Tony Woodcock (rugbista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tony Woodcock
Tony Woodcock 2011.jpg
Woodcock saluta i tifosi dopo la vittoria nella Coppa del Mondo di rugby 2011
Dati biografici
Nome Anthony Dale Woodcock
Paese Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Altezza 185 cm
Peso 118 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Pilone
Squadra North Harbour North Harbour
Franchigia Highlanders Highlanders SANZAR
Carriera
Attività provinciale
2000-12 North Harbour North Harbour 54 (10)
Attività di club¹
2002-12 Blues Blues 113 (40)
2013- Highlanders Highlanders 0 (0)
Attività da giocatore internazionale
2002- Nuova Zelanda Nuova Zelanda 95 (45)
Palmarès internazionale
Vincitore RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2011

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 27 novembre 2012

Anthony Dale "Tony" Woodcock (Helensville, 27 gennaio 1981) è un rugbista a 15 neozelandese, pilone degli Hurricanes in Super Rugby e campione del mondo nel 2011 con gli All Blacks.

Cenni biografici[modifica | modifica sorgente]

Esordì in National Provincial Championship nel 2000[1] e, nel 2002, debuttò in prima squadra nei Blues, la franchise di Auckland in Super Rugby. Quello stesso anno disputò anche il suo primo test match con gli All Blacks, a Cardiff contro il Galles.

Passarono due anni prima di disputare il successivo incontro internazionale, nel 2004, ma da quel momento Woodcock divenne titolare fisso della Nazionale. Prese parte alla Coppa del Mondo di rugby 2007 (eliminazione ai quarti) e a quella del 2011, alla cui vittoria contribuì con la meta marcata in finale contro la Francia, l'unica per la sua squadra[2].

Alla fine della stagione di Super 15 2012 Woodcock ha deciso di lasciare i Blues dopo 10 anni e dal 2013 è sotto contratto con gli Highlanders, franchise di Dunedin[1].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Tony Woodcock to join Highlanders in Stuff, 9 settembre 2012. URL consultato il 28 novembre 2012.
  2. ^ (EN) Rugby World Cup final: Fear of failure gives All Blacks will to win in The Guardian, 23 ottobre 2011. URL consultato il 28 novembre 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]