Jerry Collins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jerry Collins
Dati biografici
Paese bandiera Samoa Occ.
Altezza 191 cm
Peso 107 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Ruolo Terza linea
Squadra Yamaha Júbilo Yamaha Júbilo
Carriera
Attività provinciale
1999-2007 Wellington Wellington 47 (53)
Attività di club¹
2001-2008 Hurricanes Hurricanes 74 (27)
2008-2009 Tolone Tolone 20 (15)
2009-2011 Ospreys Ospreys 39 (25)
2011- Yamaha Júbilo Yamaha Júbilo 11 (5)
Attività da giocatore internazionale
2001-2007 Nuova Zelanda Nuova Zelanda 42 (25)
Palmarès internazionale
3º posto RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2003

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 15 gennaio 2013
« Ah, sei tu? Ho letto quell’articolo in cui mi criticavi… »
(Jerry Collins a Peter Bills, giornalista sportivo dell’Independent[1])

Jerry Collins (Apia, 4 novembre 1980) è un rugbista a 15 neozelandese di origine samoana, internazionale per gli All Blacks dal 2001 al 2007 che, dal 2011, milita come terza linea nel Yamaha Júbilo in Top League giapponese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Samoano di nascita, ma cresciuto a Wellington, in Nuova Zelanda, Collins è noto per il suo placcaggio rude ed efficace[2] che gli è valso il soprannome di Terminator [2].

Proveniente dalla formazione provinciale di Wellington, con la quale vinse il campionato nazionale nel 2000, Collins militò fino al 2007 nella franchise di Super Rugby degli Hurricanes, che a tale provincia afferisce; esordì in Nazionale nel 2001 e si aggiudicò il terzo posto alla Coppa del Mondo di rugby 2003; dopo la Coppa del Mondo di rugby 2007 si ritirò dal rugby internazionale[3] e, nel 2008, si trasferì in Europa presso i francesi del Tolone allenati dal connazionale Tana Umaga, originariamente con un contratto triennale[4].

Dopo solo una stagione, tuttavia, il contratto fu sciolto e Collins si trasferì in Galles nella franchise di Celtic League degli Ospreys[3] con un contratto biennale[3]. Con tale club si aggiudicò l'edizione 2009-10 del torneo.

Alla scadenza del contratto, ad aprile 2011, Collins si accordò con il club giapponese di Top League Yamaha Júbilo a partire dalla stagione successiva[5].

Collins vanta anche diversi inviti da parte dei Barbarians[6] tra il 2003 e il 2009.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Peter Bills, Highlights of a momentous year in rugby in The Independent, 22 dicembre 2009. URL consultato il 26 gennaio 2011.
  2. ^ a b (EN) Steven Morris, All Blacks' Terminator springs a big surprise in Devon in The Guardian, 1º novembre 2007. URL consultato il 15 gennaio 2013.
  3. ^ a b c (EN) Collins makes switch to Ospreys in TV New Zealand, 10 maggio 2009. URL consultato il 15 gennaio 2013.
  4. ^ (EN) Collins signs for Toulon in IAfrica, 18 giugno 2008. URL consultato il 15 gennaio 2013.
  5. ^ (EN) David Long, Ex-All Black Jerry Collins softens to life in Japan in Stuff, 24 aprile 2011. URL consultato il 15 gennaio 2013.
  6. ^ (EN) Mick Cleary, Jerry Collins helps preserve Barbarian ideals in Daily Telegraph, 1º dicembre 2007. URL consultato il 13 febbraio 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]