nome Nazione Tipo Tonnellate Risultato
5 luglio 1940 Magog Canada Canada mercantile 2.053 t affondata
7 luglio 1940 Bissen Svezia Svezia mercantile 1.514 t affondata
7 luglio 1940 Sea Glory Regno Unito Regno Unito mercantile 1.964 t affondata
8 luglio 1940 Humber Arm Regno Unito Regno Unito mercantile 5.758 t affondata
12 luglio 1940 Ia Grecia Grecia mercantile 4.860 t affondata
12 luglio 1940 Merisaar Estonia Estonia mercantile 2.136 t catturata
18 luglio 1940 Woodbury Regno Unito Regno Unito mercantile 4.434 t affondata
28 luglio 1940 Auckland Star Regno Unito Regno Unito mercantile 13.212 t affondata
29 luglio 1940 Clan Menzies Regno Unito Regno Unito mercantile 7.336 t affondata
31 luglio 1940 Jamaica Progress Regno Unito Regno Unito mercantile 5.475 t affondata
31 luglio 1940 Jersey City Regno Unito Regno Unito mercantile 6.322 t affondata
2 agosto 1940 Alexia Regno Unito Regno Unito petroliera 8.016 t danneggiata
2 agosto 1940 Lucerna Regno Unito Regno Unito petroliera 6.556 t danneggiata
2 agosto 1940 Strinda Norvegia Norvegia petroliera 10.973 t danneggiata
11 settembre 1940 Albionic Regno Unito Regno Unito mercantile 2.468 t affondata
15 settembre 1940 Kenordoc Canada Canada mercantile 1.780 t affondata
16 settembre 1940 Lotos Norvegia Norvegia mercantile 1.327 t affondata
17 settembre 1940 Crown Arun Regno Unito Regno Unito mercantile 2.372 t affondata
21 settembre 1940 Baron Blythswood Regno Unito Regno Unito mercantile 3.668 t affondata
21 settembre 1940 Elmbank Regno Unito Regno Unito mercantile 5.156 t affondata
21 settembre 1940 Invershannon Regno Unito Regno Unito petroliera 9.154 t affondata
18 ottobre 1940 Empire Miniver Regno Unito Regno Unito mercantile 6.055 t affondata
18 ottobre 1940 Fiscus Regno Unito Regno Unito mercantile 4.815 t affondata
18 ottobre 1940 Niritos Grecia Grecia mercantile 3.854 t affondata
19 ottobre 1940 Clintonia Regno Unito Regno Unito mercantile 3.106 t danneggiata
19 ottobre 1940 Empire Brigade Regno Unito Regno Unito mercantile 5.154 t affondata
19 ottobre 1940 Snefjeld Norvegia Norvegia mercantile 1.643 t affondata
19 ottobre 1940 Thalia Grecia Grecia mercantile 5.875 t affondata
3 novembre 1940 Casanare Regno Unito Regno Unito mercantile 5.376 t affondata
3 novembre 1940 HMS Laurentic Regno Unito Regno Unito incrociatore ausiliario 18.724 t affondata
4 novembre 1940 HMS Patroclus Regno Unito Regno Unito incrociatore ausiliario 11.314 t affondata
5 novembre 1940 Scottish Maiden Regno Unito Regno Unito petroliera 6.993 t affondata
2 dicembre 1940 HMS Forfar Regno Unito Regno Unito incrociatore ausiliario 16.402 t affondata
2 dicembre 1940 Samnanger Norvegia Norvegia mercantile 4.276 t affondata
3 dicembre 1940 Conch Regno Unito Regno Unito petroliera 8.376 t affondata
7 dicembre 1940 Farmsum Paesi Bassi Paesi Bassi mercantile 5.237 t affondata
7 marzo 1941 Athelbeach Regno Unito Regno Unito petroliera 6.568 t affondata
7 marzo 1941 Terje Viken Regno Unito Regno Unito baleniera 20.638 t affondata
16 marzo 1941 Beduin Norvegia Norvegia petroliera 8.136 t affondata
16 marzo 1941 Ferm Norvegia Norvegia petroliera 6.953 t affondata
16 marzo 1941 Franche Comte Regno Unito Regno Unito petroliera 9.314 t danneggiata
16 marzo 1941 J.B. White Canada Canada mercantile 7.375 t affondata
16 marzo 1941 Korshamn Svezia Svezia mercantile 6.673 t affondata
16 marzo 1941 Venetia Regno Unito Regno Unito petroliera 7.728 t affondata

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d uboat.net - U-99
  2. ^ uboat.net - Ships hit by U-99