Twister (film 1996)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Twister
TwisterFilm.JPG
Una scena del film
Titolo originale Twister
Paese di produzione USA
Anno 1996
Durata 113 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere catastrofico, azione, drammatico, thriller, avventura
Regia Jan de Bont
Soggetto Michael Crichton
Anne-Marie Martin
Sceneggiatura Michael Crichton
Anne-Marie Martin
Fotografia Jack N. Green
Montaggio Michael Kahn
Effetti speciali Stefen Fangmeier, John Frazier, Dennis Muren
Musiche Mark Mancina
Van Halen (singolo Respect The Wind)
Scenografia Joseph Nemec III
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Non respirare. Non voltarti indietro. »
(Tagline del film.)

Twister è un film del 1996 diretto da Jan de Bont. In una scena del film si possono ascoltare alcune note di Child in Time, nota canzone della rock band Deep Purple. È stato il primo film ad uscire in DVD.

È basato su un'idea di Michael Crichton e Anne Marie-Martin, e vede un ampio uso di effetti speciali per l'epoca molto avanzati. Il film, costato 92 milioni di dollari, ne ha incassati quasi 495 milioni.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Jo Harding (Helen Hunt), una cacciatrice di tornado, si lancia insieme all'ex-marito Bill (Bill Paxton), meteorologo, e a una strampalata squadra di storm-chasers (cacciatori di tempeste) in un grande progetto: immettere all'interno di un tornado (in inglese detto anche twister) uno speciale strumento scientifico (chiamato "La piccola Dorothy" come la protagonista del romanzo Il Mago di Oz che veniva appunto catturata da un tornado) che permetterà di ricavare tutte le informazioni necessarie per costruire un piano di emergenza al verificarsi di tali violenti fenomeni.
Nel film si susseguono tornado sempre più forti e i primi tentativi di Bill e Jo falliscono. Alla fine riusciranno a far funzionare il loro strumento all'interno di un devastante tornado di categoria F5.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Twister (1996) - Box Office Mojo. URL consultato il 29 settembre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]