Tri Nations 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tri Nations 2010
Logo della competizione
Competizione The Rugby Championship
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 15ª
Organizzatore ARU, NZRFU, SARFU
Luogo Australia Australia
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Sudafrica Sudafrica
Risultati
Vincitore Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2009 2011 Right arrow.svg

Il Tri Nations 2010 è la XV edizione del torneo annuale di rugby XV che si svolge tra le tre migliori selezioni nazionali dell’Emisfero Sud, Australia, Nuova Zelanda e Sudafrica.

L’inizio del torneo, che si disputa nell’inverno australe, è il 10 luglio 2010 ad Auckland tra Nuova Zelanda e Sudafrica; la chiusura è due mesi più tardi, sempre in Nuova Zelanda, avversario l'Australia.

Formula[modifica | modifica sorgente]

Ogni squadra disputa 6 incontri, tre per avversaria. A turno, una Nazionale disputa due incontri in casa contro un’avversaria e due fuori contro l’altra. Nell'edizione in oggetto, è stata la Nuova Zelanda ad aprire il torneo con due vittorie interne con il Sudafrica: la prima all'Eden Park di Auckland 32-12[1] al termine di un incontro acceso, che ha visto il sudafricano Bakkies Botha espulso per una testata al neozelandese Jimmy Cowan, e per tale motivo squalificato per 9 settimane e di fatto escluso dal resto del torneo[2]; la seconda al Westpac Stadium di Wellington per 31-17[3].

Il sistema di punteggio prevede, per ogni incontro, 4 punti per la vittoria, 2 punti ciascuno per il pareggio e 0 punti per la sconfitta; inoltre, un punto supplementare è assegnato alla squadra che marchi almeno 4 mete nell’incontro; un ulteriore punto supplementare è assegnato alla squadra perdente che riporti uno scarto inferiore a 8 punti rispetto alla vincente.

Vince il torneo la squadra che riporta il punteggio finale più alto.

Per la prima volta nella storia del torneo, gli arbitraggi dell'Emisfero Nord sono la maggioranza, 6 su 9 incontri: a dirigere sono stati chiamati Alain Rolland, Alan Lewis (due incontri) e George Clancy dalla federazione irlandese, Nigel Owens da quella gallese e Wayne Barnes da quella inglese; facendo seguito al declassamento di alcuni nomi illustri, come quello del sudafricano Marius Jonker, destinato per la stagione successiva agli arbitraggi nel Campionato europeo[4], l'Emisfero Sud è rappresentato solo dal neozelandese Mark Lawrence e dai sudafricani Jonathan Kaplan e Craig Joubert; nessun australiano è stato chiamato a dirigere gli incontri dell'edizione 2010.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Gli orari degli incontri sono espressi nell'ora locale. La differenza di fuso orario estiva tra l'Europa Centrale e la Nuova Zelanda, l'Australia orientale e il Sudafrica è rispettivamente di 10 ore (UTC+12), 7 ore (UTC+10), e un'ora (UTC+2); il tempo UTC equivale all'Ora di Greenwich senza modifiche dovute all'ora legale.

Auckland
10 luglio 2010, ore 19:45 UTC+12
Nuova Zelanda Nuova Zelanda 32 – 12 Sudafrica Sudafrica Eden Park (25.000 spett.)
Arbitro Irlanda Alan Lewis

Wellington
17 luglio 2010, ore 19:35 UTC+12
Nuova Zelanda Nuova Zelanda 31 – 17 Sudafrica Sudafrica Westpac Stadium (36.000 spett.)
Arbitro Irlanda Alain Rolland

Brisbane
24 luglio 2010, ore 20 UTC+10
Australia Australia 30 – 13 Sudafrica Sudafrica Suncorp Stadium (44.284 spett.)
Arbitro Irlanda George Clancy

Melbourne
31 luglio 2010, ore 20 UTC+10
Australia Australia 28 – 49 Nuova Zelanda Nuova Zelanda Etihad Stadium
Arbitro Sudafrica Craig Joubert

Christchurch
7 agosto 2010, ore 19:35 UTC+12
Nuova Zelanda Nuova Zelanda 20 – 10 Australia Australia AMI Stadium
Arbitro Sudafrica Jonathan Kaplan

Johannesburg
21 agosto 2010, ore 17 UTC+2
Sudafrica Sudafrica 22 – 29 Nuova Zelanda Nuova Zelanda Soccer City
Arbitro Galles Nigel Owens

Pretoria
28 agosto 2010, ore 17 UTC+2
Sudafrica Sudafrica 44 – 31 Australia Australia Loftus Versfeld
Arbitro Irlanda Alan Lewis

Bloemfontein
4 settembre 2010, ore 17 UTC+2
Sudafrica Sudafrica 39 – 41 Australia Australia Vodacom Park
Arbitro Inghilterra Wayne Barnes

Sydney
11 settembre 2010, ore 20 UTC+10
Australia Australia 22 – 23 Nuova Zelanda Nuova Zelanda ANZ Stadium
Arbitro Sudafrica Mark Lawrence

Classifica[modifica | modifica sorgente]

Squadra G V N P Mt P+ P- B PT
Nuova Zelanda Nuova Zelanda 6 6 0 0 22 184 111 +73 3 27
Australia Australia 6 2 0 4 13 162 188 -26 3 11
Sudafrica Sudafrica 6 1 0 5 9 147 194 -45 3 7

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Paul Rees, Bakkies Botha headbutt ban sums up : All Blacks night for South Africa in The Guardian, 11 luglio 2010. URL consultato il 17-7-2010.
  2. ^ (EN) Bakkies Botha handed nine-week suspension for headbutt in BBC, 11 luglio 2010. URL consultato il 17-7-2010.
  3. ^ New Zealand beat South Africa 31-17 in France 24, 17 luglio 2010. URL consultato il 17-7-2010.
  4. ^ (EN) 2010 Midyear international refereeing appointments confirmed, with Jonker demoted in Heaven's Game, 3 aprile 2010. URL consultato il 17-7-2010.


rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby