Colin Slade

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Colin Slade
Colin Slade cropped.jpg
Colin Slade durante la Coppa del Mondo di rugby 2011
Dati biografici
Nome Colin Richard Slade
Paese Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Altezza 183 cm
Peso 90 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Utility back
Squadra Canterbury
Franchigia Crusaders SANZAR
Carriera
Attività provinciale
2008- Canterbury 44 (313)
Attività di club¹
2009-10 Crusaders 26 (50)
2011-14 Highlanders 20 (182)
2014- Crusaders 18 (198)
Attività da giocatore internazionale
2010- Nuova Zelanda Nuova Zelanda 17 (76)
Palmarès internazionale
Vincitore RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2011

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 31 dicembre 2014

Colin Richard Slade (Christchurch, 10 ottobre 1987) è un rugbista a 15 neozelandese, mediano d'apertura dei Crusaders in Super Rugby e campione del mondo nel 2011 con gli All Blacks. Può anche giocare nelle posizioni di estremo o tre quarti (ala o centro).

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Internazionale giovanile per la Nuova Zelanda (disputò nel 2006 il campionato giovanile con la selezione U-21, con 63 punti in cinque incontri[1], fu nel ruolo di mediano d'apertura, stante l'assenza del titolare Dan Carter, che Slade esordì nella selezione di Canterbury nella ITM Cup vinta nel 2008 con un personale di 86 punti; l'anno seguente, che lo vide anche esordire nella franchise di Super Rugby dei Crusaders, fu schierato nel ruolo di estremo. Dopo due anni trascorsi negli Highlanders, nel 2014 tornò ai Crusaders.

Esordì negli All Blacks nel corso del Tri Nations 2010 a Sydney contro l'Australia, poi due infortuni alla mandibola gli fecero saltare quasi tutta la stagione successiva[1]; passato nel frattempo agli Highlanders[2], infatti, disputò solo quattro incontri nel Super Rugby 2011.

Slade fu tuttavia pronto per le preselezioni alla Coppa del Mondo di rugby 2011 e, al momento delle convocazioni definitive, il C.T. Graham Henry lo convocò come seconda scelta all'apertura quale riserva di Dan Carter, preferendolo ad Aaron Cruden[3]; in corso di torneo, tuttavia, Carter si infortunò all'inguine[4] e fu impossibilitato a continuare la competizione, cosa questa che promosse Slade a prima scelta davanti a Cruden, nel frattempo chiamato come rimpiazzo di Carter[3]; Slade fu titolare nella fase a gironi contro il Canada e nei quarti contro l'Argentina poi, alla vigilia della semifinale, si infortunò anch'egli a causa di uno strappo inguinale[5] e dovette a sua volta abbandonare la Coppa, rimpiazzato dal quarta scelta Stephen Donald[5], cui toccò a finale in corso di subentrare a Cruden, anche lui vittima di infortunio nell'ultima partita del torneo, che gli All Blacks vinsero.

Mai impostosi permanentemente come seconda scelta di Dan Carter, rimase fuori dal tour neozelandese del 2014, anche se la mancata convocazione gli diede la possibilità di venir chiamato dal connazionale John Kirwan, incaricato di guidare i Barbarians, a prendere parte all'incontro a Londra della squadra a inviti contro l'Australia[6].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Colin Slade in Stuff, 23 agosto 2011. URL consultato il 18 dicembre 2012.
  2. ^ (EN) Colin Slade signs with Highlanders for 2011 in Stuff, 25 agosto 2010. URL consultato il 18 dicembre 2012.
  3. ^ a b (EN) Aaron Cruden shocked at All Blacks call-up in Stuff, 2 ottobre 2011. URL consultato il 29 novembre 2012.
  4. ^ (EN) Mike Averis, Rugby World Cup 2011: New Zealand lose Dan Carter to groin injury, 2 ottobre 2011. URL consultato il 29 novembre 2012.
  5. ^ a b (EN) Problems mount for All Blacks as Slade and Muliaina are ruled out of World Cup in Daily Mail, 10 ottobre 2012. URL consultato il 29 novembre 2012.
  6. ^ (EN) Colin Slade called into John Kirwan's Barbarians in Stuff, Fairfax Media Ltd., 22 ottobre 2014. URL consultato il 22 gennaio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]