Twister (film 1996)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Twister
TwisterFilm.JPG
Una scena del film
Titolo originale Twister
Paese di produzione USA
Anno 1996
Durata 113 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere catastrofico, azione, drammatico, thriller, avventura
Regia Jan de Bont
Soggetto Michael Crichton
Anne-Marie Martin
Sceneggiatura Michael Crichton
Anne-Marie Martin
Fotografia Jack N. Green
Montaggio Michael Kahn
Effetti speciali Stefen Fangmeier, John Frazier, Dennis Muren
Musiche Mark Mancina
Van Halen (singolo Respect The Wind)
Scenografia Joseph Nemec III
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Non respirare. Non voltarti indietro. »
(Tagline del film.)

Twister è un film del 1996 diretto da Jan de Bont. In una scena del film si possono ascoltare alcune note di Child in Time, nota canzone della rock band Deep Purple. È stato il primo film ad uscire in DVD.

È basato su un'idea di Michael Crichton e Anne Marie-Martin, e vede un ampio uso di effetti speciali per l'epoca molto avanzati. Il film, costato 92 milioni di dollari, ne ha incassati quasi 495 milioni.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Oklahoma, giugno 1969. Un devastante tornado di categoria F5 investe improvvisamente la fattoria della famiglia Thornton. Questi riescono appena in tempo a raggiungere il rifugio, ma la potenza del vento è tale da distruggere la porta del rifugio e la piccola Jo Thornton (Alexa Vega), di cinque anni, assiste impotente e con orrore alla morte del padre, risucchiato dal tornado.

Molti anni dopo, nel presente, Jo (Helen Hunt) è diventata una metereologa e una cacciatrice di tornado (storm chaser) e insieme alla sua squadra, costituita da un eterogeneo e strampalato gruppo di chasers, si prepara a sperimentare un innovativo strumento in grado di studiare la struttura interna dei tornado. Lo strumento, battezzato “Dorothy” (come l’omonima protagonista de Il Mago di Oz, la quale viene per l’appunto risucchiata da un tornado), è stato progettato dall’ex marito di Jo, Bill Harding (detto “l’Estremo”) (Bill Paxton). Quest’ultimo era anch’egli un membro della squadra di Jo, ma ha deciso di abbandonare la vita del cacciatore per cercare una vita più stabile e lavora ora come metereologo in televisione. Bill, che ha bisogno di formalizzare il divorzio per poter sposare la sua attuale fidanzata, la psicologa Melissa Reeves (Jami Gertz), raggiunge Jo e la sua squadra per firmare i documenti necessari; di fronte alla prospettiva di un’eccezionale serie di tempeste (un tornado outbreak) e alla possibilità di sperimentare Dorothy, tuttavia, Bill non riesce a tirarsi indietro e decide di partecipare all’ambizioso progetto di Jo: riuscire ad inserire Dorothy (di cui la squadra ha costruito quattro esemplari) all’interno di un tornado.

La squadra dovrà vedersela anche con Jonas Miller (Cary Elwes), un chaser un tempo amico di Bill e Jo, che ha copiato Dorothy realizzandone una versione altamente tecnologica e spacciandola per una propria invenzione. Jonas manca della passione e dell’istinto che invece Bill possiede e basa tutta la propria abilità su una strumentazione altamente sofisticata; la sua incompetenza risulterà tuttavia palese, in quanto per tutta la durata della caccia si ridurrà a copiare le mosse di Bill, senza mai riuscire a concludere nulla.

La squadra individua un primo tornado (un F2), ma durante la caccia sia il fuoristrada di Jo che Dorothy I finiscono distrutti. La caccia prosegue dunque sul fuoristrada di Bill (su cui viaggia anche Melissa). Successivamente, i chasers si imbattono in un tornado a più vortici (di potenza F3) che li investe (fortunatamente senza conseguenze) e si dissolve prima che possano lanciarvi dentro Dorothy II.

La squadra decide di fare uno scalo presso la città di Wakita, dove vive la zia di Jo, Meg. Successivamente, riprendono con la caccia ad un tornado F3 “saltatore” (come lo definisce Bill a causa della difficoltà nell’individuarlo). Bill e Jo cercano di azionare Dorothy II, ma la macchina finisce distrutta a causa dell'avventatezza di Jo che, ignorando gli avvertimenti di Bill, si avvicina troppo al vortice. Bill, frustrato, rinfaccia a Jo la sua ossessione per i tornado, ricordandole che, per quanto possa avvicinarsi e per quanto possa rischiare la pelle, non potrà riportare in vita suo padre e la esorta a guardare avanti, svelando di amarla ancora.

Il viaggio prosegue e la squadra decide di far tappa in un drive-in nella regione di Canton. Durante la notte, un tornado F4 si abbatte senza alcun preavviso sul drive-in, radendolo al suolo. Melissa, spaventata, decide di andarsene e lasciare Bill, anche perché consapevole dei sentimenti che lui prova per Jo (avendo ascoltato la loro discussione durante il precedente tornado). Nel frattempo, giunge la notizia che l’F4 ha investito anche Wakita e la squadra vi si precipita giusto in tempo per salvare Meg e il suo cane Moose dalle macerie della sua casa.

La mattina dopo, la squadra scopre che un tornado di eccezionale potenza, un F5, si è formato a circa venticinque miglia da Wakita. Jo e Bill preparano le ultime due Dorothy rimaste, equipaggiando i sensori con alette di alluminio ricavate da lattine vuote per aumentarne la superficie e consentire al vento di catturarli meglio (un’idea che Jo ha avuto osservando alcune sculture realizzate da Meg). Bill e Jo piazzano Dorothy III dinnanzi al percorso del tornado, ma lo strumento viene spazzato via ancor prima di entrare nel vortice e i due riescono a malapena a sfuggire ai detriti scagliati dal tornado; assistono inoltre alla morte di Jonas Miller, risucchiato dal vortice per aver ignorato gli avvertimenti di Bill.

Jo e Bill, resisi conto che Dorothy è troppo leggera per poter raggiungere l’interno del vortice, decidono di fare un ultimo tentativo lanciando Dorothy IV (l’ultima rimasta) nel tornado e usando il fuoristrada come una zavorra. L’idea ha successo: la squadra festeggia mentre i computer ricevono i dati che i sensori di Dorothy inviano sulla struttura del tornado. I festeggiamenti hanno però vita breve: il tornado cambia infatti bruscamente rotta, puntando su Bill e Jo. I due scappano a piedi in una fattoria vicina e riescono a sopravvivere al passaggio del tornado legandosi a dei tubi di irrigazione con delle cinghie di cuoio, in modo da non essere risucchiati dal vortice.

Il tornado si dissolve subito dopo essere passato su Bill e Jo e i due, galvanizzati dal successo di Dorothy e dall’intera esperienza, decidono di rimettere in piedi il loro matrimonio. Il film si conclude con Bill e Jo che si baciano appassionatamente mentre tutt’attorno a loro si vedono le tracce del passaggio del tornado e il resto della squadra festeggia il successo di Dorothy.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Twister (1996) - Box Office Mojo. URL consultato il 29 settembre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]