Transoxiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mappa della Transoxiana in età storica, con il  Khorasan a sud-est e la Corasmia a nord-ovest, gravitante attorno al bacino idrico del lago d'Aral. I confini del lago di Aral (imm. sotto) sono riferiti al 1960 ca. I paesi anche solo parzialmente nel bacino idrico del lago di Aral sono in giallo.
Mappa della Transoxiana in età storica, con il  Khorasan a sud-est e la Corasmia a nord-ovest, gravitante attorno al bacino idrico del lago d'Aral. I confini del lago di Aral (imm. sotto) sono riferiti al 1960 ca. I paesi anche solo parzialmente nel bacino idrico del lago di Aral sono in giallo.
Mappa della Transoxiana in età storica, con il Khorasan a sud-est e la Corasmia a nord-ovest, gravitante attorno al bacino idrico del lago d'Aral. I confini del lago di Aral (imm. sotto) sono riferiti al 1960 ca. I paesi anche solo parzialmente nel bacino idrico del lago di Aral sono in giallo.

Transoxiana è il nome con cui si indicavano le regioni centro-asiatiche che si estendono a est della regione persiana del Khorāsān e del fiume Oxus (oggi Amu Daria), attualmente coincidenti in gran parte con l'Uzbekistan e le regioni sud-occidentali del Kazakistan. Col termine latino transoxiana si indicava la regione al di là del fiume Oxus corrispondente alla Sogdiana.

Gli Arabi musulmani e quanti si espressero con la loro lingua chiamarono tale ampia area — che per molto tempo non fece parte della Dār al-IslāmMā warā‘ al-nahr (Ciò che è dietro il fiume) ed è in questa eterogenea regione — in cui confluivano elementi persiani, corasmi, del Farghāna, turchi, sogdiani, cinesi, mongoli, tibetani e persino coreani — che in età abbaside fiorirono le importanti città di Bukhārā e di Samarcanda (poi capitale dell'impero chagataide di Tamerlano) che oggi fanno parte del moderno Uzbekistan, già parte dell'Unione Sovietica.

Il controllo della Transoxiana e del gigantesco bacino del fiume Tarim (1280 km EO × 640 km NS, nell'attuale provincia uigura del Sinkiang/Xinjiang cinese) consentiva di condizionare l'importante Via della seta che muoveva dalle contrade della Cina in direzione delle regioni islamiche e bizantine, il massimo tramite culturale (non solo materiale) fra l'Occidente europeo e l'Estremo Oriente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • W. Samolin, East Turkistan to the Twelfth Century, L'Aia, 1964
  • M. Rossabi, China and Inner Asia from 1368 to the present day, Londra, 1975
  • H.A.R. Gibb, The Arab conquests in Central Asia, Londra, 1923
  • W. Barthold, Histoire des Turcs d'Asie Centrale, Parigi, 1945
  • R. Byron, La via dell'Oxiana, Londra, 1937